Daniel Ortega

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daniel Ortega
Daniel OrtegaLNCIMA20130705 0190 28.jpg

Presidente del Nicaragua
In carica
Inizio mandato 10 gennaio 2007
Vice presidente Jaime Morales Carazo
Omar Halleslevens
Rosario Murillo
Predecessore Enrique Bolaños

Durata mandato 10 gennaio 1985 –
25 aprile 1990
Vice presidente Sergio Ramírez Mercado
Predecessore se stesso come Coordinatore della Giunta di Ricostruzione Nazionale
Successore Violeta Chamorro

Coordinatore della Giunta di Ricostruzione Nazionale
Durata mandato 18 luglio 1979 –
10 gennaio 1985
Predecessore Francisco Urcuyo Maliaños (Presidente ad interim)
Successore Se stesso (come Presidente)

Dati generali
Partito politico FSLN

Daniel José Ortega Saavedra (La Libertad, 11 novembre 1945) è un politico e guerrigliero nicaraguense. È l'attuale presidente della repubblica del Nicaragua, dopo esserlo già stato dal 10 gennaio 1985 al 25 aprile 1990, durante la rivoluzione sandinista; è entrato in carica il 10 gennaio 2007.

Sposato con la poetessa Rosario Murillo, politicamente è vicino alle posizioni di Hugo Chávez e Fidel Castro. Dirigente del partito sandinista Fronte Sandinista di Liberazione Nazionale, è stato deputato all'Assemblea Nazionale del Nicaragua.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ortega è stato un dirigente del Fronte Sandinista di Liberazione Nazionale (Frente Sandinista de Liberación Nacional), che ha animato la guerriglia rivoluzionaria d'ispirazione marxista che sconfisse Anastasio Somoza Debayle nel luglio 1979. Ortega diventò una delle cinque persone della giunta, assieme allo scrittore Sergio Ramirez Mercado, l'uomo d'affari Alfonso Robelo Callejas, Violeta Barrios de Chamorro e Moisses Hassan.

Il governo di Daniel Ortega si ispirava a Fidel Castro, ma i suoi sforzi nella ricostruzione sociale ed economica furono minati dall'embargo imposto dagli Stati Uniti, i quali temevano che un altro governo comunista si affermasse in America centrale, e dalla guerriglia dei Contras, armata e appoggiata dalla CIA.

Il 4 novembre 1984 il suo partito vince le elezioni presidenziali (67% dei voti favorevoli). Il voto venne contestato dagli Stati Uniti, ma approvato dall'Associazione professionale di studiosi Latino-americani (LASA).

Il 25 febbraio 1990 nuove elezioni vedono la disfatta del FSLN di Daniel Ortega e la vittoria di Violeta Barrios de Chamorro, del partito UNO (Unión Nacional Opositora), alleanza di partiti opposti al governo sandinista appoggiata dall'amministrazione di George Bush sr.

Il 5 novembre 2006 vince le elezioni presidenziali contro il candidato liberale (ALN, Alianza Liberal Nicaragüense) e filostatunitense Eduardo Montealegre. Si conferma Presidente in occasione delle elezioni presidenziali del 2011 e del 2016.[1]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze nicaraguensi[modifica | modifica wikitesto]

immagine del nastrino non ancora presente Gran Maestro dell'Ordine di San Juan de Nicaragua
Gran Maestro dell'Ordine di Ruben Dario - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di Ruben Dario
Gran Maestro dell'Ordine di Miguel Larreynaga - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di Miguel Larreynaga

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Ordine dell'Onore e della Gloria di I Classe (Abcasia) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dell'Onore e della Gloria di I Classe (Abcasia)
— 2010
Ordine di José Martí (Cuba) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di José Martí (Cuba)
Ordine di Sukhbaatar (Mongolia) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Sukhbaatar (Mongolia)
— 1983
Ordine dell'Uatsamonga (Ossezia del Sud) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dell'Uatsamonga (Ossezia del Sud)
«In riconoscimento del contributo speciale all'affermazione dei principi di giustizia, libertà, uguaglianza dei diritti delle nazioni e dei popoli nelle relazioni internazionali, così come per il sostegno alla lotta di liberazione nazionale del popolo dell'Ossezia del Sud e per il coraggio»
— 7 luglio 2010
Gran Croce dell'Ordine del Sole del Perù (Perù) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine del Sole del Perù (Perù)
Ordine dell'Amicizia (Russia) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dell'Amicizia (Russia)
«Per il suo grande contributo al rafforzamento dell'amicizia e della cooperazione con la Federazione Russa, dello sviluppo dei legami economici, della conservazione e della divulgazione della lingua russa e della cultura all'estero»
— 20 ottobre 2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente del Nicaragua Successore Coat of arms of Nicaragua.svg
Junta de Reconstrucción Nacional 1985 - 1990 Violeta Chamorro
Predecessore Presidente del Nicaragua Successore Coat of arms of Nicaragua.svg
Enrique Bolaños 2007 -
Controllo di autorità VIAF: (EN79074940 · LCCN: (ENn83179398 · ISNI: (EN0000 0001 1771 8535 · GND: (DE119055112 · BNF: (FRcb121912875 (data)