Renzo Ozzano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Renzo Ozzano (Torino, 4 agosto 1934Torino, 29 agosto 2017) è stato un attore e giornalista italiano.

Radioamatore con nominativo IW1DBT.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un primario e di una farmacista,appassionato di fotografia, ottiene giovanissimo il secondo posto al Festival del Cortometraggio di Montecatini con il documentario "Al di là della nubi". Dopo la laurea in Scienze Politiche inizia a lavorare nel settore commerciale di una ditta e contemporaneamente svolge attività di PR per alcuni locali torinesi. In seguito il suo volto appare su alcuni volantini pubblicitari di aziende cittadine.Dalle "reclames" - allora non si chiamavano ancora spot pubblicitari - al cinema il passo è breve.

È di un certo rilievo Torino nera di Carlo Lizzani (in cui però non è accreditato nei titoli di coda).

Diventa noto con il personaggio del fantino Jean Louis Rossinì in Febbre da cavallo di Steno; da questa pellicola in poi si specializza in ruoli comici, mettendosi in evidenza per i suoi celebri baffi.

Si è in seguito dedicato all'attività di giornalista per il quotidiano Torino cronaca e per riviste cinematografiche (come Cinema d'oggi).

È morto a Torino all'età di 83 anni.[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Clara Caroli, Morto Ozzano, giornalista e attore in film da Lizzani ai Vanzina, in la Repubblica, 29 agosto 2017. URL consultato il 29 agosto 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maurizio Ternavasio, Torinesi chi si rivede, edizioni Lindau, 2003
Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\RAVV\630609