You Know My Name (Look Up the Number)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
You Know My Name (Look Up the Number) / Let It Be
ArtistaThe Beatles
Tipo albumSingolo
Pubblicazione6 marzo 1970
Durata4:19
Album di provenienzaPast Masters vol. 2
Dischi1
Tracce2
GenereRock
EtichettaApple Records
ProduttoreGeorge Martin
Registrazione1967
The Beatles - cronologia
Singolo precedente
(1969)

You Know My Name (Look Up the Number) è il lato B di Let It Be, ultimo singolo britannico dei Beatles prima del loro scioglimento; negli USA sarà seguito da The Long and Winding Road\For You Blue).

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Il brano è un'improvvisazione il cui testo è costituito esclusivamente dalle frasi: «You Know My Name» ("Conosci il mio nome") e «Look Up the Number» ("Cerca il numero"), ripetute con vari toni di voce. La base ritmica risale addirittura al 1967, le voci di John e Paul nello stile crooner, furono poi aggiunte nell'aprile 1969. Il master pubblicato è monofonico.

La canzone è stata successivamente pubblicata nelle raccolte Rarities e Past Masters e Mono Masters. Una versione più lunga del brano (lunga 5 min : 43 s, questa volta stereofonica ma non completa in quanto omette qualche secondo del master completo) è presente nell'album Anthology 2.

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Il brano è strutturato come un numero comico da music hall. Lennon arrivò in studio con il titolo del brano (che rappresenta anche l'intero testo della canzone) dopo esser stato ispirato dalla lettura di un elenco telefonico. Egli disse:

« C'è un pezzo di musica non finita che ho trasformato in un disco comico insieme a Paul. Lo stavo aspettando a casa sua, e vidi l'elenco del telefono poggiato sul pianoforte che aveva la scritta "You know the name, look up the number". Era come una specie di slogan, e lo modificai solo un po'.[1] »

Una volta McCartney disse all'esperto studioso dei Beatles Mark Lewisohn: «[le persone] stanno scoprendo solo adesso cose come You Know My Name (Look Up the Number); probabilmente la mia canzone preferita dei Beatles!»[2] Per poi spiegare:

« È così folle. Tutti quei ricordi... voglio dire, cosa fareste se un tipo come John Lennon arrivasse in studio dicendo: "Ho una nuova canzone!. Io dissi: "Come sono le parole?", ed egli mi rispose: "You know my name look up the number". Allora chiesi: "E poi come continua?" e lui rispose: "Niente, non c'è niente altro, questo è tutto il testo. E voglio ripeterlo come una specie di mantra!"[2] »

La sezione centrale del brano include un riferimento a Denis O'Dell, produttore associato del film A Hard Day's Night, che aveva lavorato con Lennon anche per Come vinsi la guerra.[3] Nel corso del monologo, Lennon introduce McCartney nei panni del cantante da pianobar "Denis O'Bell". Lo scherzoso riferimento al suo nome, causò una gran mole di telefonate a casa O'Dell da parte dei fan che gli dicevano: "We have your name and now we've got your number" ("Abbiamo il tuo nome, adesso abbiamo anche il tuo numero") o che gli chiedevano se potevano andare a vivere con lui.[4]

Formazione[5][modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sheff, 2000, pag. 204–205
  2. ^ a b Lewisohn, 1988, pag. 15
  3. ^ Harry, 2000, pag. 810
  4. ^ About The Beatles, 2007
  5. ^ Ian MacDonald, The Beatles - L'opera completa, 1994, p. 250.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock