Maigret e i gangsters

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo romanzo di Georges Simenon, vedi Maigret, Lognon e i gangster.
Maigret e i gangsters
Sanipoli e Gabin.jpg
Jean Gabin (Maigret) e Vittorio Sanipoli (Pozzo) in una scena del film.
Titolo originaleMaigret voit rouge
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia, Italia
Anno1963
Durata87 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,66:1
Generegiallo
RegiaGilles Grangier
SoggettoGeorges Simenon
SceneggiaturaGilles Grangier, Jacques Robert
ProduttoreJean-Paul Guibert, Robert Gascuel
FotografiaLouis Page
MontaggioMarie-Sophie Dubus
MusicheMichel Legrand e Francis Lemarque
ScenografiaJacques Colombier
Interpreti e personaggi

Maigret e i gangsters è un film franco-italiano del 1963, diretto da Gilles Grangier, tratto dal romanzo poliziesco Maigret, Lognon et les gangsters, con Jean Gabin nel ruolo di Maigret.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Vicino alla Gare du Nord, uno straniero viene ferito da uomini armati. Quando giunge la polizia, la vittima è scomparsa. Maigret, coadiuvato dall'ispettore Lognon scopre che questi gangster sono americani. La targa della vettura degli aggressori, identificata da un testimone, conduce Lognon a un bar di proprietà di un americano d'origine siciliana, in cui lavora una ragazza belga, Lily, la quale ha ospitato i gangster. Maigret alla fine ha successo, dopo aver affrontato avventure pericolose per capire perché i gangster di Saint Louis (Missouri) sono a Parigi, dove si sono sbarazzati di un testimone scomodo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema