Partito Comunista dell'Estonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la componente rimasta nel PCUS dopo la scissione del 1990, vedi Partito Comunista dell'Estonia (1990).
Partito Comunista dell'Estonia
(ET) Eestimaa Kommunistlik Partei
(RU) Коммунистическая партия Эстонии
Hammer and sickle red on transparent.svg
StatoRSS Estone RSS Estone
SedeTallinn
Fondazione1920
Dissoluzione1990
PartitoPartito Comunista dell'Unione Sovietica
IdeologiaComunismo
Marxismo-leninismo
CollocazioneEstrema sinistra
Affiliazione internazionaleComintern
TestataRahva Hääl
ColoriRosso

Il Partito Comunista dell'Estonia (in estone: Eestimaa Kommunistlik Partei; in russo: Коммунистическая партия Эстонии) fu un partito politico estone fondato nel 1920; dal 1940 costituì la sezione di livello federale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica nella Repubblica Socialista Sovietica Estone.

Nel marzo 1990 il partito si divise in due componenti: l'una, intendendo rendersi indipendente dal PCUS, procedette nel giugno successivo a cambiare il nome del partito in "Partito Comunista (autonomo) d'Estonia" e nel giugno 1992 dette vita al "Partito Democratico del Lavoro", poi Partito della Sinistra Estone; l'altra componente, volendo proseguire la propria attività politica nell'ambito del PCUS, rifondò il Partito Comunista dell'Estonia, che operò fino all'agosto 1991[1][2]

Primi segretari[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN143103931 · LCCN (ENn50000600 · WorldCat Identities (ENlccn-n50000600