Sega Mega Drive 32X

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Sega Mega CD
Sega Mega Drive 32X posizionato su un Sega Mega Drive
Produttore SEGA
Tipo Console a 16 bit
Generazione Quarta
In vendita Europa 14 novembre 1994
Stati Uniti 21 novembre 1994
Giappone 3 dicembre 1994
Dismissione ottobre 1995
Supporto di
memorizzazione
Cartuccia
Dispositivi
di controllo
2 Gamepad
Predecessore Sega Mega CD
Successore Sega Saturn

Il Sega 32X (Giapponese: スーパー32X) è un'espansione per il Sega Mega Drive sviluppato dalla SEGA.

In Giappone venne distribuito come Sega Super 32X. Nel Nord America venne chiamato Sega Genesis 32X.
In Europa, Australia e negli altri stati utilizzanti lo standard PAL l'espansione venne chiamata Sega Mega Drive 32X, sebbene spesso per semplicità si preferiva chiamarlo 32X.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Con il rilascio del Super Famicom in Giappone e del Super Nintendo nel resto del mondo, SEGA si trovava tecnologicamente superata dalla Nintendo. Il Sega Mega CD non era una valida alternativa alla console Nintendo e infatti non ebbe il successo sperato.

SEGA così inizio a sviluppare diverse tecnologie in contemporanea per poter competere con la rivale Nintendo, i singoli progetti avevano il nome in codice dei pianeti del sistema solare, alcuni erano ancora basati sull'architettura alla base del Megadrive mentre altri erano basati sulle macchine da sala giochi prodotte dalla casa nipponica.

La risposta di SEGA, con il nome di Mega Drive 32X, venne così presentata sul mercato nel Nord America a metà novembre del 1994 ad un prezzo di 150 dollari statunitensi, nel dicembre 1994 in Giappone ed in Europa nel gennaio del 1995, in Inghilterra il prezzo era di per circa 150 sterline.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il Sega Mega Drive 32X poteva essere utilizzato solo con un Sega Megadrive. Il dispositivo si innestava nella parte superiore della console, dove usualmente si innestavano le cartucce. Esso era dotato di un attacco per le cartucce in modo da rendere permanente l'aggancio, insieme al dispositivo erano forniti dieci distanziatori in modo da potersi adattare a ogni evoluzione del Megadrive.

Tutti i giochi realizzati per il mercato giapponese furono importati nel mercato Nordamericano sebbene a volte vennero utilizzati nomi diversi (Sangokushi IV, ad esempio, venne rinominato Romance of the Three Kingdoms IV).

Tuttavia, la maggior parte dei giochi per 32X erano provvisti di un codice regionale che ne impediva il funzionamento su console non della regione adatta. Tale sistema, ad ogni modo, non era imposto a tutti i titoli, alcuni dei quali funzionavano quindi in tutto il mondo. Alcuni videogiochi (come Darxide e FIFA Soccer '96) curiosamente furono rilasciati solo per il mercato europeo, relativamente più modesto degli altri mercati.

In aggiunta ai giochi basati su cartuccia per 32X vennero sviluppati un numero molto ridotto di giochi su CD-ROM per 32X. Questo giochi necessitavano ovviamente del Sega Mega CD oltre che del Sega Mega Drive 32X. L'alto costo totale del sistema scoraggiò la maggior parte degli utenti e quindi non si realizzò mai una base significativa di utenti (furono realizzate solo 5 giochi per questa piattaforma, di questi solo uno venne realizzato da SEGA).
Tra questi giochi il migliore è sicuramente la versione di Night Trap con 32.768 colori contemporaneamente rispetto ai 64 colori della versione per Sega Mega CD.

Purtroppo il 32x fu un fiasco per il mercato della Sega poiché aveva una line up di giochi uguale al Sega Saturn se non inferiore. Molti fan di SEGA affermano che fu proprio quella la causa del fallimento ed è probabilmente per questo motivo che la casa non produce più hardware ma solo giochi per le attuali console.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi