Selva di Progno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Selva di Progno
comune
Selva di Progno – Stemma
Selva di Progno – Veduta
Chiesa parrocchiale di S. Maria Assunta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Veneto.png Veneto
ProvinciaProvincia di Verona-Stemma.png Verona
Amministrazione
SindacoAldo Gugole (lista civica) dal 6-6-2009
Territorio
Coordinate45°37′N 11°08′E / 45.616667°N 11.133333°E45.616667; 11.133333 (Selva di Progno)Coordinate: 45°37′N 11°08′E / 45.616667°N 11.133333°E45.616667; 11.133333 (Selva di Progno)
Altitudine570 m s.l.m.
Superficie41,34 km²
Abitanti893[2] (30-9-2018)
Densità21,6 ab./km²
FrazioniCampofontana, Giazza, San Bartolomeo delle Montagne[1]
Comuni confinantiAla (TN), Badia Calavena, Bosco Chiesanuova, Crespadoro (VI), Recoaro Terme (VI), Roverè Veronese, Velo Veronese, Vestenanova
Altre informazioni
Cod. postale37030
Prefisso045
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT023080
Cod. catastaleI594
TargaVR
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)
Nome abitantiselvaprognesi
PatronoAssunzione di Maria
Giorno festivo15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Selva di Progno
Selva di Progno
Selva di Progno – Mappa
Posizione del comune di Selva di Progno all'interno della provincia di Verona
Sito istituzionale

Selva di Progno (Progno in dialetto locale[3], Brunghe in cimbro[4]) è un comune italiano di 893 abitanti della provincia di Verona in Veneto.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Selva di Progno dista 38 chilometri da Verona. Rispetto al capoluogo è in direzione nord est.

Il territorio comunale si estende dall'alta Val d'Illasi alle pendici meridionali del Gruppo del Carega, al confine con le province di Trento e Vicenza.

Il territorio è compreso all'interno del Parco Naturale Regionale della Lessinia e fa parte della Comunità montana della Lessinia.

È collegato alle maggiori località turistiche della Lessinia (Malga San Giorgio, Bosco Chiesanuova ed Erbezzo) dalla strada provinciale SP13 dei Tredici Comuni, che ha inizio nella località di Fosse (nel comune di Sant'Anna d'Alfaedo) e termina, dopo aver percorso più di 40 km per tutto l'altopiano, proprio nella Val d'Illasi, rappresentando perciò un buon collegamento tra Lessinia occidentale e Lessinia orientale.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

L'etimo di "Progno" è "pronus", "inclinato", che intende nella zona un "torrente". Nella frazione di Giazza si parla tuttora l'idioma cimbro, localmente detto tauc'.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le popolazioni che per prime occuparono queste zone furono di origine bavaro-tirolese (i Cimbri) che alla fine del XII secolo, per concessione di un vescovo, poterono colonizzare le montagne. Questi popoli parlavano una lingua alto-tedesca, il cimbro, lingua ancora parlata da parte della popolazione di Giazza.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

  • Foresta Demaniale di Giazza

All'interno del Parco Naturale Regionale della Lessinia, è frutto di un'opera di rimboschimento. È delimitata a nord dal Gruppo del Carega, ad ovest dai pascoli dell'alta Lessinia e ad est dalla Catena delle Tre Croci. Si estende su un territorio di circa 1904 ettari a cavallo delle province di Verona (1088 ettari), Trento (428 ettari) e Vicenza (388 ettari).

Il territorio è solcato da tre valli fluviali: la Val di Revolto, la Val Fraselle e la Val del Chiampo. Il clima della foresta è temperato freddo, con estati piuttosto calde ed umide. La vegetazione è molto varia ed articolata e la fauna è rappresentata in modo particolare da uccelli, anfibi, rettili e mammiferi.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Voto della peste (prima domenica di luglio)

La prima domenica di luglio tradizionale processione con la statua della Madonna per assolvere un voto in condivisione con la popolazione di Velo Veronese. La tradizione si perde nella notte dei tempi e nasce da un voto fatto dalle comunità durante una pestilenza e che saldava una alleanza-amicizia fra due dei Tredici Comuni

Sagra dell'Assunta

Il 15 agosto festa dell'Assunta titolare dell'omonima chiesa parrocchiale preceduta da un triduo di preparazione. Nel pomeriggio del 15 agosto si tiene la processione dell'Assunta. La pro loco organizza la parte civile della festa.

Festa del Derlo

La prima domenica di ottobre la festa del Derlo, tipico cesto che la tradizione vuole essere usato per il trasporto a spalla della legna. Pochi, ormai, anche in loco sono i produttori di questo cesto di legno.

Sagra di San Bartolomeo delle Montagne

Dopo l'Assunta, ha una esibizione di pistonieri con trombini

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

San Bartolomeo delle Montagne, detto semplicemente San Bortolo (San Bòrtolo in veneto) si colloca sull'estremità orientale della Lessinia, alle pendici meridionali del Gruppo del Carega, al confine con la provincia di Vicenza; dista circa 11 km dal capoluogo e circa 52 km dal capoluogo di provincia. La frazione conta poco meno di 100 abitanti, si trova ad un'altitudine media di 918 m s.l.m. ed è sulla direttrice che porta a Crespadoro (in provincia di Vicenza), a Giazza e a Campofontana.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia locale si basa essenzialmente sul turismo naturalistico e gastronomico, sono sparse nel territorio molte aziende agrituristiche. È zona di produzione del formaggio Monte Veronese.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Fa parte della Comunità montana della Lessinia, e dell'area del Parco della Lessinia.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
giugno 1985 giugno 1990 Claudio Luigi Lucchi Democrazia Cristiana Sindaco [6]
giugno 1990 aprile 1995 Claudio Luigi Lucchi Democrazia Cristiana Sindaco [7]
aprile 1995 giugno 1999 Marco Antonio Cappelletti Lista Civica Sindaco [8]
giugno 1999 giugno 2004 Marco Antonio Cappelletti Lista Civica Sindaco [9]
giugno 2004 giugno 2009 Silvano Valcasara Lista Civica Sindaco [10]
giugno 2009 in carica Aldo Gugole Lista Civica Sindaco [11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Selva di Progno - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2018.
  3. ^ Giancarlo Volpato, Civiltà cimbra. La cultura dei Cimbri dei Tredici Comuni veronesi, Verona, Bi & Gi, 1983, p. 69.
  4. ^ Cenni Storici - Comune di Selva di Progno Archiviato il 22 dicembre 2013 in Internet Archive..
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ amministratori.interno.it - 1985, su amministratori.interno.it. URL consultato il 21 dicembre 2013.
  7. ^ amministratori.interno.it - 1990, su amministratori.interno.it. URL consultato il 21 dicembre 2013.
  8. ^ amministratori.interno.it - 1995, su amministratori.interno.it. URL consultato il 21 dicembre 2013.
  9. ^ amministratori.interno.it - 1999, su amministratori.interno.it. URL consultato il 21 dicembre 2013.
  10. ^ amministratori.interno.it - 2004, su amministratori.interno.it. URL consultato il 21 dicembre 2013.
  11. ^ amministratori.interno.it - 2009, su amministratori.interno.it. URL consultato il 21 dicembre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN244279913