La finestra aperta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il quadro di Matisse, vedi Finestra aperta.
La finestra aperta
Titolo originaleLa fenêtre ouverte
AutoreGeorges Simenon
1ª ed. originale1936
1ª ed. italiana1962
GenereRacconto
SottogenereGiallo
Lingua originalefrancese
SerieRacconti con Maigret protagonista
Preceduto daIl caso di boulevard Beaumarchais
Seguito daIl signor Lunedì

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Rue Montmartre

Maigret ha un appuntamento con il signor Laget, capo della ditta Le Commerce Français situata in rue Montmartre, a destra all'incrocio rue de Jeûneurs. Quando il commissario arriva ci sono in attesa un certo numero di creditori in anticamera, e poco dopo dall'ufficio arriva il rumore di uno sparo. Maigret si precipita nell'ufficio di Laget. Piccolo e grasso, il direttore è accasciato su una sedia, con una ferita alla tempia destra. La società è stata oggetto di indagini da parte della polizia giudiziaria di Parigi, inoltre il dipartimento delle finanze del pubblico ministero aveva emesso un mandato, per questi motivi si ipotizza un suicidio. Maigret grazie al suo fiuto infallibile scopre che il responsabile dell'omicidio è l'assistente di Laget, che da tempo covava rancore nei confronti del suo capo.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

In francese fu pubblicato per la prima volta su "Paris-Soir-Dimanche" (supplément), n° 46 e n° 47, rispettivamente dell'8 e 15 novembre 1936, poi in volume nel 1944 nella raccolta Les nouvelles enquêtes de Maigret, presso Gallimard, terza di 9 inchieste della prima serie.

In italiano il racconto è uscito per la prima volta da Mondadori nel 1962, nella raccolta Maigret in Rue Pigalle, traduzione di Elena Cantini, collana “Romanzi di Simenon” (n° 185) e nel 1968 nella stessa raccolta ma in due volumi della collana “Le inchieste del commissario Maigret” (n° 53); quindi dal 1973 nella collana "Oscar" (n° 476). Il racconto è presente anche nell'antologia La polizia indaga (Vallecchi, 1958) e sulla rivista "Grazia" del 19 marzo 1972. È stato poi incluso nel 2012 nella raccolta Rue Pigalle e altri racconti, nella traduzione di Annamaria Carenzi Vailly per Adelphi (parte della collana "gli Adelphi", al n° 424).

Film e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Il racconto è stato adattato in televisione quale

  • Episodio dal titolo Maigret et la fenêtre ouverte, facente parte della serie televisiva Il commissario Maigret per la regia di Michel Grisolia, trasmesso per la prima volta il 22 giugno 2001, con Bruno Cremer nel ruolo del commissario Maigret. In Italia l'episodio è intitolato Maigret e la finestra aperta.