La testimonianza del chierichetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La testimonianza del chierichetto
Titolo originaleLe témoignage de l'enfant de chœur
Altri titoliNon sculacciate i chierichetti
AutoreGeorges Simenon
1ª ed. originale1946
1ª ed. italiana1959
GenereRacconto
SottogenereGiallo
Lingua originale francese
SerieRacconti con Maigret protagonista
Preceduto daLa pipa di Maigret
Seguito daMaigret e l'ispettore Scorbutico

La testimonianza del chierichetto (titolo originale in francese Le témoignage de l'enfant de chœur, pubblicato in traduzione italiana anche col titolo Non sculacciate i chierichetti) è un racconto di Georges Simenon con protagonista il personaggio di Maigret.

Il racconto è stato scritto a Sainte-Marguerite, Québec (Canada) il 28 aprile 1946.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nessuno crede a Justin, un bambino che ogni mattina nel suo paesino (dove Maigret è stato mandato per riorganizzare il commissariato) va a servire la messa prima di andare a scuola. Il ragazzo ha giurato d'aver visto il cadavere di un uomo sul marciapiede, ma quando la polizia è arrivata sul posto non ha trovato nulla. Tutti pensano che il bambino sia un bugiardo o quantomeno un visionario e solo Maigret gli crede. Così comincia a indagare e scopre che, oltre al cadavere, il ragazzo ha visto di sfuggita anche il potenziale assassino. Come può un corpo sparire in pochi minuti? E perché l'assassino è scappato alla vista del ragazzo? Tra giudici in pensione, suore, preti e gentiluomini di campagna Maigret riuscirà a venire a capo del problema. Anche lui, da ragazzo, è stato chierichetto nel suo paesino natale di Saint-Fiacre.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

In francese è il secondo racconto della raccolta Maigret et l'inspecteur malchanceux, pubblicata nel 1947 da Presses de la Cité[1]

In italiano, con il titolo Non sculacciate i chierichetti, fa parte della raccolta Maigret e i poveri diavoli, traduzione di Roberto Cantini, per la prima volta stampata nei “Capolavori Gialli” (n° 111), pubblicata da Mondadori nel 1959 e poi nella collana "Le inchieste del commissario Maigret” (n° 20) del 1966. Poi con il titolo La testimonianza del chierichetto è stato incluso nella raccolta La pipa di Maigret (1993 e successivi). Nel 2014, come secondo racconto della raccolta La pipa di Maigret e altri racconti, per la traduzione di Marina Di Leo, presso Adelphi (parte della collana "gli Adelphi", al n° 466).

Film e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Per il cinema va menzionato il film Brelan d'as, con Michel Simon nel ruolo di Maigret e per la regia di Henri Verneuil, uno degli episodi del quale, dal titolo Le témoignage de l'enfant de chœur, è tratto dal racconto.

Tre sono stati gli adattamenti per la televisione:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La raccolta contiene il racconto Maigret et l'inspecteur malchanceux, poi diventato dall'ed. del 1956 Maigret et l'Inspecteur Malgracieux, Le témoignage de l'enfant de chœur, Le client le plus obstiné du monde e On ne tue pas les pauvres types.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • La testimonianza del chierichetto, trad. di Marina Di Leo, in La pipa di Maigret e altri racconti, Milano, Adelphi, 2014, pp. 57–96 ISBN 9788845929410

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]