Naoko Takeuchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Naoko Takeuchi (武内直子 Takeuchi Naoko?) (Kōfu, 15 marzo 1967) è una fumettista giapponese.

Inizia a disegnare manga fin alle scuole superiori, finché uno dei suoi primi lavori viene pubblicato sulla rivista Nakayoshi della Kodansha, che è sempre stata ed è tuttora l'unica casa editrice per cui ha lavorato. La sua opera più nota è il fumetto cult, nonché best-seller internazionale, il lungo Pretty Guardian Sailor Moon, interamente scritto e disegnato da lei: grazie alla sua originalità e alla notorietà dell'anime che ne è stato tratto, l'opera è fra le più note espressioni della cultura pop giapponese nel mondo.

Appassionata di materie scientifiche (si è laureata in chimica con specializzazione in farmacia), nel 1999 si è sposata con il collega mangaka Yoshihiro Togashi (Yu Yu Hakusho e Hunter x Hunter) con cui ha due figli, il primo nato nel 2001, ed il secondo annunciato dallo stesso Togashi nella consueta nota finale degli autori nel 27º volume di Hunter x Hunter, uscito il 25 dicembre 2009.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Naoko Takeuchi è amica di molti altri mangaka famosi come Yuu Watase (Ayashi no Ceres), Kazushi Hagiwara (Bastard!!), Wataru Yoshizumi (Marmalade Boy, Cuore di menta), Kosuke Fujishima (Oh, mia dea!) e Kia Asamiya, con il quale ha anche collaborato per due episodi extra del suo manga comico Assembler 0X - Nerima Queen.

Naoko Takeuchi ha usato i nomi dei suoi familiari per la famiglia di Usagi in Sailor Moon, infatti suo padre si chiama Kenji, sua madre Ikuko e suo fratello Shingo. Possiede una Ferrari e una Porsche e in un'intervista ha dichiarato che guidarle è uno dei suoi passatempi preferiti, insieme allo shopping, la lettura, l'ozio e collezionare antichità. Nel corso degli anni ha pubblicato ben sette volumi di illustrazioni dedicati completamente al suo capolavoro Sailor Moon. Dal punto di vista artistico il tratto della Takeuchi è famoso per essere molto semplice e abbozzato: le sue tavole non sono né rifinite né particolareggiate, ma molto lineari e delicate. Nelle illustrazioni dei suoi artbook sono invece molto curati i colori delle immagini, che l'autrice spesso decora con perline e centrini. Nei suoi manga sono numerosi i riferimenti scientifici: sono sempre presenti congegni elettronici, come ad esempio i comunicatori delle Sailor Guerriere, il mini computer di Ami Mizuno o il cellulare di Toki☆Meca.

Nel 2003 l'autrice ha bloccato, inaspettatamente e improvvisamente tutti i diritti della sua opera principale, Sailor Moon appunto, nonostante regolari contratti di distribuzione firmati e in corso in vari paesi (nel nostro caso, la Star Comics deteneva già i diritti della ristampa del manga per la quale aveva già preparato le copertine, la Mediaset deteneva invece i diritti della trasmissione, poi scaduti e non rinnovati appunto per il blocco, e la Shin Vision della distribuzione dell'anime in DVD, già iniziata col rilascio di un DVD ridoppiato seguendo fedelmente l'originale). La motivazione di questo blocco, protrattosi su scala mondiale (Giappone incluso, sebbene con diverse modalità) dal 2003, non è mai stata divulgata e, per anni, sono girate voci di corridoio che volevano il blocco dovuto alle troppe censure o a screzi con la casa di produzione dell'anime, la Toei Animation. In quest'ultimo caso si è arrivati a supporre che la donna avesse intenzione di gestire tutti i diritti della propria opera personalmente (non solo del manga ma anche dell'anime) e, quindi, di ricevere tutti i guadagni derivanti dalle licenze. La Toei Animation e la Bandai si sarebbero ovviamente opposte a questa decisione che le escludeva completamente. Questa supposizione potrebbe contenere delle verità, in quanto i problemi di copyright come lo è appunto il blocco dei diritti di Sailor Moon sono spesso dovuti all'impossibilità di raggiungere un accordo in merito alla suddivisione dei guadagni fra autori e case produttrici.

Nel 2004, in Giappone sono usciti i DVD dell'anime, del live e la ristampa del manga, e questo ha portato molti a credere che i diritti di Sailor Moon non fossero bloccati per i giapponesi. In realtà questo fatto pare essere dovuto ad un contratto già firmato e per il quale il blocco non poteva essere valido. Ad avallare questa ipotesi si aggiunge l'attuale stato out-of-print della ristampa giapponese.

Per diverso tempo non è stato rilasciato alcun comunicato ufficiale, ignorando i fan di tutto il mondo che attendevano trepidanti un ritorno e le case di distribuzione interessate all'acquisto o al rinnovo dei diritti di distribuzione dell'anime, del manga e in alcuni casi anche del live action sentai. Nello specifico italiano, la Star Comics attendeva di poter ristampare il manga in edizione deluxe, mentre il portavoce della fascia ragazzi di Mediaset, Fabrizio Margaria, aveva più volte dichiarato che, nonostante l'emittente televisiva avesse tutte le intenzioni di ritrasmettere le repliche e ci fossero molte persone che avevano espresso questo desiderio scrivendo tonnellate di lettere ed e-mail in redazione, la ritrasmissione era impossibile. Per quanto riguardava la distribuzione in DVD, la situazione si era intanto fatta ancora più complicata perché la Shin Vision, che deteneva i diritti al momento del blocco, era fallita ed era stata assorbita dalla EXA cinema, a sua volta fallita e assorbita dalla EMC.

Nel 2009 viene annunciato lo sblocco dei diritti relativi alla serie animata: a fare da apripista è l'Italia con la trasmissione sulla rete digitale Hiro di Sailor Moon e la creazione della nuova style guide internazionale realizzata dal disegnatore Marco Albiero. A partire dal 2010 è iniziata la distribuzione del materiale di merchandising[1] e la commercializzazione di nuovi prodotti.

Nel novembre 2010 esce in Italia la ristampa del manga di Sailor Moon, i cui diritti sono detenuti dalla GP publishing[2], con la supervisione di Naoko Takeuchi.

Opere principali[modifica | modifica sorgente]

Manga[modifica | modifica sorgente]

Nella seguente lista contiene le opere di Naoko Takeuchi, maggiori e minori, dal momento del suo debutto:

  • Chocolate Christmas (チョコレート·クリスマス Chokorēto Kurisumasu, 1987-1988):
    • Raccolta di 2 storie brevi: Chocolate Christmas, la storia di Ryoko, che sotto Natale si innamora del DJ Choco, e Wink Rain, la storia di Marina, che sogna un ragazzo che lei sa essere il suo grande amore;
  • Maria (ま·り·あ Ma-ri-a, 1989-1990):
  • The Cherry Project (Theチェリープロジェクト The Cherī Purojekuto, 1990-1991):
  • Codename Sailor V (コードネームはセーラーV Kōdonēmu wa Sērā Bi, 1991-1995):
  • Pretty Guardian Sailor Moon (美少女戦士セーラームーン Bishōjo senshi Sērā Mūn, 1992-1997)
  • Assembler OX (Capitolo del manga Compiler, in collaborazione con Kia Asamiya, 1993)
  • Miss Rain (ミス·レイン Misu Rein, 1993):
    • Raccolta di 5 storie brevi: Miss Rain (1990), Boku no Pierce Girl (La mia Pierce Girl, 1989), July Marmalade Birthday (1989), Maigo no Swing (Ogni volta dopo uno Swing, 1988), Itsumo Isshou ne (Sempre insieme, 1987);
  • Prism Time (プリズム·タイム Purizumu Taimu, 1986-1997):
    • Raccolta di storie brevi dai primi lavori fino agli anni 90. Sono usciti due volumi, rilasciati nel 1995 e nel 1997:
      • Nel primo volume sono stati pubblicati i manga: Gradation 1 Tamaki-Peppermint (1987), Gradation 2 Saura-Sunset (1987), Gradation 3 Mizuki-Moonglow(1987) e Gomen ne Wednesday (scusami mercoledì, 1988);
      • Nel secondo volume sono stati pubblicati i manga: Rain Kiss, Yume Miru Rainy Button (In sogno vedo Rainy Button, 1987), Secret na kata omoi (Secret di una parte di pensieri, 1986), Love Call (1986) e Yume ja nai no ne (Non era un sogno, 1985);
  • Nerima Queen (Capitolo del manga Compiler, in collaborazione con Kia Asamiya, 1994)
  • PQ Angels (PQエンジェルス PQ Enjerusu, 1997):
  • Princess Naoko Takeuchi's Return-to-Society Punch!! (1998-2004):
  • Toki☆Meka! (とき☆メカ! Toki☆Meka!, 2001):
  • Love Witch (ラブ ウィッチ Rabu Witchi, 2002):
  • Toki☆Meca! (とき☆めか! Toki☆Meca!, 2005-2006)

Illustrazioni[modifica | modifica sorgente]

Libri[modifica | modifica sorgente]

  • Oboo-nu- to Chiboo-nu- (Il Grande Boonuu e il Piccolo Boonu, illustrata da Yoshihiro Togashi)
    • Un libro per bambini scritto per il compleanno del figlio.

Testi di canzoni[modifica | modifica sorgente]

Naoko Takeuchi ha scritto i testi delle seguenti canzoni appartenenti all'anime e al live action di Sailor Moon:

  • Ai Kotoba wa Moon Prism Power Make-Up! (合コトバはムーン・プリズム・パワー・メイク・アップ, La password è Moon Prism power make up!) canzone d'immagine di Usagi Tsukino della prima serie di Bishōjo senshi Sailor Moon
  • I am Sailor Moon canzone d'immagine di Usagi Tsukino della seconda serie Sailor Moon R
  • Ai wo Shinjiteru (愛をしんじてる, Credere nell'amore) canzone d'immagine di Usagi Tsukino della quinta serie Sailor Moon Sailor Stars
  • Ashita mo mata Jitensha (あしたもまた自転車, Andare in bicletta fino a domani) canzone d'immagine di Ami Mizuno della quinta serie Sailor Moon Sailor Stars
  • Hottokenai Yo (ほっとけないよ, Non posso lasciarla sola) canzone d'immagine di Ami Mizuno e Rei Hino della prima serie di Bishōjo senshi Sailor Moon
  • Honoo no Sogekisha (Flame Sniper) (の狙撃者(フレイム・スナイパー), Cecchino della fiamma (Flame Sniper)) canzone d'immagine di Rei Hino della quinta serie Sailor Moon Sailor Stars
  • We Believe You canzone d'immagine di Makoto Kino della quinta serie Sailor Moon Sailor Stars
  • Route Venus canzone d'immagine di Minako Aino
  • Ai no megami no How to Love (愛の女神のハウ・トゥ・ラヴ, La Dea dell'amore del How to Love) canzone d'immagine di Minako Aino della quinta serie Sailor Moon Sailor Stars
  • Initial U canzone d'immagine di Haruka Ten'ō
  • Senshi no Omoi (戦士の想い, I sentimenti di una guerriera') canzone d'immagine di Michiru Kaiō
  • Luna! (ルナ!) canzone d'immagine di Luna
  • Maboroshi no Ginzuishou (幻の銀水晶, Cristallo d'argento illusorio)
  • Sailor Team no Theme (セーラーチームのテーマ, Il tema del Sailor Team)
  • Chikara wo Awasete (力を合わせて, Potere combinato) canzone d'immagine di Taiki Kou
  • Ginga Ichi Mibun Chigai na Kataomoi (銀河一身分違いな片想い, Una galassia di differenza: amore a senso unico) canzone d'immagine di Seiya Kou
  • Mayonaka Hitori (真夜中ひとり, Solo a mezzanotte) canzone d'immagine di Yaten Kou
  • Nagareboshi He (流れ星へ, Per la stella cadente) singolo delle Three Lights
  • Todokanu Omoi: My Friend's Love (とどかぬ想い:My Friend's Love, Sentimenti irraggiungibili: My Friend's Love) singolo delle Three Lights
  • Golden Queen Galaxia (ゴールデン・クイーン・ギャラクシア) canzone d'immagine di Sailor Galaxia
  • Princess Moon seconda sigla di chiusura della prima serie di Bishōjo senshi Sailor Moon
  • Tuxedo Mirage sigla di chiusura della terza serie Sailor Moon S
  • "Rashiku" Ikimasho (“らしく” いきましょう, Andrò con me stessa) sigla di chiusura della quarta serie Sailor Moon SuperS
  • Sailor Star Song sigla di apertura della quinta serie Sailor Moon Sailor Stars
  • Kirari☆SailorDream! (キラリ☆セーラードリーム!, Scintillante☆SailorDream!) sigla di apertura di Bishōjo senshi Sailor Moon
  • Over Rainbow Tour canzone d'immagine di Usagi Tsukino in Bishōjo senshi Sailor Moon
  • Katagoshi ni Kinsei (Venere sulle spalle) canzone d'immagine di Minako Aino in Bishōjo senshi Sailor Moon

Premi[modifica | modifica sorgente]

Naoko Takeuchi ha vinto numerosi premi tra cui il 2º premio Nakayoshi Comic per i nuovi arrivati, di Yume ja nai no ne (Non era un sogno) nel 1985. Inoltre per "Love Call" ha vinto il premio per i nuovi artisti della Nakayoshi che ha debuttato nel settembre 1986 su Nakayoshi Deluxe. Nel 1993 ha vinto il 17º Kodansha Manga Award per il manga shōjo di Sailor Moon.

Note[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 34566631 LCCN: n88135196