Regioni del Belgio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le regioni del Belgio costituiscono la suddivisione territoriale di primo livello del Paese. Sono un organo politico, pertanto abilitato ad emanare leggi nelle proprie competenze, che spaziano dall'economia al lavoro, dall'ecologia ai lavori pubblici, dall'agricoltura alla previdenza sociale. Nel sistema federale belga, tuttavia, è da notare come ci sia una divergenza di competenze. Mentre quelle della Vallonia e delle Fiandre sono identiche, tra quelle di Bruxelles-capitale trovano spazio anche alcune comunitarie; inoltre, gli organi di quest'ultima regione, non possono emanare decreti ma solo ordinanze. Questo è dovuto all'esistenza di altri tre enti paralleli, le Comunità, il cui territorio non si sovrappone perfettamente a quello delle regioni e a cui sono invece devolute le competenze educative e culturali. Le regioni sono governate da un ministro-presidente, da un governo e da un parlamento regionale, e sono ulteriormente suddivise in province

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Le regioni sono tre:

  • Fiandre, creata dalla legge speciale di riforma intituzionale dell'8 agosto 1980. Comprende la parte settentrionale del paese ed è divisa in 5 province:
  • Vallonia
  • Bruxelles-Capitale (Région de Bruxelles-Capitale in francese, Brussels Hoofdstedelijk Gewest in olandese, die Region Brüssel-Hauptstadt in tedesco) e comprende il territorio bilingue della capitale. A sua volta è suddiviso in 19 municipalità relativamente autonome. La città di Bruxelles (in francese ville de Bruxelles, in olandese stad Brussel), è la municipalità che comprende il centro cittadino.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto