Gran Premio di Monaco 2005

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monaco Gran Premio di Monaco 2005
737º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 6 di 19 del Campionato 2005
Monte Carlo Formula 1 track map.svg
Data 22 maggio 2005
Nome ufficiale LXIII Grand Prix de Monaco
Circuito Montecarlo
Percorso 3,340 km / 2,075 US mi
Circuito cittadino
Distanza 78 giri, 260,520 km/ 161,880 US mi
Clima soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Finlandia Kimi Räikkönen Germania Michael Schumacher
McLaren-Mercedes in 2'30"323 Ferrari in 1'15"842
(nel giro 40)
Podio
1. Finlandia Kimi Räikkönen
McLaren-Mercedes
2. Germania Nick Heidfeld
Williams-BMW
3. Australia Mark Webber
Williams-BMW

Il Gran Premio di Monaco 2005 si è corso il 22 maggio sul circuito di Montecarlo, sesta prova della stagione 2005 del Campionato mondiale di Formula 1. La gara è stata vinta da Kimi Räikkönen su McLaren-Mercedes davanti alle due Williams-BMW di Nick Heidfeld e Mark Webber.

Vigilia[modifica | modifica wikitesto]

Aspetti sportivi[modifica | modifica wikitesto]

Nelle prove libere del giovedì oltre ai piloti titolari corrono Alexander Wurz con la McLaren, Christian Klien con la Red Bull, Ricardo Zonta con la Toyota e Robert Doornbos con la Jordan.

Prove[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima sessione del giovedì[1] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 10 Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito McLaren-Mercedes 1'17"152 14
2 5 Spagna Fernando Alonso Francia Renault 1'17"301 +0"149 14
3 37 Austria Christian Klien Austria RBR-Cosworth 1'17"511 +0"359 21

Nella seconda sessione del giovedì[2] si è avuta questa situazione'

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 5 Spagna Fernando Alonso Francia Renault 1'15"835 27
2 35 Austria Alexander Wurz Regno Unito McLaren-Mercedes 1'15"912 +0"077 24
3 14 Regno Unito David Coulthard Austria RBR-Cosworth 1'16"184 +0"349 21

Nella prima sessione del sabato[3] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 10 Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito McLaren-Mercedes 1'16"197 16
2 6 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 1'16"403 +0"206 12
3 17 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota 1'16"508 +0"311 16

Nella seconda sessione del sabato[4] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 6 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 1'13"988 18
2 5 Spagna Fernando Alonso Francia Renault 1'14"047 +0"059 14
3 9 Finlandia Kimi Räikkönen Regno Unito McLaren-Mercedes 1'14"258 +0"270 10

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

La prima sessione vede il dominio di Kimi Räikkönen, che stacca di 4 decimi Fernando Alonso. In seconda fila provvisoria Mark Webber e Giancarlo Fisichella. Non segna un tempo valido Ralf Schumacher, che parte così dal fondo dello schieramento. Nella Q2 è il turno di Fernando Alonso, che prende quasi 4 decimi a Kimi Räikkönen, mentre dietro ancora Mark Webber e Giancarlo Fisichella facevano segnare il terzo e quarto tempo. Non faceva un giro il colombiano Juan Pablo Montoya, che partiva così al fianco di Ralf Schumacher. Con la somma dei tempi conquistava la pole Kimi Räikkönen, con 83 millesimi di vantaggio su Fernando Alonso. In seconda fila, a oltre un secondo, Mark Webber e Giancarlo Fisichella, seguiti, a oltre due secondi, da Jarno Trulli e Nick Heidfeld; mentre in quarta fila a più di 3 secondi e mezzo, David Coulthard e Michael Schumacher.

Ralf Schumacher viene penalizzato con mezzo secondo da aggiungersi al tempo totale delle qualifiche per aver utilizzato una gomma non ufficialmente destinata a lui;[5] tuttavia un incidente nella sessione del sabato gli impedisce di registrare tempi cronometrati.[6] Narain Karthikeyan viene retrocesso di dieci posizioni sulla griglia di partenza per aver sostituito il motore.[6] Il tempo fatto segnare da Juan Pablo Montoya nella prima sessione di qualifiche viene cancellato su decisione degli steward, in quanto il pilota colombiano, durante le prove libere del sabato, avendo tenuto una velocità eccessivamente bassa, ha portato altri tre piloti, Ralf Schumacher, Coulthard e Villeneuve, a entrare in collisione dietro di lui.[7]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Nelle sessioni di qualifica[8][9] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Q1 Q2 Totale Distacco Griglia
1 9 Finlandia Kimi Räikkönen Regno Unito McLaren-Mercedes 1'13"644 1'16"679 2'30"323 1
2 5 Spagna Fernando Alonso Francia Renault 1'14"125 1'16"281 2'30"406 +0"083 2
3 7 Australia Mark Webber Regno Unito Williams-BMW 1'14"584 1'17"072 2'31"656 +1"333 3
4 6 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 1'14"783 1'17"317 2'32"100 +1"777 4
5 16 Italia Jarno Trulli Giappone Toyota 1'15"189 1'17"401 2'32"590 +2"267 5
6 8 Germania Nick Heidfeld Regno Unito Williams-BMW 1'15"128 1'17"755 2'32"883 +2"560 6
7 14 Regno Unito David Coulthard Austria RBR-Cosworth 1'15"329 1'18"538 2'33"867 +3"544 7
8 1 Germania Michael Schumacher Italia Ferrari 1'16"186 1'18"550 2'34"735 +4"413 8
9 11 Canada Jacques Villeneuve Svizzera Sauber-Petronas 1'15"921 1'19"015 2'34"936 +4"613 9
10 2 Brasile Rubens Barrichello Italia Ferrari 1'16"142 1'18"841 2'34"983 +4"660 10
11 12 Brasile Felipe Massa Svizzera Sauber-Petronas 1'16"218 1'18"902 2'35"120 +4"797 11
12 15 Italia Vitantonio Liuzzi Austria RBR-Cosworth 1'16"817 1'20"335 2'37"152 +6"829 12
13 20 Austria Patrick Friesacher Italia Minardi-Cosworth 1'18"574 1'22"236 2'40"810 +10"487 13
14 21 Paesi Bassi Christijan Albers Italia Minardi-Cosworth 1'19"229 1'22"977 2'42"206 +11"883 14
15 18 Portogallo Tiago Monteiro Irlanda Jordan-Toyota 1'19"408 1'23"670 2'43"078 +12"755 15
16 19 India Narain Karthikeyan Irlanda Jordan-Toyota 1'19"474 1'23"968 2'43"442 +13"119 17
17 17 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota senza tempo senza tempo senza tempo 18
18 10 Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito McLaren-Mercedes 1'14"858 senza tempo senza tempo 16

Con i tempi in grassetto sono visualizzate le migliori prestazioni in ciascuna sessione.

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

La gara ha visto la vittoria di Kimi Räikkönen, che ha condotto in testa tutta la gara. Alla partenza il finlandese mantiene la propria posizione, seguito da Alonso, Fisichella e Trulli. Al giro 23, Christijan Albers, già doppiato, va in testacoda al centro della curva Mirabeau, e così Michael Schumacher tampona irreparabilmente David Coulthard, che aveva rallentato per evitare l'olandese; il tracciato rimane temporaneamente bloccato e viene mandata in pista la safety car, per permettere ai commissari di percorso di far ripartire la Minardi che ostruiva il passaggio. Le due Renault approfittano della neutralizzazione per fermarsi insieme al 25º giro, cosa che Räikkönen non fa dato il maggiore carico di carburante con cui era partito. Al rientro della safety car, Räikkönen inizia a segnare giri veloci e riesce, dopo il suo unico pit-stop al giro 42, a mantenere la testa della corsa davanti ad Alonso, che nell'ultima fase di gara, in crisi di gomme, viene sorpassato dalle due Williams di Heidfeld e Webber (entrambi su una strategia a due soste), che distaccano il pilota spagnolo e riescono a salire sul podio. Alonso giunge quarto al traguardo, seguito a breve distanza da Montoya, partito nelle retrovie così come Ralf Schumacher, davanti alle due Ferrari del fratello Michael e di Barrichello, che chiudono la zona punti.[10]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

I risultati del Gran Premio[11] sono i seguenti:

Pos Pilota Costruttore Gomme Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 9 Finlandia Kimi Räikkönen Regno Unito McLaren-Mercedes M 78 1h45'15"556 1 10
2 8 Germania Nick Heidfeld Regno Unito Williams-BMW M 78 +13"877 6 8
3 7 Australia Mark Webber Regno Unito Williams-BMW M 78 +18"484 3 6
4 5 Spagna Fernando Alonso Francia Renault M 78 +36"487 2 5
5 10 Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito McLaren-Mercedes M 78 +36"647 16 4
6 17 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota M 78 +37"177 18 3
7 1 Germania Michael Schumacher Italia Ferrari B 78 +37"233 8 2
8 2 Brasile Rubens Barrichello Italia Ferrari B 78 +37"570 10 1
9 12 Brasile Felipe Massa Svizzera Sauber-Petronas M 77 +1 giro 11
10 16 Italia Jarno Trulli Giappone Toyota M 77 +1 giro 5
11 11 Canada Jacques Villeneuve Svizzera Sauber-Petronas M 77 +1 giro 9
12 6 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault M 77 +1 giro 4
13 18 Portogallo Tiago Monteiro Irlanda Jordan-Toyota B 75 +3 giri 15
14 21 Paesi Bassi Christijan Albers Italia Minardi-Cosworth B 73 +5 giri 14
Rit 15 Italia Vitantonio Liuzzi Austria RBR-Cosworth M 59 Gomma 12
Rit 20 Austria Patrick Friesacher Italia Minardi-Cosworth B 29 Incidente 13
Rit 14 Regno Unito David Coulthard Austria RBR-Cosworth M 23 Incidente 7
Rit 19 India Narain Karthikeyan Irlanda Jordan-Toyota B 18 Idraulica 17

Classifiche mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos Team Punti
1 Francia Renault 63
2 Regno Unito McLaren-Mercedes 51
3 Giappone Toyota 43
4 Regno Unito Williams-BMW 35
5 Italia Ferrari 21
6 Austria RBR-Cosworth 14
7 Svizzera Sauber-Petronas 7

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prima sessione di prove libere del giovedì
  2. ^ [http'//www"formula1"com/results/season/2005/737/6148/ Seconda sessione di prove libere del giovedì]
  3. ^ Prima sessione di prove libere del sabato
  4. ^ Seconda sessione di prove libere del sabato
  5. ^ (EN) Qualifying penalty for Ralf Schumacher in formula1.com, Formula One Management, 19 maggio 2005. URL consultato il 24 novembre 2011.
  6. ^ a b (EN) Räikkönen sparkles in first qualifying in formula1.com, Formula One Management, 21 maggio 2005. URL consultato il 24 novembre 2011.
  7. ^ (EN) Montoya punished for practice shunt in formula1.com, Formula One Management, 21 maggio 2005. URL consultato il 24 novembre 2011.
  8. ^ Sessione di qualifica del sabato
  9. ^ Sessione di qualifica della domenica
  10. ^ (EN) Räikkönen and McLaren do it again in formula1.com, Formula One Management, 22 maggio 2005. URL consultato il 25 novembre 2011.
  11. ^ Risultati del Gran Premio
Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2005
Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Europe.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Turkey.svg Flag of Italy.svg Flag of Belgium.svg Flag of Brazil.svg Flag of Japan.svg Flag of the People's Republic of China.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2004
Gran Premio di Monaco
Edizione successiva:
2006
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1