Surui Paiter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Surui" rimanda qui. Se stai cercando i Surui dello stato del Pará, vedi Aikewara.
Surui Paiter
Nomi alternativi Suruí do Jiparaná, Suruí de Rondônia, Paiter
Luogo d'origine Brasile
Popolazione 1.172 (2010)[1]
Lingua Surui Paiter
Religione animismo
Gruppi correlati Cinta Larga

I Surui Paiter sono un gruppo etnico del Brasile con una popolazione stimata in 1.172 individui nel 2010 (Funasa).[1]

Lingua[modifica | modifica sorgente]

Parlano la lingua Surui (codice ISO 639: SRU) che appartiene alla famiglia linguistica Monde. Si auto-identificano con il termine Paiter che significa "il nostro popolo", "noi stessi".[2]

Insediamenti[modifica | modifica sorgente]

Vivono negli stati brasiliani del Mato Grosso e di Rondônia, nel territorio indigeno di Sete de Setembro, un'area di 247.870 ettari. L'area si trova a nord del comune di Cacoal (stato di Rondônia) e si estende fino al comune di Aripuanã (stato del Mato Grosso), nei bacini del fiume Branco, affluente del fiume Roosevelt, e dei fiumi Sete de Setembro e Fortuninha.[3]

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Organizzazione sociale[modifica | modifica sorgente]

I Paiter sono poligami e sono organizzati in quattro fazioni patrilineari: Gamep, Gamir, Makor e Kaban. Spesso l'uomo sposa la figlia di sua sorella ma si verificano anche matrimoni tra cugini.[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (PT) Scheda su socioambiental.org - Introduzione. URL consultato il 26 giugno 2011.
  2. ^ (PT) Scheda su socioambiental.org - Lingua. URL consultato il 26 giugno 2011.
  3. ^ (PT) Scheda su socioambiental.org - Localizzazione. URL consultato il 26 giugno 2011.
  4. ^ (PT) Scheda su socioambiental.org - Organizzazione sociale. URL consultato il 26 giugno 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]