Partito della Sinistra Estone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Partito della Sinistra Estone
Eesti Vasakpartei
StatoEstonia Estonia
SedeTallinn
Fondazione19 dicembre 1990
Dissoluzione28 giugno 2008
IdeologiaSocialismo democratico
CollocazioneSinistra
Affiliazione internazionalePartito della Sinistra Europea
Nuovo Forum della Sinistra Europea
Sito web


Il Partito della Sinistra Estone è stato un partito politico attivo in Estonia dal 1988 al 2009.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988, quando il capo della sezione estone del PCUS Karl Vaino fu sostituito da Vaino Väljas (ex-ambasciatore sovietico in Nicaragua) la maggior parte dei membri del partito manifestò la volontà di rappresentare l'interesse nazionale e nel 1990 diede vita ad un Partito comunista estone indipendente dal PCUS. Esso ha cambiato denominazione più volte: Partito del Lavoro Estone (1992), Partito Socialdemocratico del Lavoro Estone (1997) ed infine Partito della Sinistra Estone (2004).

Il partito è organizzato attraverso il centralismo democratico: il presidente del partito ed il segretario generale vengono scelti dal Comitato Centrale, nel quale sono presenti membri del partito rappresentanti le varie zone del paese.

Il partito è piuttosto marginale nel quadro politico estone: ha ottenuto l'1,6% alle elezioni parlamentari del 1992 e il 2,3% a quelle del 1995, non si è presentato a quelle del 1999 e ha ottenuto lo 0,4% a quelle del 2003. Alle elezioni europee del 2004 è salito al 3,5%, tornando allo 0,1% alle elezioni parlamentari del 2007.

Nel 2009 si fonde con il Partito della Costituzione costituendo il Partito della Sinistra Unita Estone.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]