Storia delle console per videogiochi (prima era)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La prima generazione delle console per videogiochi è iniziata nel 1972 con il Magnavox Odyssey (il cui sviluppo iniziò nel 1968 da parte di Ralph Baer con il nome in codice "The Brown Box") e terminata nel 1977.

La prima generazione delle console non avevano al loro interno un microprocessore ma erano degli specifici automi a stati finiti senza codice, composti da circuiti a logica discreta che implementavano tutti i diversi aspetti del gioco stesso. Le ultime console di questa generazione inglobarono la parte principale della circuiteria su circuiti integrati ("pong su un chip") come la serie dei chip di Pong dell'Atari e la serie AY-3-8500 della General Instruments.[1]

A differenza delle successive generazioni, un elenco completo di console della prima generazione ne comprenderebbe diverse centinaia[2].

I primi sistemi[modifica | modifica sorgente]

Dopo diversi esperimenti e prototipi[3], Ralph Baer ultimò quella che sarebbe diventata la prima console della storia, la Magnavox Odyssey: lanciata nel 1972, era costituita da una parte analogica (l'output e il sistema di controllo) e da circuiteria digitale. Più precisamente, la logica era implementata in DTL, sistema utilizzato antecedentemente alla TTL.

L'Odyssey non fu un grande successo commerciale, soprattutto per lo scarso marketing della stessa Magnavox; fu infatti nel 1975 che con PONG della Atari (ma distribuita dalla catena di negozi Sears), le console casalinghe conobbero una grande popolarità, sebbene l'ideatore Nolan Bushnell si fosse ispirato proprio alla Odyssey, vista in una dimostrazione prima del lancio. Il suo successo portò all'invasione del mercato da parte di diversi cloni, tra i quali la Coleco Telstar (a sua volta prodotta in parecchie versioni differenti). La prima generazione terminò nel 1976 con l'uscita della Fairchild Channel F, sistema programmabile tramite cartucce rimovibili.

Console[modifica | modifica sorgente]

Nome Magnavox Odyssey Magnavox Odyssey 100 Magnavox/Philips Odyssey 200 Atari/Sears Telegames Pong Coleco Telstar Nintendo Color TV Game
Immagine Odysseye2m.png ODYSSEY200 Konsole.JPG AtariPong.JPG Ctelstar.jpg Nintendo tvgame 6.jpg
Prezzo di lancio US$100 US$100 US$100-230 US$98.95 N/A ¥8,300 - ¥48,000 (Circa $101 - $584.8 USD del 2010)
Data rilascio 1972 (stati uniti) 1975 (giappone) 1974 (europa) 1975 1975 1975 1976 1977
Media Cartucce n/a n/a Chip incorporato[4] Cartucce (Telestar Arcade) n/a
Accessori di base Light gun n/a n/a n/a n/a n/a

Pong su un chip[1][modifica | modifica sorgente]

Finita la prima fase di queste console realizzate con singoli circuiti discreti, vennero rilasciate diverse serie di chip che inglobavano in toto la circuiteria discreta che implementava i diversi giochi; i singoli chip comprendevano anche più di un gioco ed uno stesso chip veniva usato da diverse console. Ogni console permetteva di giocare a tutti o ad un sottoinsieme dei giochi disponibili sui chip. La seguente tabella riporta i principali chip e le relative principali console che li utilizzavano.

Nome Anno Produttore Colori Giochi inclusi Console
AY-3-8500 1976 General Instrument No (1) Tennis, calcio, squash, allenamento, 2 giochi con fucile Telstar (Telstar, Classic, Deluxe, Ranger, Alpha, Colormatic, Regent, Sportsman)
Odyssey (300,2000,3000)
Radio Shack TV Scoreboard
Unisonic Sportsman/Tournament
Philips Tele-Spiel ES2203 e ES2204
Zanussi/Seleco Play-O-Tronic
Videomaster (Strika, Strika 2,ColourScore 2, SuperScore)
APF TV Fun (Model 401)
BSS 01
AY-3-8510 1978? General Instrument Si Tennis, hockey, pallamuro, jai alai Telstar Colortron
AY-3-8512 1978? General Instrument Si Tennis, hockey, pallamuro, jai alai, skeet, target Telstar Marksman
AY-3-8600 1977 General Instrument No(2) 8 giochi con palle e paddle Telstar Galaxy
Odyssey 4000
Philips Tele-Spiel ES2218
AY-3-8610 1977 General Instrument No(2)[5] 8 giochi con palle e paddle + 2 giochi con fucile ottico Videomaster Sportsworld
Philco/Ford Telejogo II
PC-50x
AY-3-8550 1976? General Instrument No(1) Gli stessi dell'8500 ma con l'aggiunta del movimento orizzontale del giocatore Philips Tele-Spiel ES2208
AY-3-8700 1978? General Instrument 4 giochi con carroarmati Telstar Combat!
PC-50x
MPS-7600-001,002,003,004 (3)(4) 1977 MOS Technology Ognuna delle 4 varianti del chip aveva circa 4 giochi Telstar Gemini(solo la variante 004).
Telstar Arcade(tutte 4 le varianti).
Commodore TV Game 2000K/3000H) (solo la variante 001).
MM-57100/MM-57105(PAL) 1976 National Semiconductor Si Tennis, Hockey, Squash National Adversary
Philips Odyssey 2001
Videomaster (ColourScore, VisionScore, ColourShot)
Philco/Ford Telejogo
MM-57106/MM-57186(PAL) 1977 National Semiconductor Si Tennis, Hockey, Squash, Breakout, Flipper e Football. Philips N30
Philips Odyssey 2100
F4301 1976 Universal Research Labs N/A Due giochi di palle e paddle e due di corsa delle macchine Indy 500 system (Video Action 4)
Sears/Atari Speedway e Speedway IV
Interton Video 2800
MBO Tele-Ball VIII
SN76410N 197? Texas Instruments N/A Sei giochi di palle e paddle Tele-Match 3300R
Ricochet Super Pro (modello MT-4A)
Venture Electronics Video Sports VS-5
3659-1C/C2566 1975 Atari No Pong Atari PONG
3659-3 1975 Atari No Pong Atari PONG Doubles
Sears PONG IV
C010073-3 1976 Atari No 4 varianti di Pong Atari/Sears Super PONG
C010073-01/C2607 1976 Atari N/A 10 varianti di Pong Atari Super PONG Ten
C010765 1977 Atari N/A 16 varianti di Pong Atari Ultra PONG
Atari Ultra PONG Doubles
C011500-11/C011512-05 (4) 1977 Atari N/A 7 giochi tra flipper e Blockout Atari Video Pinball

(1) Si potevano ottenere schermate a colori utilizzando il chip AY-3-8515
(2) Si potevano ottenere schermate a colori utilizzando il chip AY-3-8615
(3) Chiamato invece 7601 nella versione PAL
(4) Chip più avanzati del classico Pong-in-un-chip dato che includevano un microcontroller e una piccola memoria RAM.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b PONG in a Chip, Pong-Story.
  2. ^ Pong Rarity and Price Guide by David Winter
  3. ^ Genesis: How the Home Video Games Industry Began by Ralph Baer
  4. ^ Atari home PONG systems, Pong-Story.
  5. ^ http://www.pong-story.com/GIMINI1978.pdf