Pseudocereale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pseudocereali è un termine non botanico entrato nell'uso per indicare le piante non monocotiledoni (come le Graminacee considerate i "veri" cereali), ma dicotiledoni, che producono frutti i quali macinati danno una farina utilizzata per farne pane e altri cibi. Sono pseudocereali il grano saraceno, l'amaranto, la quinoa, la chia.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Glossary of Agricultural Production, Programs and Policy, University of Arkansas Division of Agriculture.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]