Porta urbica (Siracusa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Porta urbica
mura dionigiane
Ortigia, scavi porta urbica 03.JPG
Ortigia, scavi porta urbica
StatoPoleis di Syrakousai
Stato attualeItalia Italia
RegioneSicilia
CittàSiracusa
Coordinate37°03′49″N 15°17′30″E / 37.063611°N 15.291667°E37.063611; 15.291667Coordinate: 37°03′49″N 15°17′30″E / 37.063611°N 15.291667°E37.063611; 15.291667
Informazioni generali
Tipoporta urbica
Stilegreco antico
Materialepietra calcarea
Primo proprietarioDionigi il Vecchio
Visitabilesi
Informazioni militari
Funzione strategicadifensiva
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

La porta urbica era una porta di accesso alla fortezza di Ortigia, fatta erigere da Dionigi il Grande.[1] Essa faceva parte della cinta muraria che oltre a cingere Ortigia, costeggiava tutta la città fino al castello Eurialo. Oggi è identificabile con lo scavo di via XX Settembre.

Ciò che resta visibile è il basamento di due torri quadrangolari di oltre 8 metri per lato, le quali probabilmente, consentivano l'accesso ad una strada che si biforcava e collegava il tempio di Apollo e quello di Athena.

La porta venne scoperta nel 1977 ed assume una certa importanza per il fatto che sull'isoletta è l'unico resto delle antiche fortificazioni dionigiane.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]