La vecchia signora di Bayeux

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La vecchia signora di Bayeux
Titolo originaleLa vieille dame de Bayeux
Altri titoliIl caso della vecchia signora
Maigret e la vecchia signora di Bayeux
AutoreGeorges Simenon
1ª ed. originale1938
1ª ed. italiana1962
GenereRacconto
SottogenereGiallo
Lingua originale francese
SerieRacconti con Maigret protagonista
Preceduto daL'innamorato della signora Maigret
Seguito daLa Locanda degli Annegati

La vecchia signora di Bayeux (titolo originale in francese La vieille dame de Bayeux, pubblicato in traduzione italiana anche con i titoli Il caso della vecchia signora o Maigret e la vecchia signora di Bayeux) è un racconto scritto dall'autore belga Georges Simenon, in cui compare protagonista la figura di Maigret.

È stato scritto a Neuilly-sur-Seine, in Francia nel 1938.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mentre Maigret si trova temporaneamente a Caen in Normandia, per riordinare il locale ufficio di polizia, un'anziana benestante signora della località vicina di Bayeux muore mentre è ospite del nipote a Caen. Sembrerebbe una morte per cause naturali, ma la giovane dama di compagnia della anziana signora è convinta che non sia così e decide di confidare i propri sospetti al commissario. Maigret inizia ad indagare, pur con qualche difficoltà dovuta all'ambiente chiuso e provinciale della piccola cittadina e alle resistenze dei notabili del luogo, preoccupati di non infastidire l'altolocata famiglia della defunta. Scoprendo alcune incongruenze nelle testimonianze, a dispetto delle apparenze e dei certificati medici, alla fine Maigret riesce a scoprire il delitto, ricostruendone il meccanismo e il movente ed incastrando l'assassino.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

In francese è uscito la prima volta sul n° 41 [prima serie] di "Police-Roman", il 3 febbraio 1939, poi nell'edizione del 1944 della raccolta Les nouvelles enquêtes de Maigret, pubblicata da Gallimard.

In italiano, con il titolo La vecchia signora di Bayeux, fa parte della raccolta Maigret in Rue Pigalle (ed. 1962), nella traduzione di Bruno Just Lazzari, per la prima volta stampata ne “I Gialli di Ellery Queen” (n° 34), pubblicata da Mondadori nel 1952, poi nei “Capolavori Gialli” n° 22-24 (1955), quindi con la traduzione rinnovata di Elena Cantini, nella raccolta omonima[1] che porta il titolo Maigret e la vecchia signora di Bayeux e poi nella collana "Le inchieste del commissario Maigret” (n° 17) del 1966 e negli "Oscar" (n° 635) (1975). La traduzione di Gian Franco Orsi è nella collana “Estate Gialla” (1977) dello stesso editore. Poi è stato incluso anche nella raccolta La pipa di Maigret (1993 e successivi). Il racconto inoltre, è incluso come Il caso della vecchia signora in I paladini del brivido (raccolta edita da Sansoni nel 1962), in Breviario del crimine (raccolta edita da SugarCo nel 1962, a cura di Bruno Tasso); e in Dieci toni del giallo (SugarCo, 1979). È stato poi incluso nel 2013 nella raccolta La Locanda degli Annegati e altri racconti, nella traduzione di Marco Bevilacqua per Adelphi (parte della collana "gli Adelphi", al n° 432).

Film e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Tre sono stati gli adattamenti per la televisione:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fanno parte della raccolta anche i racconti: I maialini senza coda, Il notaio di Chateauneuf e Un certo signor Berquin, il secondo dei quali solamente è in genere considerato un Maigret.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]