Triticale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Triticale
Triticale.jpg
Triticale (× Triticosecale)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Sottoclasse Commelinidae
Ordine Cyperales
Famiglia Poaceae
Genere × Triticosecale
Nomenclatura binomiale
× Triticosecale
Wittm.
Triticale
Valori nutrizionali per 100 g
Energia 336 kcal (1 400 kJ)
Proteine 13,05 g
Carboidrati
Totali 72,13 g
Grassi
Totali 2,09 g
Saturi 366 mg
Monoinsaturi 211 mg
Polinsaturi 913 mg
Colesterolo 0 mg
Acqua 10,51 g
Vitamine
Tiamina (Vit. B1) 416 µg
Riboflavina (Vit. B2) 134 µg
Niacina (Vit. B3) 1,43 mg
Acido pantotenico (Vit. B5) 1323 µg
Vitamina B6 138 µg
Acido folico (Vit. B9) 73 µg
Vitamina E 0,9 mg
Minerali
Calcio 37 mg
Ferro 2,57 mg
Fosforo 358 mg
Magnesio 130 mg
Manganese 3,21 µg
Potassio 332 mg
Rame 457 µg
Sodio 5 mg
Zinco 3,45 mg

Il triticale (× Triticosecale) è un ibrido artificiale tra la segale e il grano duro o altre varietà del genere Triticum. Creato alla fine del XIX secolo, solo ultimamente coltivato su larga scala. Associa la resistenza al freddo della segale e l'attitudine alla panificazione del frumento; risulta una valida alternativa alla segale, per quanto riguarda le condizioni climatiche, e al frumento per altitudine e acidità del terreno.

La parola stessa è una fusione delle parole latine Triticum (tritico, frumento) e Secale (segale). Nella fecondazione, il frumento è usato per i cromosomi materni e la segale per quelli paterni. Gli ibridi così ottenuti hanno corredo triploide o pentaploide, e sono sterili: trattati con colchicina, che impedisce la divisione meiotica nei gameti, si ottengono cellule esaploidi o ottaploidi, fertili[1]. Le varietà commercialmente disponibili sono quasi sempre un ibrido F2 (di seconda generazione), ottenuto cioè incrociando due varietà di triticale.

Vi sono varie varietà di triticale, che possono essere più o meno simili a uno dei suoi genitori. Alcuni cibi a base di triticale possono essere acquistati nei negozi di cibi biologici; anche alcune prodotti cereali per colazione contengono triticale.

Esistono varietà di triticale esaploidi ottenute incrociando il grano duro (Triticum durum) con la segale e varietà ottaploidi ottenute incrociando il frumento tenero (Triticum aestivum) con la segale.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Anche se il triticale è stato sviluppato inizialmente in Scozia e Svezia, gli attuali produttori principali di triticale sono Germania, Francia, Polonia, Australia, Portogallo, Canada, gli USA, la Comunità di Stati Indipendenti e il Brasile. Nel 2004, secondo la FAO, sono state raccolte 13.7 milioni di tonnellate. Il triticale è ancora relativamente poco noto al grande pubblico, in quanto è usato per lo più come foraggio. Al momento il triticale, insieme al mais, sotto forma di insilato, viene utilizzato negli impianti di biogas come principale massa reagente.

In particolare, per le sue peculiari caratteristiche viene coltivato nelle pianure interne del Canada.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

L'episodio della serie originale di Star Trek "Animaletti Pericolosi" (The Trouble with Tribbles) aveva come tema la protezione di un cereale creato a partire dal triticale, il quadritriticale. Un episodio successivo di Star Trek - La serie animata trattò il quintotriticale. Entrambi i cereali sono semplici creazioni di fantasia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Questo procedimento ha ispirato lo scrittore Valerio Evangelisti, che ha immaginato i Poliploidi umani nei suoi romanzi, e il trattamento con la colchichina per una sorta di resurrezione ne Le catene di Eymerich

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Antonio Saltini, I semi della civiltà. Frumento, riso e mais nella storia delle società umane, Bologna 1996

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

agricoltura Portale Agricoltura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di agricoltura