Andrija Delibašić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Andrija Delibašić
Andrija Delibasic 2012.jpg
Nazionalità Jugoslavia Jugoslavia
Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro (2003-2006)
Montenegro Montenegro (dal 2006)
Altezza 188 cm
Peso 84 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Ratchaburi
Ritirato 2015
Carriera
Giovanili
1996-1998 Sutjeska Nikšić
1998-1999 Partizan
Squadre di club1
1999-2003 Partizan 100 (47)
2003-2005 Mallorca 29 (7)
2004-2005 Benfica 3 (0)
2005-2006 Braga 10 (4)
2006-2007 AEK Atene 10 (1)
2007 Beira-Mar 11 (1)
2007-2008 Real Sociedad 32 (6)
2008-2010 Hércules 65 (21)
2010-2013 Rayo Vallecano 81 (14)
2014 Ratchaburi 7 (0)
2015 Sutjeska Nikšić 2 (0)
Nazionale
1997 Jugoslavia Jugoslavia U-16 3 (0)
1999 Jugoslavia Jugoslavia U-18 5 (2)
2003-2004 Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro U-21 4 (0)
2009-2013 Montenegro Montenegro 21 (6)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Argento Germania 2004
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2013

Andrija Delibašić (Nikšić, 24 aprile 1981) è un ex calciatore montenegrino e precedentemente jugoslavo nonché serbo-montenegrino.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Può giocare come prima o come seconda punta.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Partizan[modifica | modifica wikitesto]

Debutta nel calcio professionistico con il Partizan nel 1999, collezionando 38 gol in 87 partite, e la vittoria di due campionati di Serbia e Montenegro (2002 e 2003) e di una Coppa di Jugoslavia (2001).

Il 15 dicembre 1999 mette a segno la sua prima rete con la maglia del Partizan contro il Radnički Niš (5-2). Il 3 maggio del 2000, alla trentottesima giornata, realizza la sua seconda ed ultima marcatura stagionale.

Nella stagione seguente Delibašić si sblocca dopo nove giornate contro il Zeta Golubovci (4-1). Il 7 novembre firma una marcatura nello 0-5 contro il Mladost Univerzal Luks Lukicevo in Kup Srbije. Il 2 dicembre realizza una doppietta contro l'Hajduk Kula (4-0). Si ripete il 6 aprile siglando due reti al Milicionar (1-2); cinque giorni dopo va a segno nella semifinale di Coppa contro l'Obilić (2-5) e il 9 giugno segna due gol al Čukarički Stankom (2-3). A fine stagione si piazza al dodicesimo posto tra i marcatori con 15 realizzazioni. Gioca la finale di Coppa contro la Stella Rossa, vinta per 1-0.

Nell'annata 2001-2002 Delibašić segna 9 gol in 15 incontri vincendo il campionato. In Coppa dopo aver segnato contro l'AIK Bačka Topola (0-3) non basta la sua rete contro lo Železnik (1-1, 4-3 ai rigori) ad evitare l'eliminazione al Partizan. Esordisce in Europa giocando in Coppa UEFA contro il Santa Coloma, ai quali segna anche una rete (7-1)[1].

Nel 2002-2003 sigla 12 marcature in 30 giornate di campionato, vincendo il primo titolo serbo-montenegrino: in quest'annata esordisce in Champions League giocando contro il Bayern Monaco (3-1).[2] Il Partizan, eliminato dalla massima competizione continentale viene retrocesso in Coppa UEFA dove Delibašić firma una rete contro lo Sporting Lisbona sia all'andata (1-3)[3] sia al ritorno (3-3).[4]

Nella prima parte della stagione 2003-2004 realizza 10 reti in 13 incontri di campionato segnando 3 gol anche in Champions League contro Porto[5][6] e Olympique Marsiglia.[7]

Le esperienze iberiche e l'AEK Atene[modifica | modifica wikitesto]

Le prestazioni di Delibašić vengono notate dal Mallorca che nel gennaio del 2004 lo acquista dal Partizan. Il 24 dello stesso mese realizza la sua prima rete contro il Real Zaragoza (1-3). Gioca 17 partite di Liga e segna 4 reti. La stagione seguente esordisce contro il Real Madrid (0-1)[8] segnando la sua prima rete stagionale alla terza giornata contro il Málaga (2-1). Nel gennaio del 2005, dopo 12 presenze e 3 gol, viene ceduto in prestito al Benfica.[9] Arrivato a Lisbona l'attaccante serbo-montenegrino dichiara:

(EN)

« Playing for Benfica is the same as playing for Real Madrid or Barcelona »

(IT)

« Giocare per il Benfica è come giocare per il Real Madrid o per il Barcellona »

Sotto la guida dell'esperto Giovanni Trapattoni, Delibašić debutta il 6 febbraio del 2005 contro l'Académica Coimbra (3-0).[10] Colleziona soltanto 3 presenze, ma nonostante ciò è nella rosa vincitrice del campionato portoghese 2004-2005. Il Mallorca decide di cederlo nuovamente in prestito, questa volta allo Sporting Braga.[11] A Braga esordisce contro l'União Leiria (0-1)[12] e segna la sua prima rete contro il Vitória Guimarães (0-2)[13] Chiude la stagione con 10 gettoni e 4 marcature.

Nel 2006 si trasferisce, sempre in prestito, in Grecia, all'AEK Atene:[14] il 26 agosto esordisce e realizza la sua unica rete in 10 partite, contro l'OFI Creta (1-1).[15] In Grecia trova spazio anche in Europa riuscendo ad esordire contro il Milan in Champions (3-0).[16]

Il 30 gennaio 2007, scaduto il contratto con i greci, il Mallorca lo rimanda in Portogallo, al Beira-Mar, dove mette nuovamente a segno un solo gol in 11 partite. Il 4 febbraio del 2007 esordisce titolare contro l'União Leiria (1-0)[17] e realizza un solo gol contro il Benfica, sua ex squadra (2-2).[18]

In Spagna[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2007 passa al Real Sociedad, in Segunda División[19]. Delibašić debutta alla prima giornata, persa 0-2 contro il Castellón.[20] Il montenegrino si sblocca dopo 13 partite andando a segno contro il Gimnàstic (1-1).[21] A fine stagione totalizza 6 gol in 32 incontri di campionato.

L'Hércules lo preleva a titolo definitivo dal Mallorca. Debutta al primo turno realizzando una doppietta al Córdoba (0-3).[22] Sigla un'altra doppietta contro il Tenerife (3-1).[23] A fine stagione conta 11 reti in 31 sfide. Nella seconda stagione esordisce titolare alla prima giornata di campionato contro il Castellón (0-0)[24] e alla sesta giornata Delibašić firma una tripletta contro l'Elche (3-0).[25] Conclude l'annata con 10 gol in 34 partite, l'Hercules conquista la promozione nella Liga ma Delibašić si trasferisce al Rayo Vallecano.

Esordisce il 29 agosto del 2010 contro il Numancia (2-3)[26] e segna la sua prima rete contro il Cartagena (3-1).[27] A giugno 2011 vanta 7 reti in 30 incontri, contribuendo alla promozione nella Liga. Dopo aver iniziato la stagione 2011-2012 esordendo nella Liga contro l'Athletic Bilbao (1-1)[28] realizza l'unico gol in campionato il Levante (3-5)[29] e una rete in Coppa sul Racing Santander (4-3).[30] Nell'annata seguente Delibašić debutta contro il Granada (1-0)[31] segnando una doppietta all'Atlético Madrid (4-3).[32] Segna 6 gol in 31 partite di campionato e al termine della stagione viene svincolato dalla società Rayo Vallecano.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 settembre del 1997 ha esordito nelle qualificazioni del campionato europeo Under-16 giocando per la Jugoslavia contro l'Armenia (3-0).

Il 23 marzo del 2001 realizza una doppietta alla Svizzera Under-21 (3-3).[33]

Ha fatto parte della Nazionale serbo-montenegrina Under-21 giunta seconda al Campionato europeo 2004, e con cui ha anche partecipato alle Olimpiadi del 2004.

In seguito all'indipendenza del Montenegro ha scelto di giocare nella nazionale del neonato paese, debuttandovi nel 2009. L'11 settembre 2012 realizza una doppietta contro la nazionale di San Marino. Si ripete il 14 novembre con un'altra doppietta ai danni della stessa nazionale.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Partizan: 2000-2001
Partizan: 2001-2002
Partizan: 2002-2003
Benfica: 2004-2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Partizan 7-1 Santa Coloma, Transfermarkt.it, 23 agosto 2001. URL consultato il 16 settembre 2013.
  2. ^ Bayern 3-1 Partizan, Transfermarkt.it, 27 agosto 2002. URL consultato il 16 settembre 2013.
  3. ^ Sporting 1-3 Partizan, Transfermarkt.it, 19 settembre 2002. URL consultato il 16 settembre 2013.
  4. ^ Partizan 3-3 Sporting, Transfermarkt.it, 3 ottobre 2002. URL consultato il 16 settembre 2013.
  5. ^ Partizan 1-1 Porto, Transfermarkt.it, 16 settembre 2003. URL consultato il 16 settembre 2013.
  6. ^ Porto 2-1 Partizan, Transfermarkt.it, 26 novembre 2003. URL consultato il 16 settembre 2013.
  7. ^ Partizan 1-1 Marsiglia, Transfermarkt.it, 9 dicembre 2003. URL consultato il 16 settembre 2013.
  8. ^ Mallorca 0-1 Real Madrid, Transfermarkt.it, 29 agosto 2004. URL consultato il 15 settembre 2013.
  9. ^ Delibasic bound for Benfica, in UEFA.com, 21 gennaio 2005. URL consultato il 16 settembre 2013.
  10. ^ (EN) Benfica 3-0 Coimbra, Transfermarkt.it, 6 febbraio 2005. URL consultato il 16 settembre 2013.
  11. ^ (EN) Delibašić laid low at Braga, in UEFA.com, 20 settembre 2005. URL consultato il 16 settembre 2013.
  12. ^ Leiria 0-1 Braga, Transfermarkt.it, 22 agosto 2005. URL consultato il 16 settembre 2013.
  13. ^ Guimaraes 0-2 Braga, Transfermarkt.it, 9 settembre 2005. URL consultato il 16 settembre 2013.
  14. ^ (EN) AEK acquire on-loan Delibašić, in UEFA.com, 17 agosto 2006. URL consultato il 16 settembre 2013.
  15. ^ OFI Creta 1-1 AEK Atene, Transfermarkt.it, 26 agosto 2006. URL consultato il 16 settembre 2013.
  16. ^ Milan 3-0 AEK Atene, Transfermarkt.it, 13 settembre 2006. URL consultato il 16 settembre 2013.
  17. ^ Beira-Mar 1-0 Leiria, Transfermarkt.it, 4 febbraio 2007. URL consultato il 16 settembre 2013.
  18. ^ Beira-Mar 2-2 Benfica, Transfermarkt.it, 9 aprile 2007. URL consultato il 16 settembre 2013.
  19. ^ (BS) Delibašić u Real Sosijedadu, B92.net, 5 agosto 2007. URL consultato il 16 settembre 2013.
  20. ^ Real Sociedad 0-2 Castellon, Transfermarkt.it, 26 agosto 2007. URL consultato il 16 settembre 2013.
  21. ^ Gimnastic 1-1 Real Sociedad, Transfermarkt.it, 17 novembre 2007. URL consultato il 16 settembre 2013.
  22. ^ Cordoba 0-3 Hercules, Transfermarkt.it, 31 agosto 2008. URL consultato il 16 settembre 2013.
  23. ^ Hercules 3-1 Tenerife, Transfermarkt.it, 16 maggio 2009. URL consultato il 16 settembre 2013.
  24. ^ Castellon 0-0 Hercules, Transfermarkt.it, 30 agosto 2009. URL consultato il 16 settembre 2013.
  25. ^ Hercules 3-0 Elche, Transfermarkt.it, 3 ottobre 2010. URL consultato il 16 settembre 2013.
  26. ^ Rayo Vallecano 3-2 Numancia, Transfermarkt.it, 29 agosto 2010. URL consultato il 16 settembre 2013.
  27. ^ Rayo Vallecano 3-1 Cartagena, Transfermarkt.it, 15 gennaio 2011. URL consultato il 16 settembre 2013.
  28. ^ Athletic Bilbao 1-1 Rayo Vallecano, Transfermarkt.it, 28 agosto 2011. URL consultato il 16 settembre 2013.
  29. ^ Levante 3-5 Rayo Vallecano, Transfermarkt.it, 19 febbraio 2012. URL consultato il 16 settembre 2013.
  30. ^ Rayo Vallecano 4-3 Racing Santander, Transfermarkt.it, 19 febbraio 2012. URL consultato il 16 settembre 2013.
  31. ^ Rayo Vallecano 1-0 Granada, Transfermarkt.it, 20 agosto 2012. URL consultato il 16 settembre 2013.
  32. ^ Atletico Madrid 4-3 Rayo Vallecano, Transfermarkt.it, 16 settembre 2012. URL consultato il 16 settembre 2013.
  33. ^ Serbia-Mont U21 3-3 Svizzera U21, Transfermarkt.it, 23 marzo 2001. URL consultato il 16 settembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]