Narain Karthikeyan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Narain Karthikeyan
Narain Karthikeyan.jpg
Dati biografici
Nome Kumar Ram Narain Karthikeyan
Nazionalità India India
Altezza 168 cm
Peso 64 kg
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Dati agonistici
Categoria Formula 1, A1 Grand Prix, Auto GP, Super Formula
Carriera
Carriera in Formula 1
Esordio 7 marzo 2005
Stagioni 2005-2007, 2011-2012
Scuderie Jordan, Williams, HRT
Miglior risultato finale 18°; (2005)
GP disputati 48 (46 partenze)
GP vinti 0
Podi 0
Punti ottenuti 5
Pole position 0
Giri veloci 0
Statistiche aggiornate al Gran Premio del Brasile 2012

Kumar Ram Narain Karthikeyan (Chennai, 14 gennaio 1977) è un pilota automobilistico indiano. Nel 1996 è stato campione di Formula Asia e successivamente ha gareggiato in Formula 3 e nelle World Series by Nissan. Suo padre G.R. Karthikeyan è stato campione indiano di rally.

La carriera[modifica | modifica sorgente]

Formula 1[modifica | modifica sorgente]

2005: Jordan[modifica | modifica sorgente]

Al volante della Jordan nel GP USA 2005

Nel 2005 ha esordito con la scuderia Jordan in Formula 1, primo pilota indiano della storia, ottenendo un 4º posto al famoso Gran Premio degli Stati Uniti disputato da sole sei vetture gommate Bridgestone. Grazie a questo quarto posto risulta essere l'unico pilota indiano ad aver preso punti in un gran premio.

2006-2007: Williams[modifica | modifica sorgente]

Nel 2006 e nel 2007 è stato uno dei piloti collaudatori della Williams grazie alla sponsorizzazione del costruttore indiano Tata. Dal 2007 al 2010 il pilota indiano ha anche corso per la sua nazione nell'A1 Grand Prix, dove ha ottenuto 2 vittorie.

2011-2012: HRT[modifica | modifica sorgente]

Karthikeyan al Gran Premio della Malesia 2012 a bordo dell'HRT

Il 7 gennaio 2011 il pilota indiano è stato ingaggiato dalla HRT per il campionato 2011; dal Gran Premio di Gran Bretagna il suo posto da pilota titolare alla HRT viene preso da Daniel Ricciardo, tranne che per il Gran Premio d'India.[1] Nel Gran Premio di Germania, e in quelli di Giappone e Corea, sostituisce Vitantonio Liuzzi nelle prove libere; nel Gran Premio di Singapore torna al volante della HRT nelle prove libere.[2] Circolavano voci secondo cui il pilota indiano sarebbe stato in procinto di sostituire Daniel Ricciardo nel Gran Premio d'India; in realtà sostituirà Vitantonio Liuzzi.[3] Il 3 febbraio 2012 viene confermato dalla HRT anche per il campionato 2012 accanto allo spagnolo Pedro de la Rosa;[4] la stagione è molto deludente con la mancata qualifica al primo gran premio; l'unico risultato di rilievo in questa stagione è il quindicesimo posto nel Gran Premio di Monaco ma dati i 9 ritiri arriva comunque ultimo. Al Gran Premio d'Italia riesce per la prima volta in stagione a precedere in qualifica il suo compagno di squadra Pedro de la Rosa risultato che ripeterà anche a Singapore, però in gara il pilota indiano non riuscirà mai a precedere il compagno con risultati di oltre un secondo al giro più lento sul ritmo di gara rispetto a Pedro de la Rosa; in Corea Narain finisce la sua qualifica dopo sei minuti a causa di un testacoda, mentre ad Abu Dhabi imane coinvolto in uno spettacolare ma pericoloso incidente con Nico Rosberg, che nel tentativo di sorpassarlo gli piomba addosso sfiorandogli la testa, ma per fortuna i piloti escono illesi dalle rispettive vetture. Narain termina la sua seconda stagione in HRT al 24º posto con 0 punti, precedendo il compagno di squadra solo grazie al 15º posto ottenuto a Montecarlo, miglior piazzamento stagionale dell'indiano, dato che il miglior piazzamento di de la Rosa è un 17º posto.

Dopo la Formula 1[modifica | modifica sorgente]

Nel 2013 passa al campionato Auto GP; corre le prime tre gare con il team Zele Racing per poi passare al team Super Nova Racing. Nel 2014 corre la Super Formula con il Team Impul.

Risultati F1[modifica | modifica sorgente]

2005 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Europe.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Turkey.svg Flag of Italy.svg Flag of Belgium.svg Flag of Brazil.svg Flag of Japan.svg Flag of the People's Republic of China.svg Punti Pos.
Jordan EJ15 15 11 Rit 12 13 Rit 16 Rit 4 15 Rit 16 13 14 20 11 15 15 Rit 5 18º
2011 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Turkey.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of India.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Flag of Brazil.svg Punti Pos.
HRT F111 NQ Rit 23 21 21 17 17 24 SP SP SP SP 17 0 26º
2012 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of India.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Flag of the United States.svg Flag of Brazil.svg Punti Pos.
HRT F112 NQ 22 22 21 Rit 15 Rit 18 21 23 Rit Rit 19 Rit Rit 20 21 Rit 22 18 0 24º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ufficiale: Daniel Ricciardo correrà con la HRT da Silverstone, f1grandprix.motorionline.com, 30 giugno 2011. URL consultato il 1º luglio 2011.
  2. ^ Karthikeyan torna al volante nella gara di casa, 422race.com
  3. ^ Karthikeyan: “Una giornata emozionante in India” f1grandprix.motorionline.com
  4. ^ Karthikeyan correrà in F1 con HRT nel 2012, f1grandprix.motorionline.com, 3 febbraio 2012. URL consultato il 4 febbraio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]