Stefano Tura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Stefano Tura (Bologna, 20 gennaio 1961) è un giornalista e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la sua carriera al quotidiano Il Resto del Carlino occupandosi di cronaca nera. Nel 1989 è stato assunto in Rai. Fino al 1997 ha lavorato alla sede Rai dell'Emilia-Romagna. In quegli anni ha seguito, tra le altre cose, il processo per la strage del 2 agosto 1980 e tutta la vicenda della Banda della Uno bianca.

Trasferitosi a Roma nel 1998 al Tg1, ha continuato ad occuparsi di cronaca, firmando inchieste importanti come il sequestro Soffiantini (1998), gli omicidi di mafia e camorra, le vicende dei serial killer Gianfranco Stevanin (1998) e Donato Bilancia (1999), il mistero della famiglia Carretta (1999), l'alluvione di Sarno e Quindici del 1998.

Passato alla redazione esteri, è stato inviato di guerra nei conflitti del Kosovo (1999), Afghanistan (2001), Iraq (2003), Sudan (2004) e ha seguito eventi internazionali come il processo di Abdullah Öcalan in Turchia (1999), il terrorismo internazionale nei paesi balcanici e medio-orientali (2000-2001), il traffico di organi in Brasile e paesi dell'est europeo (2001), le adozioni illegali in Romania e nell'ex Unione Sovietica, i ribelli islamici di Abu Sayyaf nelle isole Filippine (2002), la tratta dei minori in Kosovo (2002), lo sfruttamento della prostituzione nei paesi europei (2003), gli attentati di al-Qāʿida in Turchia (2003) e Spagna (2004), le indagini su Al Zarqawi (2004), l'allerta-terrorismo alle Olimpiadi di Atene (2004), le elezioni spagnole e americane (2004), la crisi umanitaria nel Darfur (2005), la rivolta di Addis Abeba (2005).

Nel gennaio del 2006 è stato nominato corrispondente da Londra, città dove vive tuttora, affiancando Marco Varvello, alternandosi nei reportage dalla capitale britannica.

Vive a Londra, ed è corrispondente della Rai per il Regno Unito, dal 2006.

Opere letterarie[modifica | modifica wikitesto]

  • 2001, Il killer delle ballerine, Fazi Editore
  • 2002 Le caramelle di Super Osama - Viaggio a Kandahar di un inviato di guerra
  • 2003 Non spegnere la luce, Fazi
  • 2005 il noir Arriveranno i fiori del sangue, edito da Mondadori
  • 2005 Delitti per le feste (Aliberti editore) scritto insieme a Maurizio Matrone
  • 2014 Tu sei il prossimo, Fazi Editore, con il quale ha vinto il Premio Romiti
  • Nel 2016 Il principio del male, Piemme
Controllo di autoritàVIAF (EN233542764 · ISNI (EN0000 0004 2339 8568 · SBN IT\ICCU\CFIV\022164 · BNF (FRcb16967313n (data) · WorldCat Identities (EN233542764