Chiese di Siracusa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Siracusa.

Nella storia di Siracusa sono molte le chiese demolite, scomparse, dismesse e sconsacrate.

Vari eventi sismici disastrosi interessano la provincia e distruggono in epoche differenti il ricchissimo patrimonio storico - artistico - religioso della città:

Pochi, ma antichissimi, i luoghi di culto che hanno attraversato quasi indenni le incurie del tempo e i cataclismi della natura: la Chiesa di Santa Lucia al Sepolcro [1],[2],[3], la Chiesa San Nicolò ai Cordari [4], la Chiesa dello Spirito Santo, la Chiesa di San Giovannello [5], Chiesa di San Martino, la stessa primitiva struttura del tempio pagano che costituisce la Cattedrale metropolitana della Natività di Maria Santissima [6].

La Camera Reginale costituisce il propulsore per l'edificazione e la concessione di privilegi reali a un gran numero di luoghi di culto della città posti sulla terraferma che sull'isola d'Ortigia. Il patrimonio vanta alcune tra più remote testimonianze del Cristianesimo in terra di Sicilia.

Grazie al suo patrimonio artistico-culturale la città di Siracusa è stata insignita dal 2005 del titolo di Patrimonio dell'Umanità. Per l'insigne profilo architettonico normanno, rinascimentale e barocco sono numerosi i luoghi di culto che rientrano tra il patrimonio tutelato dall'Unesco.

Elenco delle chiese di Siracusa.

Chiese attuali[modifica | modifica wikitesto]

Suddivisione in ordine alfabetico:

Lettera A[modifica | modifica wikitesto]

Lettera B[modifica | modifica wikitesto]

Lettera C[modifica | modifica wikitesto]

Lettera D[modifica | modifica wikitesto]

Lettera F[modifica | modifica wikitesto]

Lettera G[modifica | modifica wikitesto]

Lettera L[modifica | modifica wikitesto]

Lettera M[modifica | modifica wikitesto]

Lettera N[modifica | modifica wikitesto]

Lettera P[modifica | modifica wikitesto]

Lettera R[modifica | modifica wikitesto]

Lettera S[modifica | modifica wikitesto]

Lettera T[modifica | modifica wikitesto]

Chiese sconsacrate[modifica | modifica wikitesto]

Chiese demolite[modifica | modifica wikitesto]

Elenco complessivo[modifica | modifica wikitesto]

Case[modifica | modifica wikitesto]

Collegi[modifica | modifica wikitesto]

Commende[modifica | modifica wikitesto]

Confraternite[modifica | modifica wikitesto]

Congregazioni[modifica | modifica wikitesto]

Conservatori[modifica | modifica wikitesto]

Monasteri[modifica | modifica wikitesto]

Femminili[modifica | modifica wikitesto]

Maschili[modifica | modifica wikitesto]

Comunità monastiche soppresse[modifica | modifica wikitesto]

Fra parentesi le date di costituzione e di soppressione del monastero.[30]

Conventi[modifica | modifica wikitesto]

Femminili[modifica | modifica wikitesto]

Maschili[modifica | modifica wikitesto]

Comunità religiose soppresse[modifica | modifica wikitesto]

Fra parentesi le date di costituzione e di soppressione del convento.[30]

Convitti[modifica | modifica wikitesto]

Eremi[modifica | modifica wikitesto]

Istituti[modifica | modifica wikitesto]

Oratori[modifica | modifica wikitesto]

Orfanotrofi[modifica | modifica wikitesto]

Ospedali[modifica | modifica wikitesto]

Ospizi[modifica | modifica wikitesto]

Seminari[modifica | modifica wikitesto]

Sinagoghe[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sito ufficiale Basilica
  2. ^ Maria Stelladoro, "Lucia la martire", 2010, pp. 73, 75
  3. ^ Pagina 195
  4. ^ Virginia Maxwell, Duncan Garwood, "Sicilia", Pagina 193
  5. ^ Virginia Maxwell, Duncan Garwood, "Sicilia", Pagina 195
  6. ^ a b Virginia Maxwell, Duncan Garwood, "Sicilia", Pagina 190
  7. ^ a b c d Touring Club Italiano, pp. 634
  8. ^ Touring Club Italiano, pp. 581, 598
  9. ^ Francesco Sacco, pp. 236
  10. ^ a b Touring Club Italiano, pp. 610
  11. ^ a b Touring Club Italiano, pp. 620
  12. ^ Touring Club Italiano, pp. 616
  13. ^ a b c Francesco Sacco, pp. 234
  14. ^ Touring Club Italiano, pp. 615
  15. ^ Touring Club Italiano, pp. 584, 625
  16. ^ Touring Club Italiano, pp. 584, 592
  17. ^ Touring Club Italiano, pp. 584
  18. ^ Touring Club Italiano, pp. 621
  19. ^ Touring Club Italiano, pp. 581
  20. ^ Touring Club Italiano, pp. 584
  21. ^ Touring Club Italiano, pp. 581
  22. ^ a b Jean Houël Voyage pittoresque des isles de Sicile, de Malte et de Lipari. (1782-1787)
  23. ^ a b c d Francesco Sacco, pp. 230
  24. ^ a b c d Francesco Sacco, pp. 231
  25. ^ Touring Club Italiano, pp. 585
  26. ^ Touring Club Italiano, pp. 585, 625
  27. ^ Touring Club Italiano, pp. 585
  28. ^ a b c d e Francesco Sacco, pp. 232
  29. ^ Touring Club Italiano, pp. 585
  30. ^ a b Archivio Storico dei beni culturali della città di Siracusa e provincia [1]
  31. ^ Touring Club Italiano, pp. 584, 585
  32. ^ Touring Club Italiano, pp. 584, 585
  33. ^ a b c d e f g h Francesco Sacco, pp. 233
  34. ^ Touring Club Italiano, pp. 585
  35. ^ Touring Club Italiano, pp. 585
  36. ^ Touring Club Italiano, pp. 585, 620
  37. ^ Pagina 171. Ilenia Caprarotta - Nicoletta Grisanti, "Francescanesimo e cultura nella provincia di Agrigento: atti del convegno di studi", Palermo, Biblioteca Francescana, Officina di Studi Medievali, 2009 [2]
  38. ^ a b Francesco Sacco, pp. 229

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]