Università telematica "Leonardo da Vinci"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Università telematica Leonardo da Vinci
Università telematica Leonardo da Vinci.jpg
Stato Italia Italia
Città Torrevecchia Teatina (CH)
Soprannome Unidav
Motto Oggi, l'università di domani
Fondazione 2004
Tipo non statale
Facoltà Scienze Manageriali; Scienze della Formazione; Psicologia; Giurisprudenza
Rettore Fabio Capani
Affiliazioni Università degli Studi "Gabriele d'Annunzio"
Sito web www.unidav.it
 

L'Università telematica Leonardo da Vinci, è un'università non statale, sorta per volontà dell'Università degli Studi "Gabriele D'Annunzio" e della Fondazione Ud'A (Fondazione Università Gabriele d'Annunzio). Costituisce il Campus online dell'Università G. d'Annunzio ed eroga i suoi servizi esclusivamente online. Legalmente riconosciuta, i titoli acquisiti hanno lo stesso valore di quelli rilasciati dalle università tradizionali,ed è stata istituita per decreto ministeriale dal MIUR il 27 ottobre 2004[1].

Facoltà e corsi[modifica | modifica sorgente]

Sede di "Torrevecchia Teatina"
  • Facoltà di Giurisprudenza - preside Prof.ssa Fausta Guariello
  • Facoltà di Psicologia - preside Prof.ssa Lucia Genovese
  • Facoltà di Scienze della Formazione - preside Prof. Saverio Santamaita
  • Facoltà di Scienze Manageriali - preside Prof. Massimo Sargiacomo

Post lauream[modifica | modifica sorgente]

La formazione post lauream dell'Università si articola in otto Master di I livello e quattro di secondo livello, nonché in due corsi di dormazione professionale, due corsi di perfezionamento e due Dottorati di Ricerca

Progetti[modifica | modifica sorgente]

Gli Atenei Gabriele d'Annunzio di Chieti-Pescara e Leonardo da Vinci hanno avviato un progetto di fusione, ai sensi dell'art. 3 della legge 240/2010 (legge Gelmini), progetto ripreso successivamente da un Decreto Ministeriale (16 aprile 2012 n. 71), ed è stata fissata per il 15 giugno 2012 la data di presentazione di progetti di federazione o fusione di Atenei con l'obbiettivo, fra gli altri, di "...migliorare la qualità, l'efficienza e l'efficacia dell'attività' didattica...". Se il progetto verrà giudicato favorevolmente in sede ministeriale, emergerà la prospettiva di condizioni certamente più vantaggiose, derivanti dall'appartenenza a un Ateneo che offre agli iscritti le due metodologie didattiche, frontale e a distanza[2].

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, decreto 27 ottobre 2004. URL consultato il 5-11-2009.
  2. ^ Progetto di fusione con l'ateneo "Gabriele d'Annunzio". URL consultato il 7-6-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]