Rivoli Veronese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rivoli Veronese
comune
Rivoli Veronese – Stemma Rivoli Veronese – Bandiera
Rivoli Veronese – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Verona-Stemma.png Verona
Amministrazione
Sindaco Armando Luchesa (lista civica Rivoli futura) dal 1-6-2015
Territorio
Coordinate 45°34′N 10°49′E / 45.566667°N 10.816667°E45.566667; 10.816667 (Rivoli Veronese)Coordinate: 45°34′N 10°49′E / 45.566667°N 10.816667°E45.566667; 10.816667 (Rivoli Veronese)
Altitudine 191 m s.l.m.
Superficie 18,43 km²
Abitanti 2 172[2] (30-9-2016)
Densità 117,85 ab./km²
Frazioni Gaium[1]
Comuni confinanti Affi, Brentino Belluno, Caprino Veronese, Cavaion Veronese, Costermano, Dolcè, Sant'Ambrogio di Valpolicella
Altre informazioni
Cod. postale 37010
Prefisso 045
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 023062
Cod. catastale H356
Targa VR
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti Rivolesi
Patrono San Giovanni Battista e Sant'Isidoro
Giorno festivo 24 giugno e 11 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Rivoli Veronese
Rivoli Veronese
Rivoli Veronese – Mappa
Posizione del comune di Rivoli Veronese all'interno della provincia di Verona
Sito istituzionale

Rivoli Veronese (Riole in veneto[3]) è un comune italiano di 2 172 abitanti della provincia di Verona in Veneto.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Rivoli dista 25 chilometri da Verona. Rispetto al capoluogo è in posizione nord ovest. È lambito dal fiume Adige. Si trova allo sbocco della Vallagarina ed a presidio della Chiusa Veneta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è sempre stato un importante luogo di passaggio per coloro che dal nord Europa volevano raggiungere il Mediterraneo, o viceversa. Alle piste paleolitiche si è sovrapposta, la Claudia Augusta cui è seguita, nel Medioevo, la strada imperiale. I primi insediamenti appartengono però al neolitico.

Già intorno al 1100 sulla Rocca di Rivoli esisteva una fortificazione, il primo importante scontro si ebbe però il 14 gennaio 1797, quando le truppe napoleoniche affrontarono l'esercito austriaco che sembrava dovesse avere la meglio considerata la superiorità numerica, ma Napoleone, riuscì a ribaltare la situazione riportando la vittoria dopo una cruenta battaglia.

Durante la guerra d'indipendenza Rivoli fu oggetto di nuovi combattimenti: il 1848 alcune divisioni dell'esercito piemontese si scontrarono vittoriosamente contro le truppe austriache del maresciallo Radetzky.

Nel 1959, 11 di giugno ci fu una grandissima esplosione di un cantiere di scaricamento di munizioni, con ripercussione nazionale e internazionale.[4]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Campanile della chiesa parrocchiale di Rivoli

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Chiesetta romanica costruita intorno al 1000 ormai completamente distrutta. La dissacrarono i soldati Napoleonici durante la campagna d'Italia.

  • Chiesa S.Pietro in Cattedra - XII secolo
  • Chiesa S.Antonio da Padova - XVII secolo
  • Parrocchiale di Canale - XVII secolo
  • Chiesa parrocchiale di Rivoli - XVIII secolo
  • Chiesa di San Michele Arcangelo Gaium - [(XII secolo)]

Ville[modifica | modifica wikitesto]

Fortificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il forte di Rivoli Veronese.

Nelle immediate vicinanze di Rivoli, tra il 1850 e il 1851 fu costruito un forte in cima alla collina chiamata Monte Castello.

Assieme ai forti di Ceraino e Monte proteggeva le strade che da Affi passando a Rivoli collegavano il lago di Garda all'Adige. Denominato "Wohlgemuth" in onore di un generale austriaco distintosi nella campagna del 1848, il corpo principale del forte era inizialmente costituito da una doppia casamatta semicilindrica sovrapposta. Era dotato di 17 cannoni. Dopo la conquista italiana, la costruzione fu completata fortificando la parte esposta a nord, fino a quel momento del tutto indifesa poiché originariamente il forte era stato concepito per difendere i confini austriaci e quindi era rivolto verso sud. Al successivo adattamento ai mutati confini italiani si deve pertanto l'attuale forma cilindrica del forte. Il forte ed il complesso circostante di fortificazioni ospitano attualmente un museo della prima guerra mondiale.

Parco eolico[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 sono terminati i lavori di installazione di quattro aerogeneratori da 2 MW ciascuno in località Monte Mesa[6]. Il parco è di proprietà dell'azienda AGSM.[7]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Croce e capitello presso Gaium, frazione di Rivoli Veronese

Musei[modifica | modifica wikitesto]

  • Museo napoleonico

Museo privato della famiglia Da Pra Galanti che raccoglie numerosissime stampe, manoscritti, 2 plastici della battaglia di Rivoli Veronese, ed il famosissimo letto da campo di Napoleone.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Rivoli International

Nella zona del forte Rivoli a metà luglio, è una manifestazione dedicata ai giovani, con mostre, tornei e concerti di gruppi italiani e francesi. Per maggiori.[8]

  • Maggio Rivolese

Vede l'anniversario della Battaglia di Rivoli, con la ricostruzione della battaglia tra francesi e austriaci, convegni, mostre, oltre alla festa degli Asparagi e la Sagra di San Isidoro

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Un aerogeneratore nel parco eolico del monte Mesa, a Rivoli Veronese

Il comune costituisce una tappa lungo il percorso della Strada del vino detta Strada della Terra dei forti. Tale percorso unisce i comuni produttori del vino Valdadige DOC: Dolcè, Brentino Belluno, Rivoli e Avio.

Nel 2013 è stato realizzato, sul monte Mesa, un impianto di produzione di energia eolica (parco eolico del monte Mesa) che conta 4 aerogeneratori da 2 MW ciascuno, per una potenza totale installata di 8 MW a regime.[9]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
giugno 1985 giugno 1990 Lario Leone Zerbini Democrazia Cristiana Sindaco [10]
giugno 1990 aprile 1995 Sergio Albrigo Democrazia Cristiana Sindaco [11]
aprile 1995 giugno 1999 Armando Luchesa Lista Civica Sindaco [12]
giugno 1999 giugno 2004 Armando Luchesa Lista Civica Sindaco [13]
giugno 2004 giugno 2009 Mirco Campagnari Lega Nord - Lista Civica Sindaco [14]
giugno 2009 2014 Mirco Campagnari Lega Nord - Lista Civica Sindaco [15]
2014 gennaio 2015 Ornella Campagnari Insieme per Rivoli e Lega Nord Sindaco [16][17]

Persone legate a Rivoli Veronese[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La città di Parigi ha un'importante via intitolata "Rue de Rivoli", nei pressi del Louvre, in memoria proprio della battaglia vinta da Napoleone. Esiste anche una fermata della metropolitana con il nome Louvre-Rivoli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Rivoli Veronese - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2016.
  3. ^ Provincia In - Storia e curiosità dei 97 Comuni de la Provincia Veronese, La Rena Domila, l'informassion veronese. URL consultato il 26 novembre 2011.
  4. ^ Episodio documentato nel libro di Gino Banterla, Quando è scopià la Rocca: Storia e storie di Rivoli Veronese, Verona, Ambrosini, 2010.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ COMUNE DI RIVOLI VERONESE - Provincia di Verona
  7. ^ https://www.agsm.it/Comunicazione/Media/ComunicatiStampa/NuovoimpiantoeolicoAgsmaRivoliVeronese/tabid/778/Default.aspx
  8. ^ RIVOLInternational 2007
  9. ^ Impianto Eolico per la produzione di energia elettrica su Monte Mesa, Comune di Rivoli. URL consultato l'8 aprile 2015.
  10. ^ amministratori.interno.it - 1985, amministratori.interno.it. URL consultato il 24 novembre 2013.
  11. ^ amministratori.interno.it - 1990, amministratori.interno.it. URL consultato il 24 novembre 2013.
  12. ^ amministratori.interno.it - 1995, amministratori.interno.it. URL consultato il 24 novembre 2013.
  13. ^ amministratori.interno.it - 1999, amministratori.interno.it. URL consultato il 24 novembre 2013.
  14. ^ amministratori.interno.it - 2004, amministratori.interno.it. URL consultato il 24 novembre 2013.
  15. ^ amministratori.interno.it - 2009, amministratori.interno.it. URL consultato il 24 novembre 2013.
  16. ^ Rivoli: dimissioni in consiglio del sindaco Ornella Campagnari con polemica in coda sulle pale eoliche - ReportGarda.com ReportGarda.com
  17. ^ http://amministratori.interno.it/amministratori/ServletNomeReg3?campo1=1237139&campo2=a

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN243205516
Veneto Portale Veneto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Veneto