Singolo (musica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Singolo discografico)

Il termine singolo discografico (o più semplicemente singolo), nel gergo discografico, definisce convenzionalmente il disco in vinile o il compact disc che di solito contengono da uno a quattro brani di titolo diverso. Se il disco contiene almeno un brano inedito, si usa la denominazione Extended play o EP. Negli ultimi anni tale denominazione definisce singoli brani distribuiti esclusivamente attraverso il download digitale.[1]

Caratteristiche del singolo in vinile[modifica | modifica wikitesto]

Le tracce contenute in un singolo in vinile sono solitamente distinte in lato A e lato B, tranne nei singoli contenenti un doppio lato A.

Il lato A è nella maggior parte dei casi una canzone estratta da un album discografico che viene passata singolarmente in radio o in network televisivi a contenuto esclusivamente o quasi esclusivamente musicale, spesso accompagnata da un videoclip teso a promuovere tanto l'album quanto l'artista che lo ha inciso.

Per questa sua maggiore esposizione rispetto alle altre tracce dell'album tale canzone viene quindi anche pubblicata singolarmente (da cui il nome singolo) per ascoltatori che fossero interessati al suo ascolto, ma magari non a quello dell'intero album.

Il lato B contiene abitualmente una canzone presumibilmente di minor valore artistico, e comunque di un minore potenziale commerciale. Accade tuttavia che il successo di un singolo possa essere determinato dall'apprezzamento maggiore da parte dei consumatori del lato B rispetto al lato A.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Supporto[modifica | modifica wikitesto]

I singoli possono essere prodotti su vari supporti fonografici e in vari formati, vinile o CD, oppure in download digitale.

Vinile[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto riguarda il vinile, il formato tipico del singolo è il 7" (sette pollici) a 45 giri di rotazione al minuto, ma è possibile trovarne anche in formato 10" (dieci pollici) e 12" e anche a rotazioni diverse: 78 giri come 33 giri.

Il singolo 12" (dodici pollici) prende il nome di "maxi singolo" o "mix" e viene prodotto principalmente per il circuito dei disc jockey radiofonici e delle discoteche. La ragione dell'utilizzo di questo tipo di supporto è dovuto principalmente alla miglior qualità delle dinamiche che a volumi molto elevati consentono una riproduzione di qualità più elevata rispetto al 7" a 45 giri. La maggior capienza del supporto consente inoltre maggior spazio per brani di durata maggiore, per remix o adattamenti dance della canzone.[senza fonte]

CD[modifica | modifica wikitesto]

Il CD singolo è un singolo musicale sotto forma di un compact disc di dimensioni standard. Non deve essere confuso con il mini CD singolo, che usa una forma più piccola e che in qualche occasione viene anche indicato come un CD singolo. Il formato è stato introdotto a metà degli anni '80, ma non ha ottenuto posto nel mercato fino agli inizi degli anni '90. Con l'aumento dei download digitali negli anni 2000, le vendite di CD singoli sono diminuiti.

I CD singoli commercialmente pubblicati possono variare in lunghezza da un brano (un lato A e un lato B, nella tradizione dei dischi a 45 giri da 7") fino a quattro brani diversi, come nei CD Singoli Maxi (singoli con almeno tre tracce). Alcuni contengono mix di uno o più brani (noti come remix), nella consuetudine dei singoli in vinile da 12" e, in alcuni casi, possono anche contenere un videoclip del singolo stesso, quindi diventano CD potenziati (enhanced CD), nonché un manifesto da collezione. A seconda della nazione, ci possono essere dei limiti al numero delle canzoni e alla lunghezza totale per conteggiare le vendite nelle classifiche dei singoli.

Download digitale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ FIMI - Nota metodologica - FIMI

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]