Rei Hino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
« La sacerdotessa che ha la tendenza ad arrabbiarsi, Rei Hino! »
(Usagi parlando di Rei all'inizio del film della serie R, edizione Shin Vision)
Rei Hino
Rei Hino nei panni di Super Senshi Sailor Mars (copertina del terzo volume della seconda edizione del manga)
Rei Hino nei panni di Super Senshi Sailor Mars (copertina del terzo volume della seconda edizione del manga)
Universo Sailor Moon
Nome orig. レイ 火野 (Rei Hino)
Lingua orig. Giapponese
Alter ego
  • Princess Mars
  • Sailor Mars
Soprannome Rei-Chan[1]
Autore Naoko Takeuchi
Studio Toei Animation
Editore Kodansha - GP Club
1ª app.
  • Manga: Act 3
  • Anime: episodio 10
  • PGSM: Act 3
Interpretata da vedi doppiatrici e attrici
Voce orig. Michie Tomizawa
Voci italiane
Sesso Femmina
Luogo di nascita Tokyo
Data di nascita 17 aprile[2] (Ariete)
Abilità Poteri e attacchi
Affiliazione Sailor Team
Parenti
  • Takashi Hino (padre)
  • Risa Hino (madre)[3] (deceduta)(
  • Nonno
  • Kengo Ibuki (cugino) (anime)

Rei Hino (火野 レイ Hino Rei?) è un personaggio della serie Sailor Moon, la terza guerriera ad unirsi al gruppo. Nell'adattamento italiano della serie anime è stata ribattezzata Rea.

Nome[modifica | modifica sorgente]

Il cognome della ragazza è scritto con l'ideogramma 火 Hi/Ka (Fuoco), presente anche nel nome giapponese del pianeta Marte (火星 Kasei, Pianeta del Fuoco) e del giorno Martedì (火曜日 Kayōbi, Giorno del Fuoco). Rei Hino preso da sé non significa nulla, ma va ricordato che in Giappone ci si presenta generalmente indicando prima il cognome e poi il nome. Così Hino Rei corrisponde perfettamente a Hi No Rei, che significa Spirito di Fuoco, dove レイ Rei si pronuncia come 霊 Spirito. Tuttavia secondo alcuni Rei è una traslitterazione dell'inglese Ray (Raggio), così il suo nome va a significare Raggio di Fuoco.

Com'è noto, il pianeta Marte prende il nome da Ares (Άρης Ares), dio greco della guerra, che nella religione romana corrisponde a Marte (Mars), dio della guerra, della primavera e della fertilità; in realtà entrambe le divinità derivano da Nergal, dio babilonese della guerra e del fuoco. È logico il legame di Ares con il sangue, perché se Atena presiede all'arte militare condotta con intelletto, le battaglie violente del bellicoso dio fanno scorrere copioso il liquido corporeo. Quando dunque gli astronomi scoprirono un pianeta completamente rosso a causa dell'altissima concentrazione di ossido di ferro, fu naturale dargli il nome di Marte.

Al giorno d'oggi, oltre che il sangue e quindi la morte, nel sentire comune occidentale il colore rosso si ricollega all'amore sfrenato, che fa da contraltare a quello romantico, rappresentato dal colore rosa. Dunque una Fuku di uno di questi colori sarebbe stata perfetta per Sailor Venus. Tuttavia, la componente irrazionale del rosso viene richiamata da uno degli epiteti di Sailor Mars, "Guerriera delle Fiamme e della Passione".

Nel sentire comune cinese vi è un legame fra il colore rosso e l’elemento del fuoco inedito nella tradizione occidentale, dove il fuoco è rappresentato dal colore arancione. Quindi, quando gli astronomi asiatici videro per la prima volta il Pianeta Rosso, più che al sangue lo collegarono al fuoco, chiamandolo perciò "stella di fuoco". Ergo Sailor Mars, combattente che gode della protezione del pianeta Marte, detiene i poteri del fuoco, e dunque non è un caso che i suoi attacchi siano tutti basati sul fuoco.

Ulteriori simbologie legate al colore rosso vengono dalla geomanzia cinese del Feng-Shui, che vuole il rosso come un colore caldo adatto alle case dove vivono persone anziane, e infatti Rei vive da sola con il nonno in un santuario shintoista.

Tuttavia, in onore della divinità eponima Sailor Mars viene appellata "Combattente della Guerra".

Un'altra citazione della religione greco-romana si ha nei due corvi che vivono al santuario: Phobos (Φόβος Fòbos) e Dèimos (Δείμος Deìmos), rispettivamente Paura (da cui Fobìa) e Terrore/Timore in greco antico. Questi due dei minori, figli di Ares ed Afrodite, citati nel Libro XV dell'Iliade, accompagnano il padre in battaglia per fare strage di nemici. Così sono stati chiamati, su consiglio di Henry Madan, professore di scienze di Eton, i due satelliti naturali di Marte, scoperti nel 1877 da Asaph Hall. Inoltre, il castello di Princess Mars sul pianeta Marte da cui Rei trae la forza per trasformarsi in Super Senshi Sailor Mars si chiama PhobosDeimos Castle; infatti tutti i nomi dei castelli delle Principesse Sailor derivano dal nome dei satelliti naturali dei loro pianeti.

L'iconografia del volatile ritorna anche nel Fire Soul Bird, attacco usato nella seconda serie animata in cui le fiamme assumono l'aspetto di una fenice, animale immortale legato al fuoco nella mitologia orientale.

Un ultimo riferimento alla mitologia greco-romana si ha nel rapporto speciale che lega Rei e Minako, che nel corso della storia intrattengono quasi una relazione saffica platonica, dovuta al fatto che Ares e Afrodite sono stati prima amanti e in seguito sposi.

Nata il 17 aprile, Rei appartiene all'Ariete, segno zodiacale dell'astrologia occidentale di elemento fuoco; governato dal pianeta Marte,la sua pietra è il rubino e il suo metallo il ferro, minerale legato al dio Ares e al pianeta Marte. Il simbolo astronomico di Marte, ♂ , che simboleggia lo scudo e la lancia del dio Ares, è anche quello dell’elemento ferro nell’alchimia. Conseguentemente, è anche il simbolo che compare sugli oggetti che Rei usa per diventare Sailor Mars e sullo sfondo delle sue sequenze di trasformazione. Inoltre, questo simbolo, nel sentire comune occidentale, va a indicare il sesso maschile. In effetti, Rei è la più mascolina delle Inner Senshi. I nati sotto il segno dell’Ariete sono impulsivi, appassionati, egoisti, energici e battaglieri, tutti aggettivi che ben si confanno alla rappresentazione di Rei che ci dà la versione a cartoni animati. Invece nel manga ha un carattere molto più calmo e posato, adatto ad una miko.

Le miko sono inoltre note per la loro abilità nel tiro con l’arco e, non a caso, l’attacco più potente di Super Senshi Sailor Mars, il Mars Flame Sniper, consiste nell’evocazione di una freccia infuocata, che è anche un omaggio alla natura bellicosa del dio Marte. L'iconografia della freccia, difatti, ricorre anche nell'ultima trasformazione animata della guerriera.

Il motivo per cui Rei è una miko è che anche la Takeuchi lo è stata da giovane.

Infine, non è un caso che nel doppiaggio italiano dell'anime venga rinominata Rea. In effetti, la prima divinità a cui si pensa è Rhea, la grande madre, figlia di Gea e Urano, sorella nonché moglie di Crono (ma Rei non è attratta né da Hotaru né da Setsuna), madre di tutti gli dei.

In realtà, il riferimento più probabile è quello a Rea Silvia, la donna che proprio da Marte ha i gemelli Romolo e Remo, fondatori di Roma.

È curioso notare che come Rei è una miko che legge il futuro nelle fiamme, Rea Silvia è una sacerdotessa vestale, tenuta alla verginità, che nel tempio veglia con le sue compagne affinché il fuoco sacro della dea Vesta (o Hestia, dea della famiglia e del focolare domestico, ma anche personificazione di Roma) non si spenga mai.

Personaggio[modifica | modifica sorgente]

Sailor Mars nell'anime.

Studia nella scuola privata femminile T.A. e vive al tempio shintoista Hikawa, assieme a suo nonno e a due corvi: Phobos e Deimos. Suo padre è un famoso politico mentre sua madre è morta quando era bambina. È una ragazza molto testarda, a volte antipatica e saccente, ma in certi casi alquanto altruista.

All'inizio, essendo una miko, viene considerata una strega e allontanata dagli altri. È in grado di percepire il male con il Kuji no in, un'antica preghiera augurale e fa uso di pergamene sacre per allontanare le energie negative. È molto brava nel canto e nel suonare il pianoforte. Tra le sue passioni vi sono i fumetti ma il suo hobby preferito è predire il futuro. I suoi colori preferiti sono rosso e nero.

Nell'episodio 90 afferma che il suo sogno è quello di diventare una scrittrice di canzoni, una modella, una doppiatrice e una moglie amorevole. Ha cantato una canzone all'interno della seconda serie, Eien no Melody (traducibile come Melodia eterna; nell'adattamento italiano, pur mantenendo la medesima musica, le parole cambiano così come il titolo, che diviene Eterno Romanticismo).

Nella side-story Casablanca Memory viene rivelato che Rei aveva un amico d'infanzia, Kaidō, da anni in politica come "delfino" del padre della stessa Rei. Nella serie anime, al tempio Rei ha un aiutante, Yūichirō (Yuri nell'edizione italiana), un giovane innamorato di lei.

Trasformazioni e aspetti[modifica | modifica sorgente]

Sailor Mars[modifica | modifica sorgente]

Simbolo di Marte

Sailor Mars è la forma senshi di Rei, conosciuta per la sua fuku che gioca sul colore rosso e sul viola, così come per i tacchi che porta, e nel manga e nella serie live per il piccolo gioiello intorno la sua vita. Attraverso la serie viene chiamata come Combattente[4] della Guerra[5], e Guerriera delle Fiamme e della Passione[6].

In giapponese, il nome del pianeta Marte è Kasei (火星?), cioè fuoco ed oggetto celeste. Come per Sailor Mercury, anche se il nome utilizzato deriva da un dio romano, le sue abilità provengono della mitologia giapponese. La maggior parte dei suoi attacchi sono offensivi, e come miko, possiede alcune capacità psichiche, come la leggere il fuoco, avvertire il pericolo o bloccare gli spiriti malvagi. Nel manga e nella serie live viene rivelato che Sailor Mars è la seconda leader delle Guardian Senshi, dopo Sailor Venus.

Nel finale della terza parte del manga, grazie a SuperSailor Moon e dopo la sola modifica della spilla, e successivamente da sola nella quarta parte nonché nella quarta serie dell'anime, ottiene un power up diventando più potente come guerriera. Sailor Mars acquisisce nuovi poteri, e la sua uniforme finisce per cambiare. Apparsa prima nell'act 38 (act 33 prima edizione del manga) grazie a Super Sailor Moon e successivamente nell'act 41( act 36 prima edizione) del manga, quando riceve il Mars Crystal, la sua uniforme diventa simile a quella di Super Sailor Moon. Con questo power up, nell'anime, viene detto che ottiene i poteri di Super Sailor Senshi[7], ma tale suffisso non viene mai utilizzato davanti al suo nome di guerriera, né nell'anime e neanche nel manga.

Il terzo ed ultimo cambiamento, che appare solo nel manga nell'act 48 (act 42 prima edizione), Sailor Mars è simile ad Eternal Sailor Moon senza ali[8].

Princess Mars[modifica | modifica sorgente]

Secondo il manga, durante gli anni del Silver Millennium, Sailor Mars ricopriva anche il ruolo di principessa di Marte, il suo pianeta. Aveva il compito, insieme alle altre guerriere, di proteggere la Principessa Serenity e il Regno della Luna. Viveva sul pianeta Marte nel PhobosDeimos Castle (nome dei due satelliti del pianeta, ma anche dei due corvi che le tengono compagnia), e la si vede indossare una veste rossa come compare nel manga e negli artbook. Naoko Takeuchi la disegnò una volta nelle braccia di Jadeite, uno dei quattro Shitenno. La canonicità di questa relazione passata è evidente nel breve racconto Casablanca. Quando il nemico di turno fa notare a Rei come lei non sia in grado di staccarsi dal passato, soprattutto in materia amorosa, al volto di Kaidou si sovrappone quello di Jadeite, lasciando intendere che la bella guerriera e lo Shitennou fossero molto legati all'epoca di Silver Millennium.

Poteri e attacchi[modifica | modifica sorgente]

Trasformazioni
Formula originale Formula italiana (anime) Formula Italiana (manga) Uso nella serie
Mars Power, Make Up! Potere di Marte, Vieni a Me! Potere di Marte, Vieni a Me![9]// Mars Power, Make Up!![10] tutte
Mars Star Power, Make Up! Potere di Marte, Vieni a Me!/Potere planetario di Marte, Vieni a Me! Potere di Marte, Vieni a Me![9]/Mars Star Power, Make Up![10] manga/anime
Mars Planet Power, Make Up! n/a Mars Planet Power, Make Up! manga
Mars Cristal Power Make Up! Potere del Cristallo di Marte, vieni a me![11] Mars Cristal Power Make Up! anime[12]/manga[13]
Attacchi
Nome originale Traduzione Nome italiano (anime) Nome Italiano (manga) Uso nella serie
Akuryou Taisan Disperditi Spirito Maligno! Pergamena, Azione! Vattene, Spirito Maligno![9]/Disperditi, spirito maligno![10]/Spirito malvagio, Vade Retro![14]/ Vade Retro, Spirito Maligno! ![15] tutte
Fire Soul Anima di Fuoco Fuoco, Azione! n/a anime
Fire soul bird Uccello dell'Anima di Fuoco Uccello di Fuoco, Azione! n/a anime
Burning Mandala Ardenti Mandala Cerchi di Fuoco Saettanti, azione!/Super sfere di fuoco![16] Cerchi di Fuoco Saettanti, Azione![9]/Burning Mandala![10] tutte
Mars Flame Sniper Marte Cecchino Fiammante Marte: Freccia Infuocata di Marte, azione! / Marte: Freccia di Marte, Azione![17] Mars Flame Sniper manga/anime
Youma Taisan Disperditi Youma! n/a Via, spirito maligno! manga (seconda edizione)/live)[18]
Mars Snake Fire Serpente di fuoco di Marte n/a Mars Snake Fire manga
Sailor Planet Attack! (con Sailor Moon e le Guardian Senshi) Attacco Planetario Sailor! Assalto Planetario Sailor, Azione! Sailor Planet Attack! tutte
Sailor Planet Power! (con Sailor Moon, Guardian Senshi anime e nel manga anche con le Outer) Potere Planetario Sailor Assalto Planetario Sailor, Azione! Sailor Planet Power! tutte
Sailor Special Garlic Attack (con le altre Guardian Senshi) Attacco speciale Sailor all'aglio Speciale Super attacco Sailor al sapor di aglio n/a anime[19]
Sailor Planet Power Uranus! Neptune! Pluto! Mercury! Mars! Jupiter! Venus! Meditation! Potere Planetario Sailor Uranus! Neptune! Pluto! Mercury! Mars! Jupiter! Venus! Meditazione! n/a Sailor Planet Power Uranus! Neptune! Pluto! Mercury! Mars! Jupiter! Venus! Meditation! manga
Galactica Gale (con le altre Guardian Senshi) Vento galattico n/a Galactica Gale! manga

L'Akuryo Taisan è l'unico attacco che Sailor Mars esegue anche in forma civile, questo perché non è tanto un vero attacco, quanto un esorcisimo shintoista, effettuata lanciando un fuda (striscia di carta su cui è scritto il nome di una divinità) che Rei è in grado di eseguire in quanto Miko, effettuando prima il kuji kiri, (un mantra composto da nove sillabe ed altrettanti gesti delle mani), concluso con il grido Akuryo Taisan! (traducibile con Spirito Maligno, Sparisci![20] o Spirito Maligno, Vade Retro!), mentre nell'adattamento Mediaset la formula è diventata: Mistica Pergamena, Caricati della Potenza del Fuoco e Sprigiona La tua Energia! Pergamena, Azione! Tuttavia in alcuni casi diventa: Mistica pergamena, caricati della potenza del fuoco e sprigiona la tua energia! Sacro Fuoco a me![21]). Nel manga non è usata la formula completa e la ragazza si limita ad urlare la parte finale dell'esorcismo, escludendo il mantra. In particolare, nella seconda edizione l'attacco viene reso con: Vade Retro, Spirito Maligno!

Nome ed etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il cognome della ragazza è scritto con l'ideogramma 火 Hi/Ka (Fuoco), presente anche nel nome giapponese del pianeta Marte (火星 Kasei, Pianeta del Fuoco) e del giorno Martedì (火曜日 Kayoubi, Pianeta del Fuoco). Rei Hino preso da sé non significa nulla, ma va ricordato che in Giappone ci si presenta generalmente indicando prima il cognome e poi il nome. Così Hino Rei corrisponde perfettamente a Hi No Rei, che significa Spirito di Fuoco, dove レイ Rei si pronuncia come 霊 Spirito. Tuttavia secondo alcuni Rei è una traslitterazione dell'inglese Ray (Raggio), così il suo nome va a significare Raggio di Fuoco.

Com'è noto, il pianeta Marte prende il nome da Ares (Άρης Ares), dio greco della guerra, che nella religione romana corrisponde a Marte (Mars), dio della guerra, della primavera e della fertilità; in realtà entrambe le divinità derivano da Nergal, dio babilonese della guerra e del fuoco. È logico il legame di Ares con il sangue, perché se Atena presiede all'arte militare condotta con intelletto, le battaglie violente del bellicoso dio fanno scorrere copioso il liquido corporeo. Quando dunque gli astronomi scoprirono un pianeta completamente rosso a causa dell'altissima concentrazione di ossido di ferro, fu naturale dargli il nome di Marte.

Al giorno d'oggi, oltre che il sangue e quindi la morte, nel sentire comune occidentale il colore rosso si ricollega all'amore sfrenato, che fa da contraltare a quello romantico, rappresentato dal colore rosa. Dunque una Fuku di uno di questi colori sarebbe stata perfetta per Sailor Venus. Tuttavia, la componente irrazionale del rosso viene richiamata da uno degli epiteti di Sailor Mars, "Guerriera delle Fiamme e della Passione".

Nel sentire comune cinese vi è un legame fra il colore rosso e l’elemento del fuoco inedito nella tradizione occidentale, dove il fuoco è rappresentato dal colore arancione. Quindi, quando gli astronomi asiatici videro per la prima volta il Pianeta Rosso, più che al sangue lo collegarono al fuoco, chiamandolo perciò "stella di fuoco". Ergo Sailor Mars, combattente che gode della protezione del pianeta Marte, detiene i poteri del fuoco, e dunque non è un caso che i suoi attacchi siano tutti basati sul fuoco.

Ulteriori simbologie legate al colore rosso vengono dalla geomanzia cinese del Feng-Shui, che vuole il rosso come un colore caldo adatto alle case dove vivono persone anziane, e infatti Rei vive da sola con il nonno in un santuario shintoista.

Tuttavia, in onore della divinità eponima Sailor Mars viene appellata "Combattente della Guerra".

Un'altra citazione della religione greco-romana si ha nei due corvi che vivono al santuario: Phobos (Φόβος Fòbos) e Dèimos (Δείμος Deìmos), rispettivamente Paura (da cui Fobìa) e Terrore/Timore in greco antico. Questi due dei minori, figli di Ares ed Afrodite, citati nel Libro XV dell'Iliade, accompagnano il padre in battaglia per fare strage di nemici. Così sono stati chiamati, su consiglio di Henry Madan, professore di scienze di Eton, i due satelliti naturali di Marte, scoperti nel 1877 da Asaph Hall. Inoltre, il castello di Princess Mars sul pianeta Marte da cui Rei trae la forza per trasformarsi in Super Senshi Sailor Mars si chiama PhobosDeimos Castle; infatti tutti i nomi dei castelli delle Principesse Sailor derivano dal nome dei satelliti naturali dei loro pianeti.

L'iconografia del volatile ritorna anche nel Fire Soul Bird, attacco usato nella seconda serie animata in cui le fiamme assumono l'aspetto di una fenice, animale immortale legato al fuoco nella mitologia orientale.

Un ultimo riferimento alla mitologia greco-romana si ha nel rapporto speciale che lega Rei e Minako, che nel corso della storia intrattengono quasi una relazione saffica platonica, dovuta al fatto che Ares e Afrodite sono stati prima amanti e in seguito sposi.

Nata il 17 aprile, Rei appartiene all'Ariete, segno zodiacale dell'astrologia occidentale di elemento fuoco; governato dal pianeta Marte,la sua pietra è il rubino e il suo metallo il ferro, minerale legato al dio Ares e al pianeta Marte. Il simbolo astronomico di Marte, ♂ , che simboleggia lo scudo e la lancia del dio Ares, è anche quello dell’elemento ferro nell’alchimia. Conseguentemente, è anche il simbolo che compare sugli oggetti che Rei usa per diventare Sailor Mars e sullo sfondo delle sue sequenze di trasformazione. Inoltre, questo simbolo, nel sentire comune occidentale, va a indicare il sesso maschile. In effetti, Rei è la più mascolina delle Inner Senshi. I nati sotto il segno dell’Ariete sono impulsivi, appassionati, egoisti, energici e battaglieri, tutti aggettivi che ben si confanno alla rappresentazione di Rei che ci dà la versione a cartoni animati. Invece nel manga ha un carattere molto più calmo e posato, adatto ad una miko. 

Le miko sono inoltre note per la loro abilità nel tiro con l’arco e, non a caso, l’attacco più potente di Super Senshi Sailor Mars, il Mars Flame Sniper, consiste nell’evocazione di una freccia infuocata, che è anche un omaggio alla natura bellicosa del dio Marte. L'iconografia della freccia, difatti, ricorre anche nell'ultima trasformazione animata della guerriera.

Il motivo per cui Rei è una miko è che anche la Takeuchi lo è stata da giovane.

Infine, non è un caso che nel doppiaggio italiano dell'anime venga rinominata Rea. In effetti, la prima divinità a cui si pensa è Rhea, la grande madre, figlia di Gea e Urano, sorella nonché moglie di Crono (ma Rei non è attratta né da Hotaru né da Setsuna), madre di tutti gli dei.

In realtà, il riferimento più probabile è quello a Rea Silvia, la donna che proprio da Marte ha i gemelli Romolo e Remo, fondatori di Roma.

È curioso notare che come Rei è una miko che legge il futuro nelle fiamme, Rea Silvia è una sacerdotessa vestale, tenuta alla verginità, che nel tempio veglia con le sue compagne affinché il fuoco sacro della dea Vesta (o Hestia, dea della famiglia e del focolare domestico, ma anche personificazione di Roma) non si spenga mai.

Doppiatrici e attrici[modifica | modifica sorgente]

Nella versione originale, Rei viene doppiata da Michie Tomizawa[22], la quale affermò che lavorare per la serie Sailor Moon era stato "magico" per lei[23].

Nella versione italiana è stata doppiata inizialmente da Alessandra Karpoff, fino all'inizio della seconda serie, quando viene sostituita da Giusy Di Martino[24]; nel ridoppiaggio del primo film è doppiata da Georgia Lepore[25].

Negli spettacoli del musical, è stata interpretata da un numero totale di otto attrici: Hiroko Nakayama, Misako Kotani, Asuka Umemiya, Hiromi Sakai, Eri Kanda, Megumi Yoshida, Aiko Kawasaki, Lisa Honma[26].

In Pretty Guardian Sailor Moon, Rei è stata interpretata da Keiko Kitagawa[27]. Keiko è stata a tal punto felice di interpretare Rei, da finire per chiedere a tutti i suoi fans di chiamarla "Rei-Chan" qualora fosse capitato a quest'ultimi di incontrarla. In vari flashback sulla sua infanzia, così come nelle fotografie da bambina, è stata interpretata da Haruhi Mizukuro e Akira Tanaka[28].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nell'edizione italiana del manga (si fa riferimento all'edizione GP Publishing) il suffisso -chan non è stato riportato.
  2. ^ Naoko Takeuchi, Back of volume in Bishoujo Senshi Sailor Moon Volume 10, Kodansha, 6 giugno 1995, ISBN 4-06-178806-X.
  3. ^ il nome viene citrato solo nel live
  4. ^ Le varie edizioni italiane di anime e manga traducono il termine giapponese senshi sia con guerriera che con combattente. La traduzione riportata in questo caso è quella dell'edizione italiana della seconda versione del manga edita da GP Publishing
  5. ^ Naoko Takeuchi, Act 23 in Bishoujo Senshi Sailor Moon Volume 7, Kodansha, 6 luglio 1994, ISBN 4-06-178781-0.
  6. ^ Manga di Sailor Moon, Atto 3 nuova e vecchia edizione
  7. ^ Bishoujo senshi Sailor Moon SuperS episodio 143
  8. ^ Naoko Takeuchi, Act 42 in Bishoujo Senshi Sailor Moon Volume 15, Kodansha, 5 luglio 1996, ISBN 4-06-178835-3.
  9. ^ a b c d edizione Star Comics
  10. ^ a b c d edizione GP Publishing
  11. ^ adattata in italiano con la formula precedente nella quinta serie
  12. ^ usata sia nel quarta che nella quinta serie per la medesima trasformazione
  13. ^ usata sia nel quarto che nel quinto atto del manga per due differenti stadi di trasformazione
  14. ^ Nel numero 9 dell'edizione GP Publishing
  15. ^ Nel numero 2 delle Short Stories dell'edizione GP Publishing
  16. ^ Sailor Moon, e il mistero dei sogni/Bishoujo senshi Sailor Moon SuperS, episodio 142 edizione italiana mediaset, episodio 143 edizione originale
  17. ^ Sailor Moon e il mistero dei Sogni, Episodio 160.
  18. ^ Si tratta di un attacco molto simile come esecuzione al Fire soul dell'anime, tuttavia nella prima edizione del manga la guerriera diceva Akuryo Taisan
  19. ^ usato nell'episodio Speciale della quarta serie L'avventura di Chibiusa! Il castello maledetto della vampira in Italia Il ritorno del vampiro
  20. ^ Traduzione ufficiale Shin Vision
  21. ^ Sailor Moon la luna splende episodio 43 Guerriere Sailor unite per la libertà!
  22. ^ Hitoshi Doi, Bishoujo Senshi Sailor Moon. URL consultato il 31 ottobre 2006.
  23. ^ Naoko Takeuchi, Bishoujo Senshi Sailormoon Original Picture Collection Volume Infinity, giugno 1997.
  24. ^ Il Mondo dei Doppiatori - Zona Animazione: Sailor Moon. URL consultato il 18 gennaio 2008.
  25. ^ Il Mondo dei Doppiatori - Zona Animazione: Sailor Moon R - The movie. URL consultato il 30 settembre 2009.
  26. ^ eternal.legend. URL consultato il 4 novembre 2006.
  27. ^ Nae, wasurenagusa; Hui, Andrea, Shingetsu. URL consultato il 31 ottobre 2006.
  28. ^ Eternal Sailor Moon. URL consultato il 15 novembre 2006. and Sailor Dream. URL consultato il 22 dicembre 2006. Mizukuro appare nell'atto 10, Tanaka negli atti 33 e 34.
Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Anime e manga