Vacanze di Natale a Cortina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vacanze di Natale a Cortina
Vacanze di natale a cortina - Christian de sica.png
Titolo originale Vacanze di Natale a Cortina
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 2011
Durata 113 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Neri Parenti
Soggetto Neri Parenti, Enrico Vanzina, Carlo Vanzina
Sceneggiatura Neri Parenti, Enrico Vanzina, Carlo Vanzina
Produttore Luigi De Laurentiis e Aurelio De Laurentiis
Casa di produzione Filmauro
Fotografia Tani Canevari
Montaggio Luca Montanari
Musiche Bruno Zambrini
Interpreti e personaggi

Vacanze di Natale a Cortina è un film del 2011 diretto e sceneggiato da Neri Parenti e interpretato da Christian De Sica, Sabrina Ferilli e Ricky Memphis. Prodotto da Filmauro, è il sedicesimo della serie di cinepanettoni iniziata nel 1983 proprio con Vacanze di Natale, girato anche questo a Cortina D'Ampezzo. È stato distribuito nelle sale cinematografiche italiane dal 16 dicembre 2011.

In Italia il film ha incassato 11.703.740 €[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A Natale un gruppo di personaggi si trasferisce a Cortina d'Ampezzo per trascorrere le vacanze invernali. C'è Lando, un giovane siciliano appena assunto come autista grazie ad una raccomandazione politica dall'amministratore delegato di una grande azienda di Gas, l'ingegnere Brigatti, il tipo di manager spregiudicato, trasformista, sempre in sella con tutti i governi degli ultimi decenni.

Brigatti, però, ha un problema: c'è la crisi, l'Italia ha un bisogno disperato di energia, quindi deve chiudere a tempo di record un accordo con il più grande fornitore di gas sulla piazza, un certo Fiodor Isakovic, russo "doc", arricchito, prepotente, in vacanza anche lui con la moglie Galina proprio a Cortina. Lando era giunto a Cortina prima dell'ingegnere per lasciare i suoi bagagli e, divertendosi in discoteca, incontra Galina, anche lei in anticipo a Cortina. I due cominciano una relazione senza che Fiodor e l'ingegner Brigatti sappiano nulla. In seguito Fiodor Isakovic viene a sapere che qualcuno è andato a letto con sua moglie e l'ingegner Brigatti capisce che è stato proprio il suo autista Lando. L'accordo non viene firmato e Galina e Lando vengono licenziati. Lando decide quindi di andare in Russia per lavorare come cuoco dai genitori della russa e i due si mettono insieme.

A Cortina arrivano anche due coppie di parenti: Brunella e Wanda sono sorelle e hanno sposato Massimo e Andrea, i quali con loro hanno attaccato il cappello: infatti le due sorelle sono proprietarie di una modesta edicola a Bergamo. Tra i cognati scoppia la guerra perché Andrea ha vinto 250 000 euro al "gioco dei Pacchi" in tv. Da quel giorno fa il fanatico, si atteggia, si sente superiore. Tanto che per Natale, per una botta di vita, ha prenotato una camera nel più costoso albergo di Cortina. Invece, Massimo e Brunella si aggiudicano un'offerta tramite internet di 58 € a notte nello stesso albergo e partono anche loro per Cortina, pur sapendo che saranno costretti a mangiare in camera.

Mentre Andrea e Wanda cenano sempre fuori con la speranza di incontrare qualche personaggio famoso, Massimo e Brunella, per via di una serie di fortunate situazioni vengono direttamente invitati a mangiare dai VIP.

Andrea e Wanda, sostituitisi a Brunella e Massimo per prendere parte alla festa di Capodanno non riescono a raggiungere la meta e rimangono congelati su una seggiovia. Massimo e Brunella, invece, vincono 100 000 € all'Autogrill e possono passare il Capodanno con George Clooney. Inoltre a Cortina d'Ampezzo, nel loro chalet, villeggiano come da tradizione i Covelli. Roberto Covelli è un affermato avvocato romano. Elena, sua moglie, borghese capitolina, è un tipo tosto e spiritoso.

Insieme a loro, oltre che ad una simpatica a disinibita colf filippina e al cane Boris, ci sono le figlie: Cristiana, una quindicenne che vive una romantica e tormentata storia d'amore con un suo coetaneo attraverso Facebook, e Giulia, ventenne appena sposata con Valerio, un noioso borghesuccio. Covelli, l'avvocato, prima di partire per le vacanze ha preso una decisione irrevocabile: sentendo il peso dell'età, decide di chiudere col suo passato da farfallone ed iniziare una nuova vita.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Come nei due precedenti Vacanze di Natale girati a Cortina, il personaggio interpretato da Christian De Sica si chiama Covelli, curiosamente Roberto come nel primo Vacanze di Natale del 1983, mentre in Vacanze di Natale 2000 si chiamava Giovanni Covelli, come il personaggio interpretato da Riccardo Garrone.
  • Il regista Neri Parenti, come sua abitudine, ha un cameo nel ruolo di un passante che ha in mano dei pacchi regalo e parla al cellulare.
  • Nel film c'è una citazione di un altro film con Christian De Sica: quando Covelli rientra a casa e scopre l'amante della colf, quest'ultima sta guardando in tv il film Natale a New York, e si intravede una scena con Fabio De Luigi.
  • In una scena del film Lando dice ad Isakovic di comprarsi la squadra del Palermo e Ugo risponde che al massimo può comprarsi il Bagnacavallo: quest'ultimo è il paese di nascita dell'attore che interpreta Ugo, Ivano Marescotti.
  • Nel film, l'auto utilizzata da De Sica è un'Alfa Romeo 8C Competizione.
  • In alcune inquadrature del film si può notare che i telefoni cellulari di Covelli e della moglie sono due Nokia N9, smartphone che all'epoca del film non era ancora in vendita sul mercato italiano.
  • Anche la nuova Fiat Panda della coppia Andrea e Wanda non era ancora stata messa in vendita.




Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vacanze di Natala a Cortina (2011) - Movieplayer.it - Box Office e incassi

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema