Obscured by Clouds

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Obscured by Clouds
Artista Pink Floyd
Tipo album Colonna sonora
Pubblicazione 3 giugno 1972
Durata 40 min : 30 s
Dischi 1
Tracce 10
Genere Rock progressivo[1]
Art rock[1]
Rock psichedelico[1]
Album-oriented rock[1]
Etichetta EMI
Produttore Pink Floyd
Registrazione Chateau d'Herouvile, Parigi
Pink Floyd - cronologia
Album precedente
(1971)
Album successivo
(1973)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic[1] 2/5 stelle
Rolling Stone[2] 2/5 stelle

Obscured by Clouds è un album dei Pink Floyd concepito sin dall'inizio come colonna sonora del film La Vallée, del regista francese Barbet Schroeder.
Fu pubblicato nel Regno Unito il 3 giugno del 1972, ed in America il 15 giugno dello stesso anno. Raggiunse il 6º posto nelle classifiche inglesi ed il 46º posto in quelle americane.

Il disco è stato pubblicato su CD nel 1986, ed in una nuova versione rimasterizzata nel marzo 1996.

Free Four fu la prima canzone dei Pink Floyd ad essere trasmessa con una certa regolarità dalle radio statunitensi, nell'autunno del 1972, generando nel pubblico una certa aspettativa nei confronti del nuovo disco dei Pink Floyd (The Dark Side of the Moon), annunciato per la primavera del 1973 e già in corso di lavorazione all'epoca delle registrazioni di quest'album. La title track, una delle tante strumentali dell'album, è stata per un breve periodo l'intro dei loro concerti.

Il disco è l'ultimo a contenere testi scritti da David Gilmour fino a A Momentary Lapse of Reason, uscito quindici anni dopo.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Obscured by Clouds è uno dei dischi meno considerati della discografia della band, un tentativo poco riuscito di ripetere la magica alchimia di More (il che è piuttosto comprensibile se si pensa che fu realizzato in sole due settimane non consecutive), eppure è considerato da Nick Mason "un disco straordinario". In realtà, a parte alcuni pezzi fini a se stessi (come Stay, molto pop, o Childhood's End, un classico rock-blues), può essere considerato un album-laboratorio, una sorta di embrione dei Floyd successivi. Burning Bridges, ad esempio, anticipa alcune sonorità di Dark Side of the Moon, mentre Free Four accenna già a temi che diverranno cari a Waters in The Wall e in The Final Cut (come la morte del padre nella seconda guerra mondiale).

Curiosamente, il regista Barbet Schroeder utilizzò di fatto ben poco della musica di Obscured by Clouds per La Vallée: ad eccezione della prima traccia e dell'ultima, che accompagnano rispettivamente i titoli di testa e di coda, delle altre canzoni non compaiono che frammenti di pochi secondi ciascuno, intesi nella narrazione sempre come suoni diegetici (ad esempio, diffusi da una radio); il film, nel suo complesso, è praticamente privo di commento musicale.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Obscured by Clouds – 03:05 (Waters, Gilmour) - Strumentale.
  2. When You're In – 02:31 (Waters, Gilmour, Wright, Mason) - Strumentale.
  3. Burning Bridges – 03:30 (Wright, Waters) - Voce di Gilmour e Wright.
  4. The Gold It's in the… – 03:08 (Gilmour, Waters) - Voce di Gilmour.
  5. Wot's... Uh the Deal – 05:09 (Gilmour, Waters) - Voce di Gilmour
  6. Mudmen – 04:18 (Wright, Gilmour) - Strumentale.
  7. Childhood's End – 04:33 (Gilmour) - Voce di Gilmour.
  8. Free Four – 04:16 (Waters) - Voce di Waters.
  9. Stay – 04:07 (Wright, Waters) - Voce di Wright.
  10. Absolutely Curtains – 05:51 (Waters, Gilmour, Wright, Mason) - Strumentale

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Obscured by Clouds in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ Rolling Stone Album Guide

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]