Casaleone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casaleone
comune
Casaleone – Stemma Casaleone – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Verona-Stemma.png Verona
Amministrazione
Sindaco Andrea Gennari dal 7-5-2012
Territorio
Coordinate 45°10′N 11°12′E / 45.166667°N 11.2°E45.166667; 11.2 (Casaleone)Coordinate: 45°10′N 11°12′E / 45.166667°N 11.2°E45.166667; 11.2 (Casaleone)
Altitudine 16 m s.l.m.
Superficie 38,61 km²
Abitanti 5 806[2] (31-12-2015)
Densità 150,38 ab./km²
Frazioni Sustinenza

Località: Venera[1]

Comuni confinanti Cerea, Gazzo Veronese, Ostiglia (MN), Sanguinetto
Altre informazioni
Cod. postale 37052
Prefisso 0442
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 023019
Cod. catastale B886
Targa VR
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti casaleonesi
Patrono san Biagio
Giorno festivo 3 febbraio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Casaleone
Casaleone
Casaleone – Mappa
Posizione del comune di Casaleone all'interno della provincia di Verona
Sito istituzionale

Casaleone (Casaleòn o Caselòn in veneto[3]) è un comune italiano di 5 806 abitanti della provincia di Verona in Veneto.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Casaleone dista circa 5 chilometri da Cerea e 40 a sud-est da Verona.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso dell'età del Ferro (fino alla metà del I secolo a.C.) il territorio di Casaleone sembra completamente spopolato; scarsa, peraltro, è la documentazione in tutta l'area delle Valli Grandi, forse perché in questo periodo è soggetta ad inondazioni e paludamenti.

Solo con la romanizzazione del territorio e quindi con la centuriazione, che comporta lavori di disboscamento e di bonifica, iniziò il popolamento del paese.

Sulla base dei ritrovamenti si può ritenere che i primi insediamenti fossero modeste fattorie attorno ai corsi d'acqua, al centro di piccole o medie proprietà.

L'unica struttura identificabile come una villa urbano-rustica è quella in cui fu trovato uno dei tesori romani: il ripostiglio della Venera, ai confini tra il comune di Casaleone e quello di Sanguinetto.

L'altro grande tesoro romano di Casaleone è il Tesoretto di Sustinenza, interrato probabilmente nel 50 a.C. ad opera forse di un personaggio che si apprestava a partire per prendere parte alla guerra civile tra Cesare e Pompeo e che non fece più ritorno. Decise di nascondere i suoi risparmi lungo l'argine del Cavariolo, da identificarsi nel tracciato fiancheggiante il corso del Tartaro, grande via di comunicazione.

I due recipienti, rinvenuti nel 1888 e nel 1901 da alcuni lavoratori della terra, contenevano complessivamente 2145 monete, comprese in un arco cronologico che va dal 206 a.C. al 51 a.C.: 728 denari, 1415 quinari e 2 assi.

Il Tesoretto di Sustinenza, studiato dalla dott.ssa Denise Modenesi del Museo di Castelvecchio, è rimasto esposto nella Sala della Reggia del Museo stesso nel dicembre 2003 ed è tornato a Casaleone dal 15 al 30 aprile 2004.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]


Persone legate a Casaleone[modifica | modifica wikitesto]

Gli appuntamenti[modifica | modifica wikitesto]

Open Internazionale di Scacchi del "Basso Veronese" organizzato ogni anno dal Circolo - A.S.D."A. Karpov" - Casaleone Scacchi alla fine del mese di Maggio

Fiera del "Radicchio Rosso di Verona" a Casaleone

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Fa parte dell'area di produzione del Riso Nano Vialone Veronese che viene coltivato su terreni della pianura veronese irrigati con acqua di risorgiva, e della zona del mobile d'arte.

Il comune ha una particolare vocazione agricola; un prodotto tipico e meritevole di nota che viene coltivato è il Radicchio di Verona. Presenti anche allevamenti avicoli.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1934 e il 1965 il territorio comunale fu attraversato dalla linea ferroviaria Treviso-Ostiglia. La stazione di Casaleone si trovava a circa cinque chilometri di distanza dal centro abitato.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

L'unico Circolo di Scacchi del "Basso Veronese" è l'A.S.D."A. Karpov" - Casaleone Scacchi che è ufficialmente riconosciuto dalla F.S.I. Nel 2011 ha promosso contemporaneamente due squadre in Serie C nel Campionato Nazionale Italiano a Squadre di Scacchi. Risultato prestigioso mai ottenuto prima da nessun Circolo di Scacchi del "Basso Veronese".

La società calcistica principale del paese è l'A.S.D Casaleone 1956[5], che porta i colori giallo-blu. La squadra nella stagione calcistica 2013/2014 ha ottenuto la promozione, attraverso i Play-Off, in Prima Categoria dopo due retrocessioni consecutive.

Altra squadra: A.S.D. Sustinenza Calcio (1978)

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
giugno 1987 aprile 1989 Pier Paolo Ambrosi Partito Socialista Italiano Sindaco Dimissionario[6]
maggio 1989 giugno 1992 Enzo Carlo Bigardi Partito Socialista Italiano Sindaco [7]
agosto 1992 settembre 1992 Mattia Gerardino Commissario prefettizio [8]
settembre 1992 gennaio 1993 Mattia Geradino Commissario prefettizio [9]
febbraio 1993 novembre 1997 Alfredo Giuseppe Boniotto Indipendente Sindaco [10]
novembre 1997 maggio 2002 Alfredo Giuseppe Boniotto Lega Nord Sindaco [11]
maggio 2002 maggio 2007 Gabriele Livio Ambrosi Lista Civica Sindaco [12]
maggio 2007 maggio 2012 Gabriele Ambrosi Lista Civica Sindaco [13]
maggio 2012 in carica Andrea Gennari Sindaco [14]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Casaleone - Statuto; Venera viene definita "borgata".
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  3. ^ Provincia In - Storia e curiosità dei 97 Comuni de la Provincia Veronese, La Rena Domila, l'informassion veronese. URL consultato il 26 novembre 2011.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ ASD Casaleone 1956, ASD Casaleone 1956, facebook.com.
  6. ^ amministratori.interno.it - 1987, amministratori.interno.it. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  7. ^ amministratori.interno.it - 1989, amministratori.interno.it. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  8. ^ amministratori.interno.it - 1992 prefettizio, amministratori.interno.it. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  9. ^ amministratori.interno.it - 1992 straordinario, amministratori.interno.it. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  10. ^ amministratori.interno.it - 1993, amministratori.interno.it. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  11. ^ amministratori.interno.it - 1997, amministratori.interno.it. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  12. ^ amministratori.interno.it - 2002, amministratori.interno.it. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  13. ^ amministratori.interno.it - 2007, amministratori.interno.it. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  14. ^ amministratori.interno.it - 2012, amministratori.interno.it. URL consultato l'8 ottobre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]