Harry Arter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harry Arter
Nazionalità Irlanda Irlanda
Altezza 1,76 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Bournemouth
Carriera
Giovanili
Charlton
Squadre di club1
2007-2009Charlton0 (0)
2009-2010Woking36 (5)
2010Bournemouth0 (0)
2011Carlisle Utd5 (1)
2011-Bournemouth170 (25)
Nazionale
Irlanda Irlanda U-17 3 (0)
Irlanda Irlanda U-19 3 (0)
Irlanda Irlanda 1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2016

Harry Arter (Sidcup, 28 dicembre 1989) è un calciatore irlandese, centrocampista del Bournemouth.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Comincia la sua carriera con il Charlton Athletic, dove conta solo una presenza nel 2007, prima di essere prestato alle squadre non professionistiche del Staines Town e Welling United per poi essere ceduto al Woking.

Dopo una sola stagione al Woking, viene acquistato dal Bournemouth, diventando un membro fondamentale della squadra. Con il Bournemouth avrà due promozioni, in Championship nel 2013 e in Premier League nel 2015.

Nato e cresciuto in Inghilterra, Harry ha però scelto di giocare con la nazionale irlandese, avendo militato sia nell'under 17 che nell'under 19, prima di fare l'esordio a giugno 2015.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Charlton Athletic[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Londra, Arter comincia la sua carriera con il Charlton Athletic. Ha fatto il suo debutto professionistico il 25 settembre 2007, subentrando a Svetoslav Todorov all'ottantaseiesimo minuto nella sfida in trasferta contro il Luton Town persa per 3-1. Questa sarà la sua unica presenza con la squadra londinese, perché nella stagione seguente viene prestato allo Staines Town e al Welling United.

Woking[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 giugno 2009, Arter viene tesserato dal Woking, squadra con cui milita un solo anno, perché poi verrà acquistato dal Bournemouth con la somma del trasferimento scelta dal tribunale dalla FA, in quanto i due club non furono d'accordo sull'offerta.

Bournemouth[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 giugno 2010, Arter viene acquistato dal Bournemouth, squadra guidata dal tecnico Eddie Howe. Due mesi dopo fa il suo debutto nel primo match della stagione, in trasferta contro la sua ex squadra, il Charlton. Dopo essere stato ammonito durante il primo tempo, viene sostituito a fine primo tempo. Completamente fuori condizione viene anche prestato per un mese alla squadra rivale il 4 marzo 2011, il Carlisle United.

Il giorno dopo esordì con la nuova maglia entrando nell'ultima mezz'ora della partita in trasferta contro il Brighton & Hove Albion, segnando il goal del pareggio nei minuti di recupero, goal che sarà inutile per la squadra, perché un minuto dopo, il Carlisle, subirà il goal del 3-4. Questo è stato il suo primo goal da professionista.

Il 13 agosto 2011, Arter sostituisce Mark Molesley durante il sessantaseiesimo minuto nella partita casalinga contro il Sheffield Wednesday, e diciassette minuti dopo segnerà il suo primo goal per le Cherries, segnando il 2-0. Nel corso della stagione segnerà in totale 5 goal in 34 presenze.

Nella stagione seguente, Arter segna 8 goal in 37 partite, compreso il goal nella vittoria per 3-1 contro il Carlisle, il 20 aprile 2013, che assicurò per il Bournemouth la promozione in Championship.

Arter è stato uno dei protagonisti nella stagione 2014-2015, segnando 9 goal in 43 partire e viene votato anche giocatore dell'anno da parte dei tifosi. Il 25 ottobre 2014, Arter scende in campo nella partita vinta per 8-0 contro il Birmingham City, che segna il record per la vittoria più grande per la società. Insieme al centrocampista Andrew Surman, Harry forma una sensazionale coppia di centrocampo, con Surman che si occupa delle azioni difensive mentre Arter di quelle offensive. Harry è conosciuto per il suo sinistro dalla distanza, ammirabile nel secondo goal nel 3-0 contro i rivali per la promozione del Middlesbrough, e il primo goal nell'1-1 contro il Watford.

Il 27 aprile 2015 Arter gioca nella partita vinta per 3-0 contro il Bolton, che regala al Bournemouth, una storica promozione in Premier League. Cinque giorni dopo, Arter segna il secondo goal nella vittoria esterna per 3-0 contro il Charlton che, in concomitanza con il pareggio all'ultimo minuto dei rivali del Watford, consegna al Bournemouth addirittura il campionato.

Per la prima volta, nei 127 anni della società del dorset, il Bournemouth è stato promosso in Premier League.

A causa di un infortunio Harry è costretto a saltare la prima parte della nuova stagione in Premier League, facendo il suo debutto il 1º novembre 2015 nella partita persa per 2-0 contro i rivali del Southampton. Due mesi dopo l'esordio in Premier League arriva anche il primo goal per Harry, infatti il 12 gennaio 2016, sarà lui a sbloccare il match tra Bournemouth ed il West ham davanti ai propri tifosi con un gran destro da 25 metri. Il goal risulterà comunque inutile, dato che le cherries perdono in casa 1-3.

Carriera internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Pur essendo nato e cresciuto in Inghilterra, Arter sceglie di giocare per la nazionale irlandese, avendo I nonni originari di Sligo. Con l'Irlanda gioca sia nell'under 17 che under 19.

A febbraio 2015, l'allenatore della nazionale maggiore, Martin O’Neill dichiara alla stampa che Harry Arter è uno dei possibili convocabili per il match contro la Polonia, valevole per le qualificazioni a Euro 2016. La chiamata arriva il 12 marzo, anche se Harry non scende in campo. Per il debutto ufficiale bisogna aspettare il 7 giugno 2015, dato che Arter entra in campo al sessantatreesimo minuto nella partita amichevole contro l'Inghilterra pareggiata 0-0.

Vita personale[modifica | modifica wikitesto]

Arter è fratellastro dell'ex capitano della nazionale inglese Scott Parker, che sposò sua sorella Carly. Entrambi cominciarono la carriera al Charlton.

A dicembre 2015, Harry Arter e sua moglie subiscono un grave lutto famigliare, in quanto perdono la propria figlia, nata morta. La squadra ed il tecnico Eddie Howe si stringono intorno al dolore della famiglia Arter, dedicandogli la storica vittoria per 2-1 contro il Manchester United il 12 dicembre.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 12/01/2016

Squadra Stagione Campionato FA Cup League Cup Altro Totale
Divisione Pres Reti Pres Reti Pres Reti Pres Reti Pres Reti
Charlton Athletic 2007-08 Championship 0 0 0 0 1 0 - - 1 0
Woking 2009-10 Conference South 36 5 5 3 - - 3 1 44 9
Carlisle United (prestito) 03/2011 League One 5 1 - - - - - - 5 1
Bournemouth 2010-11 League One 18 0 1 0 0 0 1 0 20 0
2011-12 League One 34 5 2 1 1 0 2 0 39 6
2012-13 League One 37 8 3 0 1 0 1 0 42 8
2013-14 Championship 31 3 2 0 1 0 - - 34 3
2014-15 Championship 43 9 1 0 3 0 - - 47 9
2015-16 Premier League 11 1 1 0 - - 12 1
Totale 214 31 14 4 8 0 7 1 244 37