Minako Aino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Minako Aino
Minako Aino nei panni di Sailor Venus
Minako Aino nei panni di Sailor Venus
Universo Sailor Moon
Nome orig. 美奈子 愛野 (Minako Aino)
Lingua orig. Giapponese
Alter ego

Sailor Venus
Sailor V

Soprannome

Mina (Mina-chan in originale)[1], V-chan

Autore Naoko Takeuchi
Studio Toei Animation
Editore Kodansha
1ª app. 1991
1ª app. in Run Run
Editori it.
app. it. 1995
app. it. in Sailor Moon vol. 7 edizione Star Comics
Interpretata da vedi doppiatrici e attrici
Voci orig.
Voci italiane
Specie umana
Sesso Femmina
Etnia giapponese
Luogo di nascita Tokyo
Data di nascita 22 ottobre
Parenti
  • Genitori (non accreditati)
  • Mina (figlia in Parallel Sailor Moon)

Minako Aino (愛野 美奈子 Aino Minako?) è uno dei personaggi principali della serie di anime e manga Sailor Moon di Naoko Takeuchi, identità civile della guerriera Sailor Venus[2]. Nell'edizione italiana dell'anime è conosciuta con il nome di Marta (Marta Minako nei primi volumi dell'edizione italiana del manga edita dalla Star Comics[3]).

Viene introdotta per la prima volta dall'autrice Naoko Takeuchi come protagonista del manga Codename: Sailor V, un prequel di Sailor Moon. In tale serie (e anche nella parte iniziale di Sailor Moon), essa utilizza il nome in codice di Sailor V ed ha un suo personale background. È co-protagonista (insieme a Rei) dell'ultima delle storie brevi appartenenti al ciclo La guerra degli esami.

Concezione e sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Originariamente l'aspetto di Sailor V prevedeva due odango come Sailor Moon. In una striscia al fondo del terzo volume della nuova edizione del manga di Sailor Moon, l'autrice ha affermato che l'idea principale del personaggio non è poi cambiata molto[4].

Personaggio[modifica | modifica sorgente]

Sailor Venus nell'anime.

Minako è la quinta guerriera ad unirsi al gruppo, ma la prima ad aver risvegliato i poteri, essendo apparsa in precedenza con lo pseudonimo di Sailor V e quindi l'unica a non aver ricevuto i poteri da Luna, ma da Artemis e sin dal suo incontro con Usagi la sua missione era quella di trovare la principessa della luna.

Nella finzione dell'universo narrativo di Sailor Moon, Sailor V è una celebrità: le sono stati dedicati, nell'anime di Sailor Moon, un videogioco, una serie manga, una serie anime e bamboline.

Minako vive con i suoi genitori, apparsi brevemente in Codename: Sailor V e di cui non si conoscono i nomi. È una ragazza molto determinata, solare e scatenata, ed ha alcuni punti in comune con l'amica Usagi (entrambe sono pigre, poco inclini allo studio e molto alle distrazioni e ai divertimenti. La differenza più evidente è la scarsa atleticità di Usagi in confronto a Minako, che invece è una provetta sportiva ed il fatto che se Usagi tende ad essere spesso molto piagnucolosa, Minako tende a essere melodrammatica).
Ha i capelli biondi e sciolti, su cui indossa un fiocco rosso e gli occhi azzurri, nel manga e nel live ha anche una forte amicizia con Rei Hino/Sailor Mars (con cui nei fumetti è protagonista di uno dei racconti brevi della serie Exam Battles).

Alle scuole medie era una campionessa di pallavolo, attività che poi col tempo ha dovuto abbandonare, ma il suo sogno è quello di diventare un'idol di successo (nella serie live action del 2003 questa caratteristica non è presente poiché Minako viene introdotta come idol molto popolare). Ha un carattere molto determinato e la sua arma vincente è la sua catena.

Come l'amica Makoto, anche Minako ha il vizio d'innamorarsi di ogni bel ragazzo che vede, anche se spesso le storie sono destinate a finir male (un esempio è l'episodio 141, dove esce contemporaneamente sia con Tiger's Eye che con Hawk's Eye o l'episodio 92 dove s'innamora di Haruka, prima di scoprire che è una ragazza), mentre nel manga di Sailor V ha avuto diversi primi amori che Artemis tende a rammentarle senza però ottenere alcun effetto. Sempre in questo manga ha un cotta, in parte ricambiata, per Kaitoh Ace, il misterioso cavaliere mascherato che arriva ad aiutarla e che in seguito si scoprirà essere Danburite, il capo dei nemici. Nell'anime viene dedicata una puntata al suo amore per un ragazzo inglese chiamato Alan, conosciuto durante il periodo in cui faceva delle indagini a Londra come Sailor V, ma il quale era fidanzato con Katrina (una poliziotta amica della ragazza).

Nella storia breve Parallel Sailor Moon (ambientata in un futuro alternativo) viene introdotta sua figlia Mina, identica a lei come aspetto e carattere, ma non viene rivelato chi sia suo marito.

Trasformazioni e aspetti[modifica | modifica sorgente]

Sailor V[modifica | modifica sorgente]

Sailor V (セーラーV Sērā V?) è la prima identità segreta con cui ragazza la ragazza viene introdotta in tutte le versioni della storia ed appare per la prima volta nel manga a lei dedicato, dove si narrano le sue avventure contro la Dark Agency (un'organizzazione al servizio del Dark Kingdom) e il suo incontro con Artemis. Nella prima serie dell'anime l'unica puntata dedicata al passato di Minako è quella dove la ragazza narra del suo incontro con Allan e Katrina.

Nell'edizione italiana dell'anime di Sailor Moon, Sailor V è conosciuta solamente come Sailor. Mentre Gurio illustra a Usagi chi è Sailor, si può sentire in sottofondo la voce originale giapponese esclamare: Sailor V, mentre la voce italiana dice solamente Sailor[5]. La sailor fuku di Sailor V nell'anime è leggermente diversa dal manga, difatti ha i guanti come Sailor Venus e non ha le maniche corte.

Nel manga Minako riassume brevemente i panni di Sailor V in due capitoli della serie di storie speciali Il diario illustrato di Chibiusa per aiutare Sailor Moon.

Sailor Venus[modifica | modifica sorgente]

Simbolo di Venere

Nei panni di Sailor Venus, Minako è la leader delle quattro guardiane divine[6] (comunemente dette dai fan Guardian Senshi) al servizio della principessa della Luna (anche se ciò è valido solo nel manga, poiché nella versione animata non viene specificato) ed indossa un'uniforme di colore arancio, giallo e blu e un fiocco rosso nei capelli. Nella serie live, Pretty Guardian Sailor Moon Minako è bruna e durante la trasformazione diventa bionda e sono legati con un fiocco rosso come nell'anime e nel manga con l'aggiunta di alcune decorazioni che scendono con i capelli e una gemma al centro. Sia nel manga che nella serie live, Sailor Venus porta una cintura intorno alla vita (catena che l'autrice chiama nel sito ufficiale Chain Belt (チェーンべルト? lett. cintura-catena)) che a volte usa come arma (nell'anime viene sostituita da una catena fatta di luce), che successivamente si evolverà nella Frusta d'amore (Ai no muchi). Tale catena è presente perché in giapponese, il nome del pianeta Venere è Kinsei (金星?), ed il primo kanji che compone il nome indica il metallo, soprattutto l'oro. I suoi poteri quindi derivano da tre fattori: metallo, luce e amore (chiaro riferimento dalla dea romana Venere).

Durante le varie serie, viene chiamata in vari titoli, come Combattente[7] dell'Amore[8], e Guerriera dell'Amore e della Bellezza[9]. Lei stessa in più di un'occasione nel manga si presenta come Dea dell'amore Venus e in Sailor V Artemis la descriva proprio come la reincarnazione della famosa dea[10].

In quanto leader delle guardiane di Princess Serenity[11] nel manga, a Venus viene affidata una affidata una spada sacra (seihan in giapponese) di Cristallo d'Argento (indicata quindi anche come spada di Cristallo d'Argento Illusorio) che userà per uccidere Queen Beryl (sebbene l'arma possa essere utilizzata anche dalle altre tre Guardian Senshi). Il suo ruolo da leader viene tralasciato nella versione animata, mentre nella serie live il suo ruolo è molto marcato.

Diventando più potente come guerriera, Sailor Venus acquisisce nuovi poteri, e la sua uniforme finisce per cambiare. La prima modifica appare nell'atto 35 del manga, quando utilizza il suo Venus Crystal, e la sua uniforme diventa simile a quella di Super Sailor Moon[12]. Nell'anime il secondo cambiamento ottiene i poteri di Super Sailor Senshi[13] ma tale suffisso non viene mai utilizzato davanti al suo nome di guerriera. Il terzo e ultimo cambiamento, che appare solo nel manga, Sailor Venus è simile ad Eternal Sailor Moon senza ali[14].

Princess Sailor Venus[modifica | modifica sorgente]

Nella serie live, l'abbigliamento di Sailor Venus è leggermente differente per rappresentare il suo camuffamento come principessa della Luna. Sulla sua fronte è presenta il simbolo di una luna crescente (al posto della tiara), e porta anche una corona con un cristallo d'argento falso su di essa. Il camuffamento è però una sua scelta per spingere i nemici lontano da Usagi. Dopo aver scoperto che la vera principessa era Usagi, viene donata a Sailor Venus una nuova tiara.

Anche nel manga, come nel live, Sailor Venus si finge la principessa della Luna, ma ha solo la Luna crescente sulla fronte e non indossa alcuna corona, non è dato sapere se in questa versione cartacea Minako sia cosciente o meno che questo è solo un travestimento. Se però consideriamo in manga Codename: Sailor V un prequel di Sailor Moon, avendo Minako alla fine del manga a lei dedicato recuperato la memoria della sua vita precedente, anche questo travestimento è da considerarsi un semplice tentativo di sviare i nemici.

Princess Venus[modifica | modifica sorgente]

Durante il Silver Millennium, Sailor Venus ricopriva anche il ruolo di principessa del suo pianeta natale. In tale occasione veniva vista nel suo Magellan Castle, con indosso una veste di colore giallo, come appare nel manga e nei vari artbook[15][16]. Nel manga Sailor V viene rivelato che era amata da Adonis, un soldato del suo esercito, che passò poi sotto il controllo di Endymion. Il suo amore, tuttavia, non era mai stato notato dalla Principessa, e si scopre il seguito che dopo essere rinato sulla Terra, Adonis inizierà a lavorare con la Dark Agency nel XX secolo[17] sotto il nome di Danburite.

Naoko Takeuchi la disegnò una volta nelle braccia di Kunzite, leader dei quattro Shitennou. Nell'Original Picture Collection Vol. I, Takeuchi disse che le sarebbe piaciuto sviluppare tale relazione[18], ed ebbe l'occasione di farlo nella serie live, quando Minako viene vista arrossire alla presenza di Kunzite, dopo un dialogo riguardo l'amore[19], e nell'ultimo capitolo di Sailor V, viene rivelato che la Principessa Venus era innamorata del generale[20]. I musical implica che i due erano una coppia ai tempi del Silver Millennium[21].

Attacchi e poteri[modifica | modifica sorgente]

Trasformazioni
Formula originale Formula italiana (anime) Formula italiana (manga) Uso nella serie
Moon Power, Transform! n/a Moon Power, Transform! (Codename: SailorV) manga (Sailor V)
Mikazuki Power, Transform! n/a Mezzaluna Power Transform! manga (Sailor V e Sailor Moon)
Venus Power, Make Up! Potere di Venere, vieni a me! Potere di Venere, vieni a me![22]/Venus Power, Make Up! ![23] tutte
Venus Star Power, Make Up! Potere di Venere, vieni a me!/Potere planetario di Venere, Vieni a me! Potere di Venere, vieni a me![22]/Venus Star Power, Make Up![23] manga/anime
Venus Planet Power, Make Up! n/a Venus Planet Power, Make Up! manga
Venus Crystal Power Make Up! Potere del Cristallo di Venere, vieni a me! Venus Crystal Power Make Up! anime[24]/manga[25]
Attacchi
Nome originale Traduzioni Nome italiano (anime) Nome italiano (manga) Uso nella serie
Codename: Sailor V
Venus Power! Crescent Shower of Love! Potere di Venere! Pioggia a mezzaluna d'amore n/a Venus Power! Crescent Shower of Love![22]/Venus Power, fa piovere per noi la Crescent Shower dell'amore![23] manga (Sailor V)
Venus Ten Billion Volt Rock 'N' Rouge! Rock 'N' Rouge da Dieci Miliardi di Volt di Venere Venus Ten Billion Volt Rock 'N' Rouge manga (Sailor V)
Venus-Brand Anti-Mosquito Incense Typhoon! Tifone dello zampirone marcato Venere Venus-Brand Anti-Mosquito Incense Typhoon! manga (Sailor V)
Crescent Super Beam! Super fascio a mezzaluna Crescent Super Beam manga (Sailor V)
Crescent Slender Beam Fragile fascio a mezzaluna Crescent Slender Beam manga (Sailor V)
Venus Sulfur Smoke Fumo sulfureo di Venere Venus Sulfur Smoke manga (Sailor V)
V-chan Striking Katana Impressionante Katana di V-chan V-chan Striking Katana manga (Sailor V)
Diphenhydramine Combo Diphenhydramine Combo manga (Sailor V)
Sailor Moon
Crescent beam! Fascio a mezzaluna Fascio di luce, azione! n/a anime/manga (Sailor V)
Rolling Heart Vibration Vibrazione del cuore rotante n/a Cuore vibrante rotante![22]/Rolling Heart Vibration![23] manga/live
Venus Love-Me Chain! Catena che mi dà l'amore di Venere Spirale dell'amore di Venere, azione!/Super catena dell'amore![26] Catena dell'amore di Venere[22]/Venus Love-Me Chain![23] tutte
Crescent beam shower! Pioggia di fasci a mezzaluna! Fascio di Luce, Doppia Azione, azione! n/a anime
Venus Beam Fascio di Venere n/a n/a live
Venus Wink Chain Sword! Spada wink chain di Venere n/a Venus Wink Chain Sword! manga
Akuryo Taisan Spirito maligno, vattene n/a Taisan Akuryo manga
Furious Random Crescent Beam Shots Furiosi proiettili casuali del fasci a mezzaluna Fascio di luce, azione! n/a anime[27]
Venus! Love and Beauty Shock! Venere! Scossa di amore e bellezza Venere! Super catena dell'amore[28] / Venere! Spirale dei cuori di Venere! Azione! Venus! Love and Beauty Shock! manga/anime
Hissatsu Love-Me Moon Chain Mortale catena lunare che mi dà amore Spirale dell'amore di luna n/a anime (travestita da Sailor Moon)
Venus Love and Galactica Shock Amore di Venere e shock galattico n/a Venus Love and Galactica Shock manga
Sailor Planet Attack! (con Sailor Moon e le altre Guardian Senshi) Attacco Planetario Sailor Assalto Planetario Sailor, Azione! Sailor Planet Attack! tutte
Sailor Planet Power Uranus! Neptune! Pluto! Mercury! Mars! Jupiter! Venus! Meditation! n/a Sailor Planet Power Uranus! Neptune! Pluto! Mercury! Mars! Jupiter! Venus! Meditation! manga
Sailor Special Garlic Attack (con le altre Guardian Senshi) Attacco speciale Sailor all'aglio Speciale Super attacco Sailor al sapor di aglio n/a anime[29]
Galactica Gale! (con le altre Guardian Senshi fantoccio) Vento galattico n/a Galactica Gale! manga

Nel manga parte degli attacchi di Sailor Venus sono effettuati in modo un po' diverso rispetto all'anime, difatti per essere eseguiti necessitano di oggetti. Il Crescent Beam può essere effettuato solo con il Crescent Compact e lo fa solo quando è trasformata in Sailor V, mentre nella versione animata è un attacco esclusivo di Sailor Venus e lo esegue senza uso di alcun oggetto. Nel live (noto come PGSM) vi è un attacco simile chiamato Venus Beam, e non richiede particolari oggetti per esser richiamato. Per gli attacchi Venus Love-me Chain e Venus Wink Chain Sword, quest'ultimo attacco esclusivo del manga, usa una catena che porta legata alla vita dalla prima serie alla terza serie compresa, mentre nell'anime è una catena di luce che evoca con l'attacco stesso. Il Venus Love me and Beauty shock! ( e la versione utilizzata dal fantoccio, creato da Sailor Galaxia con l'utilizzo del Venus Crystal, il Venus love and Galactica Shock) nel manga è portato con la sua frusta, mentre nella versione animata è un cuore di luce che non necessita di particolari oggetti per essere evocato e graficamente assomiglia al Rolling Heart Vibration, attacco esclusivo del live del manga.

Attrici[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime, Minako viene doppiata da Rika Fukami[30], mentre nella versione italiana mediaset da Jasmine Laurenti (all'epoca nota come Roberta Gallina Laurenti)[31] e nel primo film edito da Shin Vision da Ilaria Latini[32]. La Fumanami ha anche cantato le varie image song del personaggio, mentre la Laurenti ha prestato la sua voce per la versione italiana della canzone Route Venus nella quinta serie.

Nei vari musical, Minako è stata interpretata da undici attrici: Nana Suzuki, Sakae Yamashita (Yume Senshi - Ai - Eien Ni's CD), Chizuru Soya, Kanatsu Nakaya, Akiko Miyazawa, Miyu Otani, Nao Inada, Yuki Nakamura, Ayumi Murata, Mizuki Watanabe, Momoko Shibuya, ed Erica[33].

In Pretty Guardian Sailor Moon, Minako è stata interpretata da Ayaka Komatsu[34]. Ayaka ha amato interpretare il personaggio, ed ha pubblicato il suo album "I'll Be Here" usando il nome di "Aino Minako" al posto del suo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La traduzione riportata è quella GP Publishing, che non utilizza il suffisso -chan, laddove sia già usati con un diminutivo
  2. ^ Il suo nome di battaglia in originale è pronunciato come in inglese /ˈviːnəs/ (Vinàs), ma nell'adattamento italiano curato dalla Deneb film è pronunciato alla latina ossia Venus. La pronuncia originale è stata tuttavia mantenuta nell'adattamento del primo film a cura della Shin Vision
  3. ^ Nell'edizione italiana del fanbook dedicato al personaggio e pubblicato dalla Daimond Publishing il nome del personaggio è Marta Hino
  4. ^ Pretty Guardian Sailor Moon, volume 3, nuova edizione Omake di fine volume
  5. ^ Bishōjo Senshi Sailor Moon: Sailor Moon, episodio 1, minuto 3.26. Toei Animation.
  6. ^ Manga di Sailor Moon, Act 48 nuova edizione traduzione GP Publishing. Da notare che nel volume 4 il termine viene tradotto in Quattro spiriti guardiani
  7. ^ Le varie edizioni italiane di anime e manga traducono il termine giapponese senshi sia con guerriera che con combattente. La traduzione riportata in questo caso è quella del quinto volume dell'edizione italiana della seconda versione del manga edita da GP Publishing
  8. ^ Naoko Takeuchi, Act 23 in Bishoujo Senshi Sailor Moon Volume 7, Kodansha, 6 luglio 1994. ISBN 4-06-178781-0.
  9. ^ Pretty Guardian Sailor Moon, atto 17
  10. ^ Manga di Sailor V, capitolo Vol.2, primo volume nuova edizione
  11. ^ Naoko Takeuchi, Materials Collection, Kodansha, settembre 1999, p. 12. ISBN 4-06-324521-7.
  12. ^ Naoko Takeuchi, Act 39 in Bishoujo Senshi Sailor Moon Volume 13, Kodansha. ISBN 4-06-178820-5.
  13. ^ Bishoujo senshi Sailor Moon SuperS episodio 143
  14. ^ Naoko Takeuchi, Act 42 in Bishoujo Senshi Sailor Moon Volume 15, Kodansha, 5 luglio 1996. ISBN 4-06-178835-3. anche in Pretty Guardian Sailor Moon, Act 49
  15. ^ Naoko Takeuchi, Act 41 in Bishoujo Senshi Sailor Moon Volume 15, Kodansha, 5 luglio 1996. ISBN 4-06-178835-3.
  16. ^ Naoko Takeuchi, Bishoujo Senshi Sailormoon Volume IV Original Picture Collection, Kodansha, settembre 1996. ISBN 4-06-324519-5.
  17. ^ Sailor V Vol 15
  18. ^ Naoko Takeuchi, Bishoujo Senshi Sailormoon Volume I Original Picture Collection, Kodansha, agosto 1994. ISBN 4-06-324507-1.
  19. ^ Act 13
  20. ^ Alex Glover, The Manga of Takeuchi Naoko - Sailor V Vol. 15 A New Journey Begins, unknown. URL consultato il 4 giugno 2007.
  21. ^ Descritto da Luna e Artemis in Gaiden Dark Kingdom Fukkatsu Hen, primo musical.
  22. ^ a b c d e edizione Star Comics
  23. ^ a b c d e edizione GP Publishing
  24. ^ usata sia nel quarta che nella quinta serie per la medesima trasformazione e nell'adattamento italiano della quinta serie è stata usata la formula precedente
  25. ^ usata sia nel quarto che nel quinto arco del manga per due differenti stadi di trasformazione
  26. ^ Sailor Moon, e il mistero dei sogni/Bishoujo senshi Sailor Moon SuperS, episodio 142 edizione italiana mediaset, episodio 143 edizione originale
  27. ^ Sailor Moon, e il mistero dei sogni/Bishoujo senshi Sailor Moon SuperS, episodio 144 edizione italiana mediaset, episodio 141 edizione originale
  28. ^ Sailor Moon SuperS, Episodio 160.
  29. ^ usato nell'episodio Speciale della quarta serie L'avventura di Chibiusa! Il castello maledetto della vampira in Italia Il ritorno del vampiro
  30. ^ Hitoshi Doi, Bishoujo Senshi Sailor Moon. URL consultato il 31 ottobre 2006.
  31. ^ Il Mondo dei Doppiatori - Zona Animazione: Sailor Moon. URL consultato il 18 gennaio 2008.
  32. ^ Il Mondo dei Doppiatori - Zona Animazione: Sailor Moon R - the movie. URL consultato il 30 settembre 2009.
  33. ^ eternal.legend. URL consultato il 4 novembre 2006.
  34. ^ Nae, wasurenagusa; Hui, Andrea, Shingetsu. URL consultato il 31 ottobre 2006.
Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Anime e manga