Lega dei Comunisti della Bosnia ed Erzegovina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lega dei Comunisti della Bosnia ed Erzegovina
(HBS) Савез комуниста Босне и Херцеговине
Savez komunista Bosne i Hercegovine

SKBiH
Communist star with golden border and red rims.svg
LeaderNijaz Duraković[1]
StatoBosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
SedeSarajevo
Fondazione1943
Dissoluzione1990
PartitoLega dei Comunisti di Jugoslavia
IdeologiaComunismo,
Marxismo-leninismo,
Titoismo.
CollocazioneEstrema sinistra

La Lega dei Comunisti della Bosnia ed Erzegovina (in serbo-croato: Савез комуниста Босне и Херцеговине / Savez komunista Bosne i Hercegovine, SKBiH), è stato un partito politico bosniaco, il ramo della Lega dei Comunisti di Jugoslavia addetto alla Repubblica Socialista di Bosnia ed Erzegovina. Il partito nacque nel 1943 come Partito Comunista di Bosnia ed Erzegovina. Fu famoso per essere il più conservatore e il meno aperto alle riforme, per via delle varietà etnica della propria repubblica.

Il partito nel 1990 dopo lo scioglimento dello SKJ, decise di riformarsi nel Partito Socialdemocratico di Bosnia ed Erzegovina.

Segretari[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Duraković fu l'ultimo segretario dal 1989 al 1990.
Controllo di autoritàVIAF (EN140529990 · ISNI (EN0000 0000 9531 4555 · LCCN (ENn84078776 · BNF (FRcb122934908 (data) · WorldCat Identities (ENn84-078776
Comunismo Portale Comunismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di comunismo