Usagi Tsukino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
(JA)
« ムーン・プリズム・パワー・メイク・アップ »
(IT)
« Moon Prism Power... Make Up! »
(Formula di Usagi per la trasformazione in Sailor Moon nella versione originale)
Usagi Tsukino
Usagi Tsukino nei panni di Sailor Moon (copertina del primo volume della seconda edizione del manga)
Usagi Tsukino nei panni di Sailor Moon (copertina del primo volume della seconda edizione del manga)
Universo Sailor Moon
Nome orig. うさぎ 月野 (Usagi Tsukino)
Lingua orig. Giapponese
Alter ego Sailor Moon
Soprannome
  • Odango atama (nell'adattamento italiano dell'anime Testolina buffa, tradotto nell'edizione GP Publishing del manga come Testa di Odango)
  • Usako (nomignolo datole da Mamoru Chiba nella versione originale)
  • Usa (nomignolo datole da Mamoru Chiba nel manga a partire dal terzo arco)
  • Benedetta ragazza (nomignolo datole da Luna solo nell'adattamento italiano)
  • Odango-chan (nomignolo datole da Haruka Ten'ou nel manga)
Autore Naoko Takeuchi
Studio Toei Animation
Editore Kodansha
1ª app. 1992
1ª app. in Nakayoshi
Editori it.
  • Star Comics
  • GP Publishing
Interpretata da vedi doppiatrici e attrici
Voci orig.
Voci italiane
Sesso Femmina
Data di nascita 30 giugno (Cancro)
Affiliazione Sailor Team
Parenti
  • Ikuko Tsukino (madre)
  • Kenji Tsukino (padre)
  • Shingo Tsukino (fratello minore)
  • Queen Serenity (madre della principessa Serenity)
  • Mamoru Chiba/King Endymion (marito/marito nel XXX secolo)
  • Chibiusa (figlia nel XXX secolo)
  • Kousagi (figlia nel futuro alternativo di Parallel Sailor Moon)
  • Luna Tsukino (solo PGSM)

Usagi Tsukino (月野 うさぎ Tsukino Usagi?) è un personaggio immaginario, protagonista della serie di anime e manga Sailor Moon, nonché identità civile dell'omonima guerriera, la prima a comparire in entrambe le versioni della storia.
Nell'adattamento italiano della prima edizione del manga edita da Star Comics non viene modificato il suo nome, ma fino alla terza saga le viene attribuito il soprannome Bunny a causa della sua pettinatura, omologandosi così all'adattamento della serie animata (dove la guerriera era stata rinominata appunto "Bunny"[1]), mentre nella seconda edizione del manga edita da GP Publishing è stato mantenuto il nome originale.
In quanto protagonista, l'immagine di Usagi è apparsa su quasi tutti gli articoli di merchandising basati sulla serie (tra cui figurine e giocattoli), e nel marzo del 2010 si è posizionata al secondo posto nel sondaggio della rivista giapponese Newtype come personaggio femminile più rilevante degli anni '90.[2]

Nome[modifica | modifica sorgente]

Usagi Tsukino letteralmente non significa nulla; tuttavia, bisogna notare che generalmente in Giappone ci si presenta indicando prima il cognome e poi il nome. Infatti Tsukino Usagi è uguale a Tsuki No Usagi, che letteralmente significa Coniglio Sulla Luna. In effetti, Sailor Moon può essere benissimo ricollegata alla leggenda asiatica del Coniglio della luna non solo a causa della sua evidentissima relazione con l'unico satellite naturale del nostro pianeta, ma anche a causa di una sua non poi tanto velata relazione con i conigli. Forse a causa del nome, sia Usagi stessa che gli altri personaggi la identificano spesso con un coniglietto: un coniglietto è disegnato sulla porta della sua stanza, la sua camera è piena di conigli (arriva anche a dormire con un enorme coniglio di peluche), spesso nelle nuvolette da lei pronunciate compare un coniglietto stilizzato e addirittura in alcuni casi, quando gli altri personaggi parlano di lei, al posto del suo nome viene raffigurato un coniglietto. Non a caso il coniglio è diventato un simbolo dell'intera saga, tanto che Naoko Takeuchi si autoraffigura come un coniglietto con in mano il Moon Stick quando compone i suoi messaggi grafici per i lettori. Tuttavia, è curioso notare come Usagi detesti profondamente le carote. Inoltre, gli odango con cui ella si acconcia i capelli ricordano le orecchie di un coniglio; in realtà il motivo di questa sua stravagante pettinatura è il fatto che da giovane la Takeuchi si agghindava così alle volte, "alla cinese".

La leggenda del coniglio lunare ha origine in India ma si diffonde presto anche in Cina e Giappone: è dovuta ad una pareidolia molto diffusa in Oriente, dove spesso nei crateri della Luna le persone affermano di vedere un coniglio. Il mito narra che il dio Shakkria, per mettere alla prova gli animali, si presentò loro sotto le mentite spoglie di un viandante affamato. Mentre tutti gli altri animali gli procurarono pesce, frutta o latte, il coniglio si rese conto di non essere di alcuna utilità, poiché era incapace di cacciare e non poteva offrire al viandante l’erba di cui lui si nutriva, non commestibile per gli esseri umani. Decise dunque di offrire al viaggiatore la sua stessa carne e si sacrificò gettandosi nel fuoco. Il viandante, colpito da quel gesto così estremo e coraggioso, rivelò le sue vere sembianze divine e dipinse sulla luna la figura del coniglio, in modo che il sacrificio di quella bestiola fosse da eterno monito per tutti.

Inoltre, quando le cinque Inner Senshi vanno sulla Luna, Sailor Jupiter fa notare a Sailor Moon: - Ehi, Usagi... Adesso sei davvero il coniglio della luna! -.

Non è dunque un caso che nella stragrande maggioranza degli adattamenti europei dell'anime il nome della guerriera sia diventato Bunny, che in inglese significa appunto Coniglio/Coniglietto, e che nella seconda serie sua figlia venga chiamata Rabbit dai nemici.

Ad ogni modo, la relazione più lampante di Sailor Moon, più che con i conigli è ovviamente con la Luna. Infatti il nome che aveva nella sua vita precedente, Princess Serenity, ricorda alla lontana quello della dea greca della Luna Selene, divinità arcaica in seguito soppiantata da Artemide. La lontananza si riduce assai se si ricorda che in cinese ed in giapponese i suoni L ed R sono corrispondenti ed interscambiabili. Non è dunque un caso che nell'adattamento italiano dell'anime la madre, sua omonima, venga rinominata proprio così, Σελήνη. Tuttavia la scelta può dare adito a equivoci, dato che è la stessa Usagi ad essere la reincarnzaione di Selene.

Non è dunque un caso che nell'adattamento italiano dell'anime la madre, sua omonima, venga rinominata proprio così, Selene. Tuttavia la scelta può dare adito a equivoci, dato che è la stessa Usagi ad essere la reincarnzaione di Selene. In effetti Queen Serenity dovrebbe essere la reincarnazione della titanessa Theya, che dal fratello nonché marito Iperione (titano che rappresenta il Sole) ha i figli Selene (la Luna), Helios (il Sole, successivamente soppiantato da Febo Apollo così come Selene/Luna viene scalzata da Artemide/Diana) ed Eos (l'Aurora).

Inoltre Prince Endymion è l'anglicizzazione di Endimione ('Eνδυμίων Endùmion), protagonista di una tormentata storia d'amore con Selene. Infatti, se Usagi è la reincarnazione di Selene, Mamoru lo è di Endimione. Narra la leggenda che la bellissima dea Selene si sia innamorata di Endimione, re dell'Elide, l'uomo più bello del mondo. Tuttavia egli è un mortale, e per donargli l'immortalità ella convince Hypnos (il Sonno) a far sprofondare l'amato in un sonno eterno in una grotta sul Monte Latmo, da cui si risveglierà solo una notte all'anno. Dall'amore dei due nasceranno cinquanta figlie, tra cui Pandia (la tutta bianca) ed Ersa, reincarnatesi rispettivamente in Chibiusa ed in ChibiChibi.

Infine, va detto che è proprio da Σελήνη che deriva il sostantivo serenità. Infatti i Romani, nel loro adattamento delle divinità greche, sostituiscono Diana alle varie Artemide, Selene ed Ecate, ma dal nome della dea originano il termine Serenitas. Un riferimento ancora più lampante in giapponese, dove, come si è detto, non c'è quasi distinzione fra queste due consonanti. Non a caso il Moon Castle si trova nel Mare Serenitatis, ovvero Mare della Serenità: il gioco di parole è intraducibile, ma nel manga, prima di giungere sulla Luna, l'omonima gatta dice: - Questo è il Mare Serenitatis... Il Mare della Serenità. - , e successivamente Sailor Moon pensa: - Il Mare di Serenity... - , mentre in originale Luna dice in inglese: - This is the Mare Serenitatis... The Sea of Serenity. -. Infatti serenity in inglese significa proprio serenità, per cui Mare Serenitatis significa non solo Mare della Serenità, ma anche Mare di Serenity, ovvero Mare di Sailor Moon, Mare di Usagi Tsukino.

E dunque Usagi Tsukino è proprio la personificazione stessa della serenità.

Nata il 30 Giugno, Usagi è del Cancro, segno zodiacale di elemento Acqua che secondo l’astrologia occidentale è governato dalla Luna e che ha come metallo simbolico l’argento (non è un caso, dunque, che Usagi sia l’unica a poter usufruire del potere del “Cristallo d’Argento Illusorio”, inoltre la caratterizzazione primaria del personaggio, poi scartata, prevedeva per l’appunto che avesse i capelli argentati). I nati sotto il segno del Cancro, oltre ad avere una personalità romantica, sono molto legati alla madre, entrambe caratteristiche che ben si addicono ad Usagi, che nutre uno strettissimo legame sia con la sua madre biologica Ikuko Tsukino, sia con la sua “madre spirituale” Queen Serenity.

Personalità[modifica | modifica sorgente]

Nella vita quotidiana è Usagi e vive come una normale studentessa della scuola media Juban, all'età di 14 anni incontra Luna, la gatta che le dona i suoi poteri di guerriera così come la missione di trovare la Principessa della Luna, le sue compagne e il compito di salvare il mondo dal Dark Kingdom.

Usagi vive con i suoi genitori e suo fratello Shingo. È un personaggio che cambia e che matura poco per volta. A differenza delle sue amiche, è una goffa, piagnucolona, ma anche ottimista e sempre allegra, ma grazie alle battaglie sostenute diventa pian piano sempre più coraggiosa e un po' meno piagnucolona.

Nonostante ciò, Usagi è una ragazza dal cuore d'oro, che crede nell'amore e nei buoni sentimenti e grazie a questa sua bontà d'animo riuscirà a salvare il mondo parecchie volte. Il suo astro guida è la Luna; a partire da metà prima serie utilizzando anche il Cristallo d'argento, il cui potere aumenta con l'aumentare della potenza dei nemici e viene amplificato dai vari scettri che Sailor Moon utilizza in ogni serie, nell'adattamento italiano viene più volte, erroneamente, fatto intendere che non utilizzi il cristallo d'argento e il motivo di tale modifica non è ben chiara, tale cambio è ben visibile nel film della terza serie in cui Sailor Moon utilizza il cristallo d'argento per la prima volta senza morire (nell'adattamento italiano invece usa il cristallo del cuore) grazie all'unione dei poteri di tutte le sailor guerriere del sistema solare più Chibiusa.

Nella quinta serie Mamoru parte per gli Stati Uniti e Usagi incontra i Three Lights, un gruppo di cantanti composto da Kou Taiki, Kou Yaten e Kou Seiya. Tra lei e Kou Seiya nasce un rapporto profondo dovuto anche alla mancanza di Mamoru, che si scoprirà in seguito non esser mai arrivato negli Stati Uniti, dopo che Galaxia gli aveva sottratto lo star seed (nel manga dinnanzi alla stessa Usagi all'aeroporto, nell'anime durante il volo per gli Stati Uniti). Combatterà infine contro Sailor Galaxia e dopo aver perso tutti i suoi affetti troverà la forza di combattere e di salvare ancora una volta la Terra. Nell'anime solo al termine della lotta ogni star seed ritorna al legittimo proprietario, e le tutte guerriere Sailor e Mamoru ritornano da Usagi. Le Sailor Starlights, dopo aver ritrovato la loro principessa, possono ripartire per il loro pianeta, con l'intento di ricostruirlo, ma non prima di ringraziare coloro che le hanno aiutate. L'anime si conclude con Usagi e Mamoru che guardano la luna parlano dei loro sentimenti e con la voce di Usagi che come all'inizio della prima serie si presenta, e dopo la sigla finale un "è la fine" decreta la chiusura della serie.

Nel manga la storia è profondamente diversa, la stessa Usagi fin dall'inizio è molto più matura, i combattimenti e le battaglie si svolgono in maniera diversa e Usagi utilizza sempre il cristallo d'argento da sola senza il rischio di morire, con il suo potere è inoltre in grado di resuscitare, e guarire le persone.

Viene chiamata da Mamoru, Haruka e Seiya Odango Atama (Testa di odango, adattato in Testolina Buffa nell'adattamento italiano dell'anime) ovvero per via della sua pettinatura i cui chignon ricordano degli odango, anche se lei non ama questo soprannome. Nell'anime e nel manga lei e Mamoru si chiamano rispettivamente Mamo-chan e Usako (nel manga durante la terza saga Mamoru si rivolgerà a lei chiamandola anche Usa). Nell'adattamento italiano Luna si rivolge a lei chiamandola Benedetta ragazza!, a causa della sua natura di ragazza pigra e fifona.

Nell'omake Parallel Sailor Moon, ambientata in un futuro alternativo, avrà una seconda figlia oltre a Chibiusa di nome Kousagi, uguale a lei come carattere e appetito.

Trasformazioni e aspetti[modifica | modifica sorgente]

Sailor Moon[modifica | modifica sorgente]

Sailor Moon nell'anime

L'identità da senshi di Usagi è Sailor Moon, conosciuta come la Guerriera[3] dell'Amore e della Giustizia (o anche solo Guerriera della giustizia[4], anche tradotto in Paladina della giustizia) e Guerriera del Mistero[5] quest'ultima attribuzione è un dono di Neo Queen Serenity alla fine della seconda parte del manga. La sua divisa è inizialmente blu e rossa (o rosa scuro, magenta), basata sul motivo della luna crescente, simbolo del Regno della Luna. Con il tempo, nella sua uniforme si aggiunse il rosa e il giallo, così come il tema basato su cuori.

I suoi attacchi ruotano intorno al potere della Luna, dell'amore, del mistero e della luce, specialmente lunare. Inizialmente è spaventata dal suo compito di guerriera, così come da Luna, la gatta parlante che la aiuta, ma finirà per accettare il suo compito, e diventare la guerriera più potente della galassia.

Super Sailor Moon[modifica | modifica sorgente]

Diventando più potente come guerriera, Sailor Moon acquisisce nuovi poteri, e la sua uniforme finisce per cambiare. La prima modifica appare nell'atto 30 del manga, quando riceve il Calice Sacro (Coppa Lunare o Sacro Graal nell'addamento italiano dell'anime), e diventa Super Sailor Moon.[6] La sua uniforme appare così più decorata, e i suoi poteri sono effettivamente più potenti. All'inizio non riesce a prendere la forma di Super Sailor Moon senza Sehai, e dopo che il calice viene distrutto nell'anime, nel manga non può essere utilizzato per l'assenza delle outer senshi. Solamente nell'atto 34 (episodio 128), Elios le dona il potere della trasformazione a lei e a Sailor Chibimoon.

Eternal Sailor Moon[modifica | modifica sorgente]

Durante la battaglia contro la regina Nehellenia[7][8] Sailor Moon, combinando il potere con gli altri membri del Sailor Team (in maniera e situazioni diverse fra anime e manga), sviluppa la sua terza forma da senshi ed ultima, Eternal Sailor Moon (chiamata nell'adattamento italiano dell'anime Sailor Moon Regina dell'Eternità), che Diana definisce la forma più vicina a Neo-Queen Serenity.[9] La sua uniforme cambia radicalmente, con l'aggiunta di due ali angeliche sulla schiena, il fiocco posteriore magenta e più sottile e la perdita della tiara sostituita da una luna crescente.

Nel manga, con la trasformazione in Eternal SailorMoon ottiene il Silver Moon Crystal, una forma evoluta del Cristallo d'Argento, che utilizzerà per attaccare e trasformarsi. Nella quinta serie animata non è chiaro se il cristallo che sta usando sia il Silver Moon Crystal, in quanto solo due degli attacchi si riferiscono ad esso, ma la pietra in sé per sé non viene in altro modo nominata. Come su detto la trasformazione nel manga avviene attraverso il Calice Sacro evoluto, mentre nell'anime con la spilla chiamata Eternal Moon Article. Da notare che anche nel manga Sailor Moon porta una spilla simile, se pur senza alcun dettaglio, ma questa serve solo per contenere e proteggere il Silver Moon Crystal e Calice Sacro evoluto.

Princess Serenity[modifica | modifica sorgente]

Simbolo del Regno della Luna

Princess Serenity è la principessa di Silver Millennium, reincarnatasi poi sulla Terra in Usagi. Figlia della Regina Serenity (Regina Selene nella versione italiana), si innamora del Principe terrestre Endymion, che si reincarnerà anch'egli in Mamoru Chiba, nonostante la legge preveda che fra coloro che vivono sul Regno della Luna e i terrestri non debba mai esserci contatto. Nell'anime moriranno insieme per mano di Queen Metaria. La Regina Serenity per questo motivo con le ultime forze rimastele, sigillata Metaria e il suo esercito, invia le anime di Endymion, Serenity e tutti gli abitanti di Silver Millennium (guerriere comprese), per dare loro modo di rinascere e vivere un tempo migliore in un luogo di pace. Nel manga, dopo aver visto morire Prince Endymion per mano di Queen Beryl, si suicida con un pugnale. Nel live invece è lei stessa, dopo aver visto l'amato ucciso davanti ai suoi occhi, a distruggere Silver Millennium e la Terra con il Cristallo d'Argento.

Da notare che nell'anime Serenity viene dipinta molto più regale di quanto sia l'Usagi del XX secolo, tuttavia nel manga viene mostrato che anche Serenity possedeva alcuni tratti che saranno caratteristici della sua reincarnazione, come la poca voglia di studiare. Sia nell'anime che nel manga s'apprende che la principessa non aveva fratelli o sorelle, in quanto le Regine di Silver Millennium possono avere solo una figlia femmina, e non vengono mai fatti accenni su chi fosse suo padre.

Sebbene nelle versioni originali venga chiamata 'Princess Serenity, ossia col titolo in lingua inglese, al di fuori del Giappone questo è stato tradotto nei vari adattamenti, come in Italia o in Germania (dov'è chiamata Prinzessin Serenity). Tuttavia nell'edizione GP Publishing del manga, si è deciso di mantenere i vari anglicisimi per tutti titoli reali dei vari personaggi.

Neo-Queen Serenity[modifica | modifica sorgente]

Nella seconda serie si viene a sapere che Usagi, nei panni di Serenity, nel XXX secolo diventerà Neo Queen Serenity (chiamata semplicemente Regina Serenity nel doppiaggio italiano[10]), la regina della capitale della Terra, Crystal Tokyo e di Silver Millennium. Viene mostrata per la prima volta nell'atto 16 del manga, e nell' episodio 68 dell'anime. Usagi diverrà quindi Regina, con Mamoru al suo fianco come re che prenderà il nome di King Endymion (ribattezzato Re Endymion nella versione italiana).

Nell'anime viene affermato che diventa Neo-Regina Serenity dopo aver salvato il mondo da una glaciazione, grazie al Cristallo d'argento illusorio, anche se non vengono rivelati altri dettagli.

La Regina è ovviamente molto più matura rispetto alla Usagi del presente, sebbene anche lei abbia i suoi momenti di immaturità, come ricorda Diana quando afferma che spesso il Re e la Regina fingono di essere malati per non svolgere i loro compiti. Anche le lettere che spedisce a Chibiusa dal futuro sono spesso firmate con un piccolo disegno di lei, o alcune volte del Re, al posto del nome, oltre ad essere scritte solo in caratteri hiragana e senza kanji (in Italia adattati come errori d'ortografia). Nell'episodio 103, aggiunge addirittura un post scriptum dove raccomanda alla Usagi del XX di studiare, tra lo stupore delle altre guerriere.

Questa forma di Usagi è probabilmente la più potente di tutte, come presuppone Diana, quando afferma che Eternal Sailor Moon è la forma più vicina a quella di Regina. Ad ogni modo, nel manga viene affermato che la Regina ha perso i suoi poteri di senshi dopo esser salita al trono di Crystal Tokyo. I suoi poteri sono comunque molto potenti al punto da far rivivere i cittadini della città, usando il suo Spiral Heart Moon Rod, oppure donare alle guerriere dei nuovi poteri.

Il suo vestito è molto simile al quello di principessa, soprattutto nel manga. Indossa ora una tiara, ed il simbolo della luna crescente è sempre visibile sulla sua fronte, ed inoltre le sue espressioni sono molto più mature, sebbene in un ricordo di Chibiusa la si vede vestita in borghese[11].

Nel manga si vede per la prima volta Neo Queen Serenity sempre nella seconda serie, e grazie al cristallo d'argento che dona longevità e giovinezza ai componenti della famiglia reale e in parte agli abitanti di Crystal Tokyo. Non viene detto come e quando sia stata edificata Crystal Tokyo e viene però detto che Usagi salirà al trono ed avrà Chibiusa all'età di 22 anni, viene inoltre detto che la bambina, al momento in cui torna indietro nel tempo, ha 900 anni. Viene inoltre raccontano di un precedente attacco di Death Phantom (In Italia Des Phantom nel manga e Il Saggio nell'anime). Successivamente alla fine della quarta stagione mostrano l'incoronazione a regina e alla fine della quinta Usagi si sposa a Crystal Tokyo con Mamoru.

Neo-Regina Serenity è l'unica forma di Usagi che Chibiusa considera essere sua madre, mentre le vite passate di Usagi vengono viste come una sorella maggiore.

Princess Sailor Moon[modifica | modifica sorgente]

Nella serie live action Pretty Guardian Sailor Moon, è presente una nuova forma della Principessa Serenity, conosciuta come Princess Sailor Moon. Questa figura nasce come una potente combinazione tra Sailor Moon e la Principessa, e viene introdotta quando lo spirito della Principessa si impossessa del corpo di Sailor Moon. Appare inizialmente dopo che Queen Beryl prende in ostaggio i suoi quattro generali in cambio di Mamoru, e Sailor Moon, piena di rancore, si trasforma in questa nuova forma, fermandola con la sua spada.

È ovvio che Princess Sailor Moon è molto più simile a Serenity che a Usagi, visto che non mostra alcun rimorso al destino dei quattro generali nella mani di Beryl, e chiama Mamoru con il nome "Endymion". È inoltre sempre furiosa, e tende ad essere molto spietata con i suoi avversari. Anche se nella maggior parte del materiale promozionale delle serie Princess Sailor Moon viene vista sorridere, nell'intera serie non sorride mai.

Princess Sailor Moon confessa ad Usagi, grazie ad un dialogo telepatico, che non proverebbe rimorso nel distruggere la Terra se Endymion fosse ucciso, e in seguito richiama dei demoni per combattere con le sue amiche, tutti con il simbolo della luna crescente sulla fronte. Usagi, spaventata che potesse distruggere il mondo, cerca di sopprimere i suoi poteri, e questo conflitto interno durerà per il resto della serie.

Princess Sailor Moon porta una spada, che è anche un'arpa con stringhe invisibili. Di solito la suona nei momenti di tristezza, pensando al suo amato principe, ed è anche capace di usarla per guarire le persone. Usata come arma, può deviare gli attacchi nemici e scagliare dei potenti attacchi. Possiede anche l'abilità di levitare e di teletrasportarsi.

Come gli altri personaggi creati appositamente per la serie, l'abbigliamenti di Princess Sailor Moon è stato disegnato da Naoko Takeuchi in persona, ed è considerato molto elaborato rispetto a quello di Sailor Moon.

Sailor Rabbit[modifica | modifica sorgente]

In un episodio speciale della serie live action Pretty Guardian Sailor Moon, Sailor Rabbit è l'alter ego creato da Usagi , ambientato prima del suo incontro con Luna, dove (desiderando imitare Sailor V) lei, Ami, Naru e altre due compagne di classe si travestono da super eroine.
Durante il corto le ragazze incappano in una banda di criminali, ma vengono salvate da Sailor V.

Attacchi e poteri[modifica | modifica sorgente]

Trasformazioni
Formula originale Formula italiana (anime) Formula italiana (prima edizione del manga) Uso nella serie
Moon Prism Power... Make Up! Potere del Cristallo di Luna, Vieni a Me!/Potere del Prisma di Luna, vieni a me![12] Potere del cristallo di Luna, vieni a me![13]/Moon Prism Power make up![14] tutte
Moon Power [nome della professione] Change! Penna Lunare, in una [nome della professione] mi voglio trasformare Penna Lunare, in una [nome della professione] mi voglio trasformare[13]/Moon Power! Trasformazione[15] in [nome della professione][14] manga/anime
Moon Crystal Power... Make Up! Potere del Cristallo d'Argento, Vieni a Me! Potere del Cristallo di Luna, Vieni a Me![13]/Moon Crystal Power, Make Up![14] manga/anime
Moon Cosmic Power... Make Up! Potere del Cristallo del Cuore, Vieni a Me! Moon Cosmic Power, Make Up! manga/anime
Crisis... Make Up! Potere Supremo, Vieni a Me! Crisis, Make Up! manga/anime
Moon Crisis... Make Up! Super Potere Supremo, Vieni a Me! Moon Crisis, Make Up! manga/anime
Moon Eternal... Make Up! Potere Eterno dei Petali di Stelle, Vieni a Me! Moon Eternal, Make Up! anime[16]/manga seconda edizione[17]
Silver Moon Crystal Power... Make Up! Potere Eterno dei Petali di Stelle, Vieni a Me! Silver Moon Crystal Power, Make Up! manga[16][17]
Attacchi
Nome originale Traduzione Nome italiano(anime) Nome italiano(manga) Uso nella serie
Sailor Moon
Moon Tiara Action! Tiara Lunare Azione! Cristallo di Luna, Azione! n/a anime
Supersonic Waves Onde supersoniche senza nome specifico senza nome specifico manga/anime
Moon Tiara, stardust Tiara lunare, polvere di stelle! Cristallo di luna, polvere di stelle! n/a anime
Sailor Moon Kick Calcio di Sailor Moon senza nome specifico Calcio di Sailor Moon![13]/Sailor Moon Kick[14] manga/anime
Double Sailor Moon Kick[18] con Sailor Chibi Moon Doppio calcio di Sailor Moon Doppio calcio Sailor Moon n/a anime
Hissatsu Double Sailor Kick[19] con Sailor Chibi Moon Doppio calcio mortale Sailor All'attacco! Potere del doppio calcio n/a anime
Moon Healing Escalation Escalation della guarigione lunare Cerchio dello Scettro Lunare, entra in azione! Cerchio dello scettro lunare, entra in azione![13]/Moon Healing Escalation[14] tutte
Moon Princess Halation Alone della Principessa della Luna Cerchio dello Scettro Lunare, entra in azione! Cerchio dello scettro lunare, entra in azione![13]/Moon Princess Halation[14] manga/anime
Sailor Body Attack Attacco Sailor Body senza nome specifico n/a anime
Moon Spiral Heart Attack Attacco del vorticoso cuore lunare Vortice del cuore di Luna, azione! Moon Spiral Heart Attack manga/anime
Moon Frisbee Frisbee lunare n/a Cristallo di Luna, azione![13] manga prima edizione
Moon Twilight Flash Luce del crepuscolo lunare n/a Bagliore della luce lunare! Azione![13]/Moon Twilight Flash![14] manga/live
Moon Tiara, boomerang! Tiara lunare, boomerang! n/a Moon Tiara, boomerang![14] Live/manga (seconda edizione)
Super Sailor Moon
Rainbow Moon Heart Ache,[6]
Rainbow Moon Heart Quake[20]
Impeto del cuore lunare ad arcobaleno,
Terremoto del cuore lunare ad arcobaleno
Grande arcobaleno lunare, azione! Rainbow Moon Heart Ache manga/anime
Moon Gorgeous Meditation (con Sailor Chibimoon nell'anime[21]) Maestosa meditazione lunare Scettro di Super Sailor Moon, entra in azione! /Potere alato![22] Moon Gorgeous Meditation manga/anime
Eternal Sailor Moon
Starlight Honeymoon Therapy Kiss Bacio terapeutico della Luna di miele stellata Scettro dei petali di stelle: Luce dei petali di stelle, entra in azione! Starlight Honeymoon Therapy Kiss manga/anime
Silver Moon Crystal Power Kiss Bacio del potere del cristallo della Luna argentata Scettro della luna eterna: Luce dei petali di stelle, entra in azione! n/a anime
Silver Moon Crystal Power[23] Potere del Cristallo della Luna argentata Scettro della luna eterna: Luce dei petali di stelle, entra in azione! Silver Moon Crystal Power (manga prima edizione) manga/anime
Silver Moon Crystal Power Therapy Kiss Bacio terapeutico del potere del Cristallo della Luna argentata n/a Silver Moon Crystal Power Therapy Kiss (manga prima edizione) manga
Silver Moon Crystal Eternal Power Potere eterno del Cristallo d'Argento lunare n/a Silver Moon Crystal Eternal Power (manga prima edizione) manga
Sailor Planet Attack! (con le Guardian Senshi) Attacco Planetario Sailor Assalto Planetario Sailor, Azione! Sailor Planet Attack! tutte
Sailor Planet Power! (con le Guardian Senshi e nel manga anche con le Outer) Potere Planetario Sailor Assalto Planetario Sailor, Azione! Sailor Planet Power! manga/anime

Gli attacchi Moon Tiara Action, Moon Tiara Boomerang e Moon friesbee sono attacchi molto simili tra di loro, poiché entrambi consistono nel lanciare la tiara (chiamata diadema nella versione Mediaset) contro il proprio avversario, la differenza sta nel fatto che nella versione animata la tiara diventa un disco di luce, nel manga, sia prima che seconda versione, è un normale freesbee la cui forma ricorda un grosso anello piatto, in PGSM la tiara, invece, si trasforma letteralmente n un boomerang per essere lanciata. Poiché nella forma Eternal Sailor Moon non possiede più la tiara, in un episodio effettua l'attacco, urlando appunto Moon Tiara Action, lanciando una pizza (nell'adattamento italiano Torta di Luna, azione!)[24]

Sviluppo del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente, nella serie Sailor Moon, ognuna delle cinque eroine principali doveva indossare un'uniforme unica nel suo genere, con un tema ben definito, diverso per tutte le guerriere. Alla fine, tutte le uniformi furono modellate seguendo quella di Sailor Moon, anche se ognuna delle altre guerriere era differenziata da alcune modifiche.

L'uniforme originale di Sailor Moon presentava colori differenti e dei nastrini intorno agli stivali e ai guanti. Indossava anche una maschera (indicata nella seconda edizione italiana del manga come occhialini), che finì per apparire in alcune capitoli iniziali del manga e costituisce parte integrante della sailor fuku[25] Queste idee iniziali per il costume della protagonista vengono mostrate nei primi lavori dell'autrice, in cui Sailor Moon porta anche una pistola ed un mantello, entrambi poi scartati.[26] in altre versioni doveva avere un boomerang come arma, che doveva essere parte integrante della fuku stessa[27].

L'acconciatura di Usagi, diventata poi famosa, deriva da un'abitudine dell'autrice: quando era all'università, era solita acconciare i propri capelli per avere degli odango prima di esami e lezioni difficili, per essere più fortunata.[28] Nei primi sketch, il colore dei capelli di Sailor Moon era rosa. In seguito, decise che Usagi doveva avere capelli biondi, ma quando si trasformava in Sailor Moon sarebbero diventati color argento. Il suo editore però le sconsigliò la scelta, perché l'argento era un coloro troppo semplice per le copertine del manga.[26] Tuttavia, il concetto venne riutilizzato in Pretty Guardian Sailor Moon, in cui le protagoniste cambiano il colore dei propri capelli quando si trasformano.

Di tutte le Sailor Senshi, la personalità di Usagi è quella che si avvicina di più a Naoko Takeuchi, quando stava ancora lavorando alla serie.[29]

Il nome Usagi, che non è un comune nome proprio di persona in Giappone,[30] sebbene sia scritto in caratteri hiragana (うさぎ, usagi) si pronuncia allo stesso modo della parola "coniglio" (兔, usagi). Il suo cognome è composto invece dai kanji 月野 tsukino, che da soli significano rispettivamente "luna" e "campo". Infine, il nome Usagi Tsukino, se letto nel comune ordine giapponese cognome-nome, e quindi Tsukino Usagi, suona allo stesso modo del termine 月の兎 tsuki no usagi, ovvero "coniglio della luna".

Il coniglio lunare è un personaggio del folklore molto popolare in Giappone e Cina, un coniglio che vive sulla luna, pestando in continuazioni gli ingredienti per il mochi, e deriva da una pareidolia molto comune in Asia per cui è possibile appunto vedere un coniglio nei segni e negli avvallamenti lunari al plenilunio. È possibile che anche le trecce caratteristiche dell'acconciatura del personaggio siano un richiamo alle orecchie del leggendario coniglio della tradizione nipponica. Il nome Bunny, (utilizzato in diversi adattamenti al di fuori del Giappone, come quelli francese, italiano e tedesco) rispetta parzialmente questo significato.
Altro nome con cui il personaggio è conosciuto (specialmente nei paesi anglofoni e dell'America Latina) è Serena (pronunciato Serina in lingua inglese). Da notare che nell'adattamento americano del manga Usagi si chiami Serena ed è soprannominata Bunny, mentre nell'anime questo soprannome non è presente.

Il personaggio poi è ispirato anche alla dea greca della Luna, Selene (il nome Serenity deriva da Selene) amante di Endimione (Endymion in lingua inglese).

Doppiatrici e attrici[modifica | modifica sorgente]

Nella versione animata giapponese, Usagi è stata doppiata da Kotono Mitsuishi (la quale ha cantato anche la varie image song del personaggio), sostituita da Kae Araki, per gli episodi dal numero 44 al 50 a causa di un ricovero dovuto ad appendicite.[31]

Nell'adattamento italiano è stata invece doppiata da Elisabetta Spinelli[32] nella versione Mediaset e da Federica De Bortoli nell'adattamento Shin Vision.

Nei vari musical di Sailor Moon, Usagi è stata interpretata da quattro attrici: Anza Ōyama, Fumina Hara, Miyuki Kanbe, e Marina Kuroki. I vari musical sono così divisi secondo l'attrice che interpretava la protagonista, facendo quattro stage in totale.

In Pretty Guardian Sailor Moon, Usagi è stata interpretata da Miyū Sawai,[33] che si è prestata anche per il ruolo di Queen Serenity nello Special Act della serie.

Ricezione e critica del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Sailor Moon si è rivelata nel tempo essere uno dei personaggi più famosi e popolari dell'animazione e del fumetto giapponese; definita come: "una dei più popolari e conosciuti personaggi dei manga in Giappone" da Sheila Rose Browing[34], il sito inglese IGN ha posizionato Sailor Moon al nono posto nella classifica dei migliori personaggi degli anime[35]. La sua storia d'amore con Mamoru ha inoltre raggiunto la prima posizione nella classifica Top 8 Anime Love Stories[36]

Usagi (insieme alle sue compagne) è stata citata sia in molti anime e manga (tra cui Fushigi Yugi, Shin Chan, Excel Saga e Keroro) che in diversi fumetti e cartoni occidentali (tra cui I Simpson e Rat Man), serie televisive (come Sabrina, vita da strega e l'italiana Nati ieri) e pubblicità (come lo spot della Pompea del 2010, il cui balletto è ispirato alla prima trasformazione di Usagi[37]).
Sailor Moon ha inoltre ispirato molteplici altri personaggi dell'animazione giapponese dal carattere all'aspetto come Misato Katsuragi di Neon Genesis Evangelion[38] (che tra l'altro è anch'essa doppiata da Kotono Mitsuishi ) e il Bakugan Aquos Elfin.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nell'edizione italiana del fanbook dedicato al personaggio e pubblicato dalla Daimond Publishing, il nome della ragazza è Bunny Tsukino
  2. ^ Usagi Tsukino tra i personaggi più rilevanti degli anni '90, SailorMoonworld.it.
  3. ^ Nelle varie edizioni italiane il termine giapponese "senshi" viene tradotto sia con "guerriera" che con "combattente"
  4. ^ Manga di Sailor Moon, Act 3 nuova edizione. Traduzione GP Publishing in Pretty Guardian Sailor Moon 1 pagina 103
  5. ^ Naoko Takeuchi, Atto 23 in Bishōjo Senshi Sailor Moon Volume 07, Kodansha, 6 luglio 1994, ISBN 4-06-178781-0.
  6. ^ a b Naoko Takeuchi, Atto 30 in Bishōjo Senshi Sailor Moon Volume 09, Kodansha, 1995, ISBN 4-06-178835-3.
  7. ^ Manga di Sailor Moon, Act 41 vecchia edizione
  8. ^ Anime di Sailor Moon, episodio 168
  9. ^ Naoko Takeuchi, Atto 41 in Bishōjo Senshi Sailor Moon Volume 15, Kodansha, 5 luglio 1996, ISBN 4-06-178835-3.
  10. ^ Come per quello di principessa anche "principessa", in originale il titolo di "regina" è dato in inglese con l'aggiunta del prefisso Neo (ovvero Nuovo): Neo-Queen Serenity. Nell'adattamento italiano viene solo indicata come Regina Serenity (o Neo incoronata Regina Serenity), essendo stato modificato il nome della madre, Queen Serenity, in Regina Selene.
  11. ^ Anime di Sailor Moon, episodio 66
  12. ^ Flashback dell'episodio speciale della 4ª serie La Storia di Bunny
  13. ^ a b c d e f g h edizione Star Comics
  14. ^ a b c d e f g h edizione GP Publishing
  15. ^ Nel sesto volume la parola Trasformazione viene sostituita con Change
  16. ^ a b queste due formule svolgono la stessa funzione nelle due versioni della storia, ma con oggetti e modalità differenti
  17. ^ a b nell'edizione italiana della versione Renewal, Usagi usa Mon Eternal formula per trasformarsi nel act 50, ma nel capitolo successivo usa successivo dice Silver Moon Crystal Power
  18. ^ Episodio 107
  19. ^ Episodio 143
  20. ^ Naoko Takeuchi, Artbook Bishōjo Senshi Sailor Moon SuperS movie, Nakayoshi Media book, 5 luglio 1996, p. 43, ISBN 4-06-324577-2.
  21. ^ Nell'anime Sailor Moon può usare questo attacco solo dopo che Chibiusa evoca Pegasus, nel manga invece no
  22. ^ Sailor Moon e il mistero dei Sogni/Bishoujo senshi Sailor Moon SuperS, episodio 128 e 129
  23. ^ Bishoujo Senshi Sailor Moon vol.10 vecchia edizione act.42, Bishoujo Senshi Sailor MoonBishoujo Senshi Sailor Moon, Sailor Stars episodio 199
  24. ^ Bishoujo Senshi Sailor Moon, Sailor Stars episodio 184
  25. ^ Naoko Takeuchi, Bishōjo Senshi Sailor Moon Volume 02, Kodansha, 6 settembre, 1992, 6 aprile, 1996, ISBN 4-06-178731-4.
  26. ^ a b Naoko Takeuchi, Manga Style - Early Designs. URL consultato il 16 febbraio 2007. (tradotto da Michelle Bacon di Manga Style)
  27. ^ Naoko Takeuchi, Bishōjo Senshi Sailor Moon Volume 01, Kodansha, 6 settembre, 1992, 6 aprile, 1996, ISBN 4-06-324507-1.
  28. ^ Naoko Takeuchi, Bishōjo Senshi Sailor Moon Shinsōban Volume 03, Kodansha, 23 ottobre 2003, ISBN 4-06-334783-4.
  29. ^ Sailor Games Interview.
  30. ^ Grigsby, Mary (1998). "Sailormoon: Manga (Comics) and Anime (Cartoon) Superheroine Meets Barbie: Global Entertainment Commodity Comes to the United States" The Journal of Popular Culture 32 (1) 59–80 DOI: 10.1111/j.0022-3840.1998.3201_59.x
  31. ^ Hitoshi Doi, Bishōjo Senshi Sailor Moon. URL consultato il 2 novembre 2006.
  32. ^ Il Mondo dei Doppiatori - Zona Animazione: Sailor Moon. URL consultato il 18 gennaio 2008.
  33. ^ Nae, wasurenagusa; Hui, Andrea, Shingetsu. URL consultato il 31 ottobre 2006.
  34. ^ Browning, Sheila Rose.; Takeuchi, Naoko (2004) Pretty little girl warriors : a study of images of femininity in Japanese Sailor Moon comics Dissertation: Thesis (M.A.)--University of Missouri-Columbia. page 2
  35. ^ Chris Mackenzie, Top 25 Anime Characters of All Tim in IGN, 20 ottobre 2009. URL consultato il 9 aprile 2011.
  36. ^ Top 8 Anime Love Stories
  37. ^ Sailor Moon ispira la nuova pubblicità della Pompea
  38. ^ 新世紀エヴァンゲリオン完全攻略読本, 1997, Shinseiki Fukuin Kyoukai, ISBN 4-380-97219-4
Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Anime e manga