Sailor Moon SuperS

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Sailor Moon SuperS
serie TV anime
No immagini.png
Titolo originale Bishōjo Senshi Sailor Moon SuperS
Autore Naoko Takeuchi
Regia Kunihiko Ikuhara
Character design
Studio Toei Animation
Musiche Takanori Arisawa
Rete TV Asahi
1ª TV 4 marzo 1995 – 9 febbraio 1996
Episodi 39 (completa)
Durata ep. 24 min
Reti italiane
1ª TV it. 9 settembre 1996 – 23 ottobre 1996
Episodi it. 39 (completa)
Durata ep. it. 24 min
Censura it.
Dialoghi it. Benedetta Brugia
Doppiaggio it.
Genere
Cronologia
  1. Sailor Moon S
  2. Sailor Moon SuperS
  3. Sailor Moon Sailor Stars

Sailor Moon SuperS (美少女戦士セーラームーン SuperS Bishōjo Senshi Sērā Mūn SuperS?, lett. La bella ragazza guerriera Sailor Moon SuperS) è la quarta serie anime della saga di Sailor Moon, creata da Naoko Takeuchi e prodotta dalla Toei Animation. Trasmessa in Giappone su TV Asahi dal 4 marzo 1995 al 9 febbraio 1996, in Italia la serie è stata acquistata dalla Mediaset, che la mandata in onda sulle sue reti con il titolo Sailor Moon e il Mistero dei Sogni dal 9 settembre 1996 al 23 ottobre 1996. La serie ricopre il quarto arco narrativo del manga, Dream (Yume nell'edizione originale), sebbene due episodi, uno speciale e uno regolare, sono basati su due storie della serie Il diario illustrato di Chibiusa.

La serie originariamente aveva come logo la scritta Sailor Moon SS, diventato poi Sailor Moon SuperS, secondo alcune voci non confermate per evitare rimandi al nazismo, ma potrebbe esser un puro fatto di grafica o logica visto che nella sigla con questo logo vi era la doppiatrice di Usagi che diceva appunto Sailor Moon SuperS mentre appariva.

Legato alla serie è il film cinematografico Sailor Moon SS The Movie - Il Mistero dei Sogni, distribuito nei cinema giapponesi nello stesso periodo di trasmissione dell'anime in televisione.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di Sailor Moon SuperS.

Un nuovo nemico è apparso in città: si tratta del Dead Moon Circus agli ordini della bellissima, ma perfida Regina Nehellenia.

Il Dead Moon Circus, con i suoi buffi e malefici personaggi, è alla ricerca di Elios/Pegasus, guardiano di Elysion[1], un regno collegato a King Endymion, e possessore del potentissimo Golden Crystal custodito proprio all'interno del suo corno. L'essenza di Elios, sotto forma di un bianco Pegaso chiamato Pegasus, si è per questo nascosta però nello Specchio dei Sogni innocenti e meravigliosi di Chibiusa. Ogni persona possiede uno Specchio dei Sogni, ma i nuovi nemici cercano appunto solo quello in cui si è racchiuso Pegasus che viene definito Specchio d'Oro. In cambio della protezione che Chibiusa inconsapevolmente dà al cavallo alato con l'energia dei propri sogni, Pegasus aiuterà lei e le Guerriere Sailor nella lotta contro la Regina Nehellenia incrementando i loro poteri con il proprio corno, arrivando a trasformare le stesse 'Senshi' in 'Super Senshi' a partire dalla stessa Sailor Moon.

Man mano che il Dead Moon Circus guadagnerà terreno ed energia nella ricerca dello specchio dorato, le condizioni di salute di Mamoru andranno sempre più precipitando. È arrivato il momento di contrattaccare per Super Sailor Moon, Super Sailor Chibimoon e le altre Guerriere Sailor.

Nuovi personaggi[modifica | modifica sorgente]

Alleati[modifica | modifica sorgente]

Diana[2] (ダイアナ Daiana?)
La micina figlia di Luna e Artemis, proveniente dal futuro. È una grande amica di Chibiusa e considerando le sue dimensioni è capace di intrufolarsi ovunque.
Doppiata da Kumiko Nishihara (giapponese), Monica Mantegazza (italiano).
Elios (エリオス Eriosu?) / Pegasus (一角天馬 Pegasasu?)
Il Custode di Elysion, il reame minacciato dalla Regina Nehellenia. Il suo spirito si è trasformato nel bianco cavallo alato Pegasus e ha trovato rifugio nei sogni di Chibiusa, tuttavia il suo corpo è ancora prigioniero del Dead Moon Circus. Ha scelto proprio Chibiusa perché ha un animo puro e di cui finirà anche per innamorarsi.
Doppiato da Taiki Matsuno (giapponese), Massimo Antonio Rossi (italiano).

Dead Moon Circus[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Dead Moon Circus.

Il nemico della serie è il Dead Moon Circus[3], gruppo arrivato sulla Terra con a capo la Regina Nehellenia, che cercherà di prendere il Golden Crystal, posseduto da Pegasus.

Regina Nehellenia (女王ネヘレニア Joo Neherenia?)
La crudele e narcisista regina di Dead Moon, è innamorata di Elios e perciò esita a ucciderlo. Il suo obiettivo è di vendicarsi su Princess Serenity.
Doppiata da Yoshiko Sakakibara e Wakana Yamazaki (bambina) (giapponese), Dania Cericola (italiano).
Zirconia (ジルコニア Jirukonia?)
Organizzatrice dei piani d'attacco del Dead Moon Circus, è una strega terribile e potente, nonché alter ego della Regina Nehellenia, creato dalla sua paura d'invecchiare.
Doppiata da Hisako Kyoda (giapponese), Grazia Migneco (italiano).
Zircon (ジルコン Jirukon?, in Italia Zircone)
Lo spirito messaggero di Zirconia, è un bulbo oculare fiammante con le ali.

Amazon Trio[4][modifica | modifica sorgente]

Sottogruppo di Zirconia, è un gruppo di animali trasformati in esseri umani, composto da 3 elementi.

Tiger's Eye (タイガーズ・アイ Taigāzu Ai?, in Italia Occhio di Tigre)
Affascinante giovane dai lunghi capelli biondi, le sue vittime preferite sono le ragazze e le giovani donne. La sua arma abituale è una frusta. In realtà prima era una tigre.
Doppiato da Ryōtarō Okiayu (giapponese), Diego Sabre (italiano).
Hawk's Eye (ホークス・アイ Hōkusu Ai?, in Italia Occhio di Falco)
Giovane alto e dagli alti capelli rosa, le sue vittime preferite sono le donne mature e anziane. Le sue armi hanno spesso a che fare col fuoco. In realtà prima era un falco.
Doppiato da Toshio Furukawa (giapponese), Patrizio Prata (italiano).
Fish's Eye (フィッシュ・アイ Fisshu Ai?, in Italia Occhio di Pesce)
Femmineo giovane dai lunghi capelli blu, pur essendo un uomo, le sue vittime preferite sono bei giovani che tenta di adescare grazie al proprio ambiguo aspetto femminile[5]. Le sue armi abituali sono i coltelli. In realtà prima era un pesce tropicale.
Doppiato da Akira Ishida (giapponese), Emanuela Pacotto (italiano).

Quartetto delle Amazzoni[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Quartetto delle Amazzoni.

Gruppo di ragazzine al servizio di Zirconia, sono state trovate da Nehellenia e quindi si fidano ciecamente di lei, tuttavia alla fine si schiereranno dalla parte di Sailor Moon. Nel manga si scopriranno essere le future Gerriere Sailor poste a protezione di Chibiusa, vittime di un incantesimo della perfida regina.

Cere-Cere (セレセレ Sere Sere?, in Italia Sele-Sele)
Membro vanesio e egocentrico, è la trapezista del gruppo ed è in grado di fare magie con i fiori. Il suo colore è il rosa. Controparte di Sailor Venus, nel manga si scoprirà essere la guerriera Sailor Ceres.
Doppiata da Yuri Amano (giapponese), Daniela Fava (italiano).
Palla-Palla (パラパラ Para Para?, in Italia Para-Para)
Membro più piccolo e infantile, è l'equilibrista del gruppo. Il suo colore è il Blu. Controparte di Sailor Mercury, nel manga si scoprirà essere la guerriera Sailor Pallas.
Doppiata da Machiko Toyoshima (giapponese), Federica Valenti (italiano).
Jun-Jun (ジュンジュン Jun Jun?, in Italia Iun-Iun)
Membro più scorbutico e attaccabrighe, è l'acrobata del gruppo. Il suo colore è il verde. Controparte di Sailor Jupiter, nel manga si scoprirà essere la guerriera Sailor Juno.
Doppiata da Kumiko Watanabe (giapponese), Nadia Biondini (italiano).
Ves-Ves (ベスベス Besu Besu?, in Italia Besu-Besu)
Leader, è la domatrice di bestie del gruppo. Il suo colore è il rosso. Controparte di Sailor Mars, nel manga si scoprirà essere la guerriera Sailor Vesta.
Doppiata da Junko Hagimori (giapponese), Marcella Silvestri (italiano).

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Sailor Moon SuperS (colonna sonora).

Sigle giapponesi[modifica | modifica sorgente]

Tipo Titolo Cantante/i Testo Musica Arrangiamento Episodi
Opening Moonlight densetsu (ムーンライト伝説? lett. La leggenda della luce lunare) Moon Lips Kanako Oda Tetsuya Komoro Daisuke Ikeda 1-39 (128-166)
Ending Watashitachi ni Naritakute (私たちになりたくて? lett. Quanto vorrei che ci tenessimo per mano) Miwako Fujitani Yasushi Akimoto Nozomi Inoue Fuminori Iwasaki 1-12 (128-140)
"Rashiku" Ikimasho (”らしく” いきましょう? lett. Andrò da sola) Meu Naoko Takeuchi Masao Mizuno Yūzō Hayashi 13-39 (141-166)

Sigla italiana[modifica | modifica sorgente]

Sailor Moon e il mistero dei sogni, musica di Piero Cassano, arrangiamento di Max Longhi, testo di Alessandra Valeri Manera, cantata da Cristina D'Avena.

La sigla d'apertura Moonlight densetsu è stata utilizzata in alcuni episodi nelle repliche del 2010-2011 su Hiro[6]. Anche le sigle di chiusura Watashitachi ni Naritakute e "Rashiku" Ikimasho sono state utilizzate in una sola occasione nelle repliche del 2010-2011 su Hiro[7][8].

Altre canzoni[modifica | modifica sorgente]

Giappone Giappone Italia Italia
Titolo Cantante/i Episodi Titolo Cantante/i Episodi
1 Route Venus (ルートヴィーナス?) Rika Fukami (Minako) 27 (154) (sottofondo) 1 N/A Jasmine Laurenti (Marta) 27 (154) (sottofondo)
2 Watashitachi ni Naritakute (私たちになりたくて? lett. Quanto vorrei che ci tenessimo per mano) Miwako Fujitani 32 (159) (sottofondo) 2 Dolce Sogno Nadia Biondini 32 (159) (sottofondo)
3 Sailor Team no theme (セーラーチームのテーマ? lett. Il tema del Sailor Team) Hiroko Asakawa 34 (161) (sottofondo) - - - -

In Italia, le canzoni di sottofondo sono state eliminate come Sailor Team no theme o riscritte e cantate in italiano come Route Venus e Dolce Sogno.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nell'adattamento italiano Illusion.
  2. ^ Nell'adattamento italiano viene pronunciato in italiano Diana e non Daiana come in originale.
  3. ^ Nell'adattamento italiano Circo della Luna Spenta.
  4. ^ Nell'adattamento italiano Trio Amazzonico.
  5. ^ Nell'adattamento italiano, per ovviare alla evidente omosessualità del personaggio, ne è stato cambiato il sesso da maschile a femminile, e quindi doppiato con voce da donna. Nell'episodio 140, il personaggio si mostrava a torso nudo, rivelando oltre ogni ragionevole dubbio la propria natura, è stata pesantemente censurata nelle prime messe in onda della serie.
  6. ^ Hiro, SuperS opening caricata su YouTube - Sailor Moon World v. 2.1
  7. ^ Hiro, SuperS 1ª ending caricata su YouTube - Sailor Moon World v. 2.1
  8. ^ Hiro, SuperS 2ª ending caricata su YouTube - Sailor Moon World v. 2.1

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga