12-Bar Original

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
12-Bar Blues
ArtistaThe Beatles
Autore/iJohn Lennon
Paul McCartney
George Harrison
Richard Starkey
GenereBlues rock
Rhythm and blues
Blues
Stileblues in 12 misure
Edito daLenono Music, Ltd.; MPL Communications, Ltd.; Harrisongs, Ltd.; Starling Music, Ltd.[1]
Pubblicazione
IncisioneAnthology 2
Data18 marzo 1996
EtichettaApple Records
Durata2:55 (edit)
Anthology 2 – tracce
Precedente
I'm Looking Through You (Take 1)
Successiva

12-Bar Original è un brano strumentale, scritto ed interpretato da tutti i Beatles. Originariamente pensato come riempitivo per Rubber Soul nel caso non si fossero raggiunte le 14 canzoni, venne invece pubblicato sull'Anthology 2 del 1996.[2]

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

12-Bar Blues fu il primo strumentale registrato dai Beatles da quando avevano firmato il contratto con la EMI nel 1962.[2] Prima eseguivano vari brani strumentali nei loro concerti al Cavern Club o ad Amburgo, per riposare la voce; di essi, ci sono rimasti Cry for a Shadow.[3] e Cayenne, pubblicati sull'Anthology 1 del 1995.[4] In seguito, gli unici altri brani che registrarono e, in questo caso, pubblicarono, furono Flying e l'esperimento sonoro Revolution 9.[3]

Composizione e registrazione[modifica | modifica wikitesto]

La canzone fu praticamente improvvisata nella seduta di registrazione del 4 novembre 1965 e perciò fu accreditata all'intero gruppo. Le sessioni di registrazione della traccia avvennero alle prime ore della giornata; prima era stata registrata What Goes On.[2][5] L'interpretazione si reggeva a fatica, probabilmente il motivo per cui non fu mai pubblicata prima dello scioglimento della band. Bastarono due nastri, dei quali solo l'ultimo era completo, e quindi l'unico pensato per la pubblicazione. I nastri furono prodotti da George Martin.[2][5]

I Beatles sembrano particolarmente basarsi sulla hit Green Onions dei Booker T and the MG, pubblicata nel 1962. In generale, i Fab Four erano vicini al blues grazie ad artisti come gli Animals e gli Yardbirds.[2]

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

La notizia della registrazione del brano non trapelò fino allo scioglimento della band, avvenuto il quale iniziarono a circolare indiscrezioni circa un brano strumentale scartato da Rubber Soul. Gli unici membri del gruppo a parlarne furono Lennon e Starr; il primo accennò ad uno "schifoso pezzo da 12 battute" quando gli venne chiesto se ci fossero dei brani della band non ancora pubblicati, mentre il batterista rivelò di avere un acetato della canzone. Il 30 novembre fu effettuato un mixaggio del brano scartato per le collezioni private dei quattro musicisti.[2][6] Fu l'ultima volta che i Beatles ebbero come fonico Norman Smith; il tecnico li abbandonò alla fine delle sessioni per Rubber Soul, perché non sentiva come suo il suono di quest'album.[6]

Sull'Anthology, non compare il brano intero: originariamente la take 2 durava 6 minuti e 42 secondi secondo alcune fonti[2] e 6:36 secondo altre.[7] L'edit presente sull'album dura invece 2 minuti e 55.[2]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mark Lewisohn, Anthology 2, Apple Records., pag. 46.
  2. ^ a b c d e f g h i (EN) 12-Bar Original, The Beatles Bible. URL consultato il 19 aprile 2014.
  3. ^ a b Luca Biagini, Flying, Pepperland. URL consultato il 19 aprile 2014.
  4. ^ (EN) Anthology 1, The Beatles Bible. URL consultato il 19 aprile 2014.
  5. ^ a b c d (EN) Recording: What Goes On, 12-Bar Original, The Beatles Bible. URL consultato il 19 aprile 2014.
  6. ^ a b (EN) Mixing: 12-Bar Original, The Beatles Bible. URL consultato il 19 aprile 2014.
  7. ^ a b Mark Lewisohn, pag. 18.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock