Sapore di mare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il programma televisivo di Canale 5 degli anni novanta, vedi Sapore di mare (programma televisivo).
Sapore di mare
Sapore di mare.jpg
I ragazzi sulla spiaggia di Forte dei Marmi
Titolo originale Sapore di mare
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1983
Durata 92 min
Genere commedia
Regia Carlo Vanzina
Soggetto Carlo Vanzina, Enrico Vanzina
Sceneggiatura Carlo Vanzina, Enrico Vanzina
Produttore Claudio Bonivento
Casa di produzione International Dean Film
Distribuzione (Italia) Medusa Distribuzione
Fotografia Beppe Maccari
Montaggio Raimondo Crociani
Musiche Edoardo Vianello, Giulio Massimini, Mariano Perrella,Riccardo Cocciante, Mina
Scenografia Fiorenzo Senese
Costumi Silvio Laurenzi
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Sapore di mare è un film commedia del 1983 diretto dal regista Carlo Vanzina e interpretato da Jerry Calà, Marina Suma, Christian De Sica e Virna Lisi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In Versilia, nell’estate del 1964, si incrociano le storie di diverse famiglie e in particolar modo dei loro figli, provenienti da diverse città Italiane. Su tutte spicca la famiglia milanese di Luca e Felicino, che ormai è una presenza fissa sulle spiagge toscane. Vi è poi il genovese Gianni, che nonostante sia fidanzato con Selvaggia viene messo in grande difficoltà quando si innamora di Adriana, un'amica dei suoi genitori.

Da Napoli arrivano invece i fratelli Paolo e Marina, venuti a Forte dei Marmi per la prima volta assieme ai propri genitori. Paolo si innamora di Susan, la fidanzata di Felicino, mentre Marina è protagonista di una scanzonata storia d'amore con Luca.

Altri membri della compagnia e comprimari delle tante avventure vissute dai ragazzi nel corso dell'estate sono Giorgia, migliore amica di Selvaggia, e i Marchesini Pucci, coppia di gemelli presa di mira da Luca che vi ironizza spesso sopra.

Le ultime settimane della stagione estiva passano però in fretta e con questa si concludono anche le storie di tutti i membri della comitiva di amici. Gianni, dopo aver interrotto la propria relazione con Selvaggia perché innamorato di Adriana, viene respinto da quest'ultima, che ritiene impossibile l'amore tra i due vista la differenza di età.

Adriana parla così con Selvaggia convincendola che Gianni è ancora il ragazzo giusto per lei e questa, alla fine, decide di perdonarlo. Felicino, invece, scarica Susan perché disinteressato nel proseguire la burrascosa relazione, cosa che spinge Paolo a tentare di dichiararsi a Susan raggiungendo in tempo il treno su cui è salita la ragazza, ma fallendo.

Infine Luca viene raggiunto dalla sua ex fidanzata di Milano e parte con lei per trascorrere l'ultima settimana d'estate in campagna. Prima di partire incontra Marina, all'oscuro di tutto, e tronca sull'istante la loro relazione ferendola profondamente, ma promettendole di scriverle presto una lettera che però non spedirà mai.

Diciotto anni dopo, nell'estate del 1982, tutti i protagonisti si ritrovano inaspettatamente nello stesso locale che frequentavano anni prima da ragazzi. Qui si scopre il loro destino: Paolo è riuscito a dichiararsi a Susan e i due si sono sposati; Gianni, invece, non è sposato e lavora come giornalista; Selvaggia è reduce da un matrimonio terminato e ora vive assieme al suo nuovo compagno; mentre Adriana trascorre l'estate assieme al figlio adolescente.

Marina, invece, è anche lei sposata e rivede dopo tanti anni Luca, il quale inizialmente non la riconosce, ma si fa perdonare poco dopo scrivendole un biglietto, per poi guardarla uscire dal locale con un'espressione amareggiata in volto ripensando alla loro relazione di diversi anni prima.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film rischiò di non farsi per i dubbi di Pio Angeletti e Adriano De Micheli sul costo delle riprese, fu solo l'intervento di Claudio Bonivento, all'epoca agente di Jerry Calà, a sbloccare la situazione, facendosi garante che il film non superasse il budget previsto. Il comportamento dei due produttori però indusse i Vanzina a passare alla Filmauro per girare Vacanze di Natale l'anno dopo.[1]

Il film si intitola Sapore di mare anziché Sapore di sale perché all'epoca un'altra casa cinematografica aveva messo in cantiere un film con quel titolo da far dirigere a Neri Parenti, registrandone il titolo e acquisendo i diritti dell'omonima canzone di Gino Paoli. Il film però non fu mai realizzato e nel sequel Sapore di mare 2 - Un anno dopo si poté usare la canzone, cantanta dallo stesso Paoli in una comparsata a fine film.[2]

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Virna Lisi nel ruolo di Adriana
Marina Suma nel ruolo di Marina

La distribuzione non era convinta sulla scelta del cast, in particolare per quanto riguarda Christian De Sica, in quel periodo attore non ancora affermato, e Virna Lisi.[2]

Jerry Calà lesse per caso una bozza del copione che gli capitò sotto mano mentre curiosava su una scrivania nello studio della produzione. Questa gli piacque così tanto che telefonò subito a Carlo Vanzina per parlarne, ma il regista gli rispose che sarebbe stato un film a basso costo e la produzione non sarebbe mai riuscita a coprire il costo del suo cachet.[1]

Calà si disse però così affascinato dal progetto che accettò di girarlo per un compenso inferiore, ponendo però nel contratto una clausola che gli garantiva una grossa parte delle percentuali dopo il raggiungimento degli 8 miliardi di lire al botteghino.[1] I produttori accettarono convinti che il film non avrebbe mai superato i 4 miliardi di lire, invece al termine della corsa al botteghino l'incasso fu di 10 miliardi.[1]

Per il ruolo di Paolo Pinardi, poi andato ad Angelo Cannavacciuolo, era stato preso in considerazione anche Massimo Ciavarro che fu poi ripescato da Bruno Contini per il ruolo di Fulvio nel sequel.[2]

Nelle ultime scene del film compare brevemente Alba Parietti, all'epoca moglie di Franco Oppini, amica di Calà e, all'epoca, ancora sconosciuta al grande pubblico.[2]

Location[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film si svolsero parte in Versilia, precisamente a Forte dei Marmi, e parte nel litorale laziale a Ostia e Fregene.

Elementi narrativi[modifica | modifica wikitesto]

Il film che viene proiettato nell'arena all'aperto dove Gianni va a fare pace con Selvaggia è I due colonnelli, diretto nel 1962 proprio da Steno, il padre di Carlo ed Enrico.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film uscì nelle sale cinematografiche italiane il 17 febbraio 1983.[3] Nel 2003, per il 20º anniversario, la Moviemax ha pubblicato il cofanetto DVD contenente Sapore di mare e Sapore di mare 2 - Un anno dopo.[4]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu un successo ai botteghini incassando 10 miliardi di lire.[5]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

« Uno dei film più fortunati di Vanzina. Superficiale e vacuo, azzecca però una colonna sonora tutta nostalgica e "mitici anni sessanta". Ridi e getta, non c'è dubbio. E con un modello di vita da incorniciare e voltare contro il muro. Attori spensierati e non sempre simpatici. Ha inaugurato il filone vacanziero, mannaggia... »

(Francesco Mininni, Magazine italiano tv[6])

« La commedia all'italiana ha un erede in famiglia. È Carlo Vanzina, figlio di Steno, che al suo nono film fa centro con questo "Italian graffiti", astuto ma sincero e che s'allontana dal cabaret cinematografico ahimé in voga. »

(Laura e Morando Morandini, Telesette[6])

« Rievocazione dei "favolosi anni Sessanta", questo film apre il filone vacanziero degli anni Ottanta. Intrigante la colonna sonora interamente rielaborata sui grandi successi dell'epoca, adatto al clima rampante ed edonistico del decennio passato. È il miglior film dei Vanzina, l'unico dei fratelli registi che abbia mirato a qualcosa di più del semplice incasso al botteghino. »

(FilmTv.it[7])

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Sapore di mare
Artista AA.VV.
Tipo album Colonna sonora
Pubblicazione 1983
Durata 56:56
Dischi 1
Tracce 20
Genere Pop
Etichetta CGD
Formati LP, MC, CD

La colonna sonora è una raccolta di brani degli anni sessanta, pubblicata in LP (numero di catalogo COM 20340), MC (30 COM 20340) e CD (9031 70245-2) nel 1983 dall'etichetta discografica CGD.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Edoardo VianelloAbbronzatissima – 2:29
  2. MinaIl cielo in una stanza – 2:52
  3. Los Marcellos FerialCuando calienta el sol – 2:20
  4. Fred BongustoUna rotonda sul mare – 2:48
  5. Rita PavoneCome te non c'è nessuno – 2:41
  6. Ornella VanoniSenza fine – 2:40
  7. Gianni MorandiNon son degno di te – 2:29
  8. I GigantiUna ragazza in due – 2:15
  9. Ornella VanoniMi sono innamorata di te – 4:30
  10. Los Marcellos FerialSei diventata nera – 2:12
  11. Piero FocacciaStessa spiaggia, stesso mare – 2:20
  12. Gigliola CinquettiNon ho l'età – 3:15
  13. The RokesC'è una strana espressione nei tuoi occhi – 2:14
  14. Caterina CaselliNessuno mi può giudicare – 2:40
  15. Adriano CelentanoUna carezza in un pugno – 2:56
  16. Caterina CaselliPerdono – 2:56
  17. Massimo RanieriPietà per chi ti ama – 2:35
  18. Riccardo Del TurcoLuglio – 3:10
  19. Mario TessutoLisa dagli occhi blu – 3:16
  20. Giorgia FiorioSegreti – 4:18

Durata totale: 56:56

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Sempre nel 1983 viene distribuito il seguito del film, Sapore di mare 2 - Un anno dopo. A distanza di 30 anni dall'uscita del film, i fratelli Vanzina dirigono Sapore di te, ambientato sempre a Forte dei Marmi, però nella prima metà degli anni ottanta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Una vita da libidine, Sperling & Kupfer, 2016, ISBN 88-200-9470-3.
  2. ^ a b c d Sapore di mare 1 e 2, 10 curiosità sugli intramontabili cult, su www.sorrisi.com. URL consultato il 4 ottobre 2017.
  3. ^ Massimo Giraldi, I film di Steno, Gremese Editore, 2007, p. 20, ISBN 978-88-8440-461-9.
  4. ^ Sapore di mare - Collection (2 dvd), alcinemaincasa.it. URL consultato il 9 gennaio 2014.
  5. ^ Chiara Ugolini, "Sapore di mare" trent'anni dopo: al cinema adesso è "Sapore di te", in Corriere della Sera, 8 gennaio 2013. URL consultato il 9 gennaio 2014.
  6. ^ a b Sapore di mare, in CineDataBase, Rivista del cinematografo. URL consultato il 1 giugno 2017.
  7. ^ Sapore di mare, in FilmTv.it, Arnoldo Mondadori Editore. URL consultato il 1 giugno 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema