Gennaro Scognamiglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gennaro Scognamiglio
Entella-Perugia Supercoppa - Gennaro Scognamiglio.JPG
Scognamiglio capitano del Perugia nel 2014
Nazionalità Italia Italia
Altezza 187[1] cm
Peso 80[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Pescara
Carriera
Giovanili
2002 Treviso
2002-2005 Salernitana
Squadre di club1
2004-2005 Salernitana 0 (0)
2005-2006 Savoia 20 (0)
2006-2008 Sangiuseppese Neapolis 61 (1)
2008-2010 Crotone 23 (1)[2]
2010 Cosenza 7 (0)
2010-2013 Juve Stabia 84 (6)[3]
2013 Parma 0 (0)
2013-2014 Perugia 30 (4)
2014-2015 Benevento 34 (6)
2015-2016 Trapani 40 (8)[4]
2016 Pisa 0 (0)
2016-2017 Novara 28 (1)
2017-2018 Cesena 25 (2)
2018- Pescara0 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 agosto 2017

Gennaro Scognamiglio (Gragnano, 24 aprile 1987) è un calciatore italiano, difensore del Pescara.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Difensore centrale, forte fisicamente è molto abile sulle palle inattive, può essere schierato anche come terzino sinistro.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi, Savoia e Neapolis[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver militato nelle giovanili di Treviso e Salernitana, esordisce nel Savoia dove mette assieme 20 presenze nel campionato di Serie D 2005-2006.

Nella stagione seguente, 2006-2007, viene ingaggiato dalla Sangiuseppese Neapolis, sempre nella massima serie dilettantistica; qui scende in campo in 30 occasioni contribuendo alla vittoria del proprio girone da parte dei campani nonché al raggiungimento della finale dello scudetto di categoria, persa contro i sardi del Tempio. È titolare anche in Serie C2, dove il 2 dicembre 2007 realizza la sua prima marcatura da professionista, contro l'Atletico Roma (1-1).

Crotone e Cosenza[modifica | modifica wikitesto]

In C2 riesce a farsi notare[5][6] e a fine stagione viene acquistato dal Livorno, che lo cede a sua volta al Crotone tramite comproprietà.[7] Il 7 giugno 2009 realizza la sua prima rete con gli squali nella sfida contro la Pro Cavese, vinta 2-1. Totalizza 18 presenze durante la stagione di Prima Divisione: la società calabrese si qualifica per i play-off, raggiungendo la Serie B dopo aver eliminato l'Arezzo, a cui Scognamiglio segna una rete nel 4-0 della partita di ritorno, e il Benevento. Esordisce in Serie B il 21 agosto del 2009, nell'incontro perso a Sassuolo per 2-0.

Ha il tempo di giocare solamente altre 4 volte prima di essere ceduto al Cosenza, con la formula del prestito, nella sessione invernale di mercato.[8] Il 31 gennaio debutta con la nuova maglia nella partita contro l'Andria BAT (1-1), valida per la Lega Pro Prima Divisione. A fine stagione, dopo 7 presenze coi lupi, ritorna a Crotone.

Juve Stabia[modifica | modifica wikitesto]

La società rossoblù lo svincola: Scognamiglio rimane senza una squadra fino al 19 ottobre 2010, quando la Juve Stabia, squadra di Prima Divisione, ufficializza l'accordo con il calciatore.[9] Cinque giorni dopo esordisce contro l'Andria (0-1), la stessa squadra contro la quale aveva esordito qualche mese prima con la maglia cosentina. La Juve Stabia centra il quinto posto nel girone, valido per l'accesso ai play-off: qui i campani escludono prima il Benevento, squadra che Scognamiglio era già riuscito a superare ai play-off ai tempi del Crotone, per 2-1, e poi l'Atletico Roma (2-0) riuscendo a raggiungere la Serie B. Questa stagione si chiude per Scognamiglio con 28 presenze, delle quali 4 nei play-off, e 2 gol, il primo dei quali realizzato il 9 gennaio 2011 sul campo del Foligno (1-1).

Il 27 agosto successivo debutta nuovamente in serie cadetta contro l'Empoli (2-1), giocando per tutta la prima parte di stagione; al tredicesimo turno arriva anche la prima rete nel campionato cadetto: il 1º novembre Scognamiglio firma il decisivo 1-0 al L.R. Vicenza. Nella seconda annata consecutiva in Serie B, fa il suo esordio stagionale in trasferta contro il Brescia (2-0), e l'8 novembre sigla la sua prima rete stagionale, nuovamente ai danni dei vicentini (1-1). Rimane svincolato appena scaduto il suo contratto con le vespe, al termine della stagione 2012-2013.

Perugia, Benevento e Trapani[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 luglio 2013 si accorda con il Parma,[10] società che il giorno dopo lo cede in prestito al Perugia, in Prima Divisione.[11] Nella sua unica annata coi grifoni vince il campionato, conquistando l'approdo in Serie B e, a fine torneo, anche la Supercoppa di Prima Divisione contro l'Entella, quest'ultima sollevata con la fascia di capitano al braccio.

Una volta terminato il prestito agli umbri, il 1º luglio 2014 torna alla società ducale che l'8 dello stesso mese lo cede definitivamente al Benevento, in Lega Pro.[12] Alla seconda giornata di campionato, il 6 settembre, segna il primo[13] dei suoi sei gol – primato personale in una stagione – con la maglia giallorossa.

Nonostante avesse firmato con gli stregoni un contratto biennale,[12] dopo un anno si svincola dal club campano[14] per trasferirsi al Trapani,[15] in Serie B; realizza il suo primo gol con la maglia dei siciliani il 19 settembre 2015, aprendo le marcature nell'1-1 interno contro il Lanciano.[16] Con i granata di Serse Cosmi raggiunge a sorpresa la finale play-off per la promozione in massima serie, persa contro il Pescara.

Novara e Cesena[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la stagione a Trapani, l'8 luglio 2016 si trasferisce inizialmente al Pisa, neopromosso in Serie B;[17] tuttavia, dopo appena un mese il calciatore rescinde il contratto con il club toscano, e il successivo 6 agosto si accorda con i pari categoria del Novara.[18] Con i gaudenziani colleziona 28 presenze e 1 un gol contribuendo alla salvezza dei piemontesi. Il 31 agosto 2017 viene ceduto al Cesena, sempre tra i cadetti.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 24 aprile 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2005-2006 Italia Savoia D 20 0 CI+CI-D 0+0 0 - - - - - - 20 0
2006-2007 Italia Sangiuseppese Neapolis D 30 1 CI+CI-D 0+0 0 - - - - - - 20 0
2007-2008 C2 31 1 CI+CI-D 0+0 0 - - - - - 31 1
Totale Sangiuseppese Neapolis 61 2 0 0 - - - - 61 2
2008-2009 Italia Crotone 1D 18+3[19] 1+1[19] CI+CI-LP 0+1 0 - - - - - - 22 2
2009-gen. 2010 B 5 0 CI 0 0 - - - - - - 5 0
Totale Crotone 23+3 1+1 1 0 - - - - 27 2
gen.-giu. 2010 Italia Cosenza 1D 7 0 CI+CI-LP 0+4 0+1 - - - - - - 11 1
ott. 2010-2011 Italia Juve Stabia 1D 24+4[19] 2 CI+CI-LP 0+5 0+1 - - - - - - 33 3
2011-2012 B 27 1 CI 1 0 - - - - - - 28 1
2012-2013 B 29 3 CI 3 0 - - - - - - 32 3
Totale Juve Stabia 80+4 6 9 1 - - - - 93 7
2013-2014 Italia Perugia 1D 30 4 CI+CI-LP 1+2 0 - - - SdL-1D 2 0 35 4
2014-2015 Italia Benevento LP 34 6 CI+CI-LP 0 0 - - - - - - 34 6
2015-2016 Italia Trapani B 40+4[19] 8 CI 1 0 - - - - - - 45 8
lug.-ago. 2016 Italia Pisa B - - CI - - - - - - - - - -
ago. 2016-2017 Italia Novara B 28 1 CI 2 0 - - - - - - 30 1
Totale carriera 323+11 28+1 20 2 - - 2 0 356 31

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Sangiuseppese Neapolis: 2006-2007 (girone I)
Juve Stabia: 2010-2011
Perugia: 2013-2014 (girone B)
Perugia: 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Gennaro Scognamiglio, su ita.worldfootball.net.
  2. ^ 26 (2) se si comprendono le presenze nei play-off.
  3. ^ 84 (6) se si comprendono le presenze nei play-off.
  4. ^ 44 (8) se si comprendono le presenze nei play-off.
  5. ^ Stefano Sica, Sangiuseppese: Scognamiglio piace all'Udinese, su tuttomercatoweb.com, 7 dicembre 2007.
  6. ^ Bari, Perinetti segue Maruggi e Scognamiglio, su tuttomercatoweb.com, 7 dicembre 2007.
  7. ^ Stefano Sica, Scognamiglio al Crotone, su tuttomercatoweb.com, 29 agosto 2008.
  8. ^ Cosenza, preso Gennaro Scognamiglio, su tuttomercatoweb.com, 25 gennaio 2010.
  9. ^ Raimondo De Magistris, Juve Stabia, preso Scognamiglio, su tuttomercatoweb.com, 19 ottobre 2010.
  10. ^ Parma-Scognamiglio, contratto depositato, su gazzetta.it, 26 luglio 2013.
  11. ^ Calciomercato, Aveni e Scognamiglio sono del Perugia, su acperugiacalcio.com, 26 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 26 luglio 2013).
  12. ^ a b Maglia giallorossa per il difensore Scognamiglio, su beneventocalciospa.it, 8 luglio 2014.
  13. ^ Francesco Carluccio, Scognamiglio-gol al Vigorito: cambiano le maglie, non il risultato, su benevento.ottopagine.net, 6 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2014).
  14. ^ Armando Iannece, ”Ho rescisso con il Benevento ma non salgo a Cascia, per il momento..”, su salernogranata.it, 12 luglio 2015.
  15. ^ In granata il difensore Gennaro Scognamiglio, su trapanicalcio.it, 23 luglio 2015.
  16. ^ Gianluca Rubino, Trapani, dal sogno al rischio beffa. Pari sofferto contro il Lanciano, su sport.livesicilia.it, 19 settembre 2015.
  17. ^ Maurizio Ribechini, Gennaro Scognamiglio è un nuovo giocatore del Pisa, su tuttopisa.it, 8 luglio 2016.
  18. ^ UFFICIALE: GENNARO SCOGNAMIGLIO E’ AZZURRO!, su novaracalcio.com, 6 agosto 2016.
  19. ^ a b c d Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]