Kaxarari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kaxarari
Nomi alternativiCaxarari, Kaxariri
Luogo d'origineBrasile
Popolazione318 (2010)[1]
LinguaKaxarari
Religioneanimismo
Gruppi correlatiYaminawá, Kaxinawá, Yawanawá, Nukini, Katukina Pano, Puyanawa

I Kaxarari sono un gruppo etnico del Brasile con una popolazione stimata in 318 individui nel 2010 (Funasa).[1]

Lingua[modifica | modifica wikitesto]

Parlano la lingua Kaxarari che appartiene alla famiglia linguistica Pano.[2]

Insediamenti[modifica | modifica wikitesto]

Vivono negli stati brasiliani di Amazonas e Rondônia, in quattro villaggi: Marmelinho, Barrinha, Paxiúba e Pedreira, situati all'interno del territorio indigeno Kaxarari, al confine tra i due stati. L'area, a cui è possibile accedere tramite l'autostrada BR-364 che va da Rio Branco a Porto Velho, è collocata all'interno dei comuni di Lábrea, Porto Velho e Extrema.[3]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1910 hanno occupato le sorgenti del fiume Curequeté, affluente del fiume Ituxy. In quresto periodo la popolazione era stimata in circa 2.000 persone ma fino all'inizio degli anni ottanta i Kaxarari hanno dovuto soffrire le invasioni e gli attacchi degli estrattori di caucciù e dei seringueiros brasiliani. A questi conflitti, si aggiungono le malattie epidemiche diffusesi tra la popolazione a metà del XX secolo. Ciò ha portato la stima totale a circa 200 persone. Solo dagli anni ottanta in poi c'è stato un lieve aumento demografico.[1]

Organizzazione sociale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (PT) Scheda su socioambiental.org - Introduzione, su pib.socioambiental.org. URL consultato il 13 giugno 2011.
  2. ^ (PT) Scheda su socioambiental.org - Lingua, su pib.socioambiental.org. URL consultato il 13 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2014).
  3. ^ (PT) Scheda su socioambiental.org - Localizzazione, su pib.socioambiental.org. URL consultato il 13 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2014).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Brasile Portale Brasile: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Brasile