Matis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matis
Membro della tribù a cui viene applicato il becchete (tabernaemontana undulata), una pianta medicinale.
Nomi alternativi Mushabo, Deshan Mikitbo
Luogo d'origine Brasile
Popolazione 390 (2010)[1]
Lingua Matis
Gruppi correlati Kulina, Matses, Korubo

I Matis sono un gruppo etnico del Brasile con una popolazione stimata in 390 individui nel 2010 (Funasa).[1]

Lingua[modifica | modifica sorgente]

Parlano la lingua Matis (codice ISO 639: MPQ) che appartiene alla famiglia linguistica Pano. Quasi tutti i maschi, però, parlano anche il portoghese, il che permette loro la compravendita di merci nei mercati delle aree urbane locali. I Matis comprendono anche le lingue dei Kulina, dei Matses e dei Korubo.[2]

Insediamenti[modifica | modifica sorgente]

Vivono nello stato brasiliano dell'Amazonas, nei pressi del fiume Ituí, nei pressi della parte superiore del fiume Coari, un affluente destro dello Ituí, e nei pressi della parte centrale del fiume Branco, un affluente sinistro dello Itacoaí. Questa zona si trova nel territorio indigeno Vale do Javari, grande circa 8.544.480 ettari ed ufficialmente riconosciuto nel 1999.[3]

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Organizzazione sociale[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (PT) Scheda su socioambiental.org - Introduzione. URL consultato il 19 giugno 2011.
  2. ^ (PT) Scheda su socioambiental.org - Lingua. URL consultato il 19 giugno 2011.
  3. ^ (PT) Scheda su socioambiental.org - Localizzazione. URL consultato il 19 giugno 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]