Le finte bionde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Le finte bionde
Antonello Fassari.PNG
Antonello Fassari in una scena del film
Lingua originaleItaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1989
Durata92 min
Generecommedia
RegiaCarlo Vanzina
SoggettoCarlo Vanzina, Enrico Vanzina
SceneggiaturaCarlo Vanzina, Enrico Vanzina
ProduttoreAchille Manzotti
Distribuzione (Italia)Warner Bros Italia
FotografiaBeppe Maccari
MontaggioRuggero Mastroianni
MusicheAntonio e Marcello
ScenografiaPaola Comencini
CostumiPaola Comencini
Interpreti e personaggi

Le finte bionde è un film del 1989 diretto da Carlo Vanzina, tratto dall'omonimo libro di Enrico Vanzina edito da Mondadori.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo benestante della Roma di fine anni '80, Graziella, padrona di una boutique e moglie di un affermato professionista, si sente emarginata per il colore dei capelli bruno. Dilagano infatti ovunque le bionde, anzi, soprattutto, le "finte bionde", arrampicatrici sociali e donne senza scrupoli, ma spesso anche grandi "cafone" travestite da signora.

Il film analizza una serie di personaggi della società "yuppies" alle prese con la loro vita sociale, la famiglia, i domestici, i nuovi status symbol, le vacanze.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

«[Il film] intercettava l'onda del qualunquismo e il culto dell'ego con bella lungimiranza sul ventennio berlusconiano. E per questo forse non fu un successo al botteghino» (Paolo Mereghetti[1]).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Corriere della Sera, 10 luglio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema