24 Ore di Le Mans 2009

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: 24 Ore di Le Mans.

24 Ore di Le Mans 2009
Edizione n. 77 della 24 Ore di Le Mans
Dati generali
Inizio 13 giugno
Termine 14 giugno
Titoli in palio
Vittoria assoluta Australia David Brabham
Spagna Marc Gené
Austria Alexander Wurz
su Peugeot 908 HDi FAP
Classe P2 Danimarca Casper Elgaard
Danimarca Kristian Poulsen
Francia Emmanuel Collard
su Porsche RS Spyder
Classe GT1 Stati Uniti Johnny O'Connell
Danimarca Jan Magnussen
Spagna Antonio García
su Corvette C6-R
Classe GT2 Brasile Jaime Melo
Germania Pierre Kaffer
Finlandia Mika Salo
su Ferrari F430 GTC
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso
La Peugeot 908 #9 vincitrice della corsa, seguita dalla Oreca 01 giunta in 5a posizione

La 24 Ore di Le Mans 2009 è stata la 77a maratona automobilistica svoltasi sul Circuit de la Sarthe di Le Mans, in Francia, il 13 e il 14 giugno 2009. Hanno gareggiato assieme 4 classi di automobili da competizione, ognuna delle quali ha avuto il suo vincitore. Le vetture più veloci, appartenenti alle classi LM-P1 e LM-P2, erano Sport Prototipi di categoria Le Mans Prototype appositamente progettati e costruiti per le gare, mentre le più lente classi GT1 e GT2 comprendevano vetture derivate da automobili GT stradali.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione del 2009 vede la partecipazione in veste ufficiale nella classe LMP1 di 3 grandi case automobilistiche: Audi e Peugeot, già presenti nelle edizioni precedenti e la novità dell'Aston Martin, che schiera 3 prototipi Lola-Aston Martin B09/60 realizzati dalla Lola e rivisti nella veste aerodinamica dall'Aston Martin, sono spinti dal motore V12 a benzina, derivato dall'unità motrice della DBR9 di classe GT1.
La Peugeot schiera tre 908 ufficiali riviste nella veste aerodinamica sviluppata appositamente per la conformazione del Circuit de la Sarthe, inoltre per contrastare più efficacemente le squadre Audi e Aston Martin, affida anche una 908 semi-ufficiale alla Pescarolo Sport. L'Audi corre con 3 esemplari della nuova R15 TDI con la squadra ufficiale e concede 2 R10 TDI al team privato Kolles.

Reclamo Peugeot[modifica | modifica wikitesto]

Dopo le verifiche tecniche che si tengono per consuetudine al martedì, la Peugeot presenta un reclamo all'ACO[1], nel quale avanza dubbi di conformità dei prototipi Audi al regolamento tecnico 2009. Secondo la casa automobilistica francese, due particolari sull'avantreno delle R15, ovvero il flap posto sopra lo spoiler anteriore e due appendici aerodinamiche poste sopra di esso all'interno del passaruota, sono da ritenersi irregolari, in quanto elementi che svolgono una funzione di deportanza aerodinamica, in altre parole il muso delle R15 incorpora una sorta di alettone anteriore a 3 profili, soluzione però non consentita dalla normativa tecnica, che vieta profili alari sull'avantreno. Il reclamo viene respinto dal collegio dei commissari sportivi, che considera regolari tali soluzioni, le Audi possono quindi disputare regolarmente le prove e la gara. Peugeot fa allora appello direttamente al tribunale della FIA, che però si esprimerà sulla controversia solo a gara conclusa. La gara viene poi vinta dalle Peugeot e pochi giorni dopo di comune accordo con l'ACO, il ricorso alla FIA viene ritirato[2], successivamente l'ACO chiederà all'Audi di apportare delle modifiche all'avantreno delle R15 per la stagione sportiva 2010[3].

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Nelle qualificazioni Stéphane Sarrazin alla guida di una 908 fa segnare il miglior tempo, seguito da un'Audi R15 e dalle altre 3 Peugeot 908; nel warm-up le 908 segnano i tempi più veloci.

Tempi di qualifica[modifica | modifica wikitesto]

L'Audi R15 TDI #3 giunta 17a assoluta in gara
La Lola-Aston Martin B09/60 #007 giunta 4a assoluta in gara
La Lola B08/80 #33 in gara giunta 2a in classe P2
La Chevrolet Corvette C6.R #63 prima al traguardo in classe GT1
La Ferrari F430 GTC #97 in gara giunta 2a in classe GT2

Nell'edizione 2009 della 24 Ore di Le Mans, contrariamente agli anni precedenti, vi era una sola sessione di prove di qualificazione.[4]

  • Il leader di ogni classe è scritto in grassetto e ombreggiato di giallo.
Posizione Squadra Classe Tempi
1 8 Francia Team Peugeot Total LMP1 3:22.888
2 1 Germania Audi Sport Team Joest LMP1 3:23.650
3 7 Francia Team Peugeot Total LMP1 3:24.860
4 17 Francia Pescarolo Sport LMP1 3:25.062
5 9 Francia Peugeot Sport Total LMP1 3:25.252
6 2 Germania Audi Sport North America LMP1 3:25.780
7 3 Germania Audi Sport Team Joest LMP1 3:27.106
8 007 Rep. Ceca AMR Eastern Europe LMP1 3:27.180
9 008 Regno Unito Aston Martin Racing LMP1 3:27.704
10 13 Svizzera Speedy Racing Sebah LMP1 3:28.134
11 23 Regno Unito Strakka Racing LMP1 3:29.798
12 16 Francia Pescarolo Sport LMP1 3:30.466
13 15 Germania Kolles LMP1 3:31.192
14 14 Germania Kolles LMP1 3:31.548
15 10 Francia Team Oreca Matmut AIM LMP1 3:33.514
16 11 Francia Team Oreca Matmut AIM LMP1 3:33.860
17 009 Regno Unito Aston Martin Racing LMP1 3:33.968
18 6 Regno Unito Team LNT LMP1 3:35.804
19 4 Stati Uniti Creation Autosportif LMP1 3:35.960
20 31 Danimarca Team Essex LMP2 3:37.720
21 5 Giappone Navi Team Goh LMP2 3:37.802
22 12 Francia Signature Plus LMP1 3:39.326
23 33 Svizzera Speedy Racing Sebah LMP2 3:41.724
24 25 Regno Unito Ray Mallock Ltd. LMP2 3:41.952
25 40 Portogallo Quifel ASM Team LMP2 3:42.012
26 30 Italia Racing Box LMP2 3:42.848
27 41 Svizzera G.A.C. Racing Team LMP2 3:44.830
28 35 Francia OAK Racing LMP2 3:45.032
29 32 Francia Team Barazi Epsilon LMP2 3:52.956
30 39 Germania Kruse-Schiller Motorsport LMP2 3:53.072
31 63 Stati Uniti Corvette Racing LMGT1 3:54.230
32 64 Stati Uniti Corvette Racing LMGT1 3:54.702
33 26 Regno Unito Bruichladdich Bruneau Team LMP2 3:55.320
34 66 Austria Jetalliance Racing Gmbh LMGT1 3:56.126
35 72 Francia Luc Alphand Aventures LMGT1 3:57.170
36 24 Francia OAK Racing LMP2 3:57.524
37 73 Francia Luc Alphand Aventures LMGT1 3:58.564
38 80 Stati Uniti Flying Lizard Motorsport LMGT2 4:03.202
39 77 Germania Felbermayr Proton LMGT2 4:03.232
40 82 Stati Uniti Risi Competizione LMGT2 4:04.056
41 99 Monaco JMB Racing LMGT2 4:04.084
42 97 Italia BMS Scuderia Italia LMGT2 4:04.222
43 76 Francia Imsa Performance Matmut LMGT2 4:04.648
44 78 Italia AF Corse LMGT2 4:04.938
45 92 Regno Unito JMW Motorsport LMGT2 4:05.168
46 87 Regno Unito Drayson Racing LMGT2 4:06.482
47 89 Germania Hankook-Farnbacher LMGT2 4:06.612
48 85 Paesi Bassi Snoras Spyker Squadron LMGT2 4:08.348
49 84 Regno Unito Team Modena LMGT2 4:08.508
50 83 Stati Uniti Risi Competizione LMGT2 4:08.758
51 70 Francia Imsa Performance Matmut LMGT2 4:10.014
52 75 Cina Endurance Asia Team LMGT2 4:10.456
53 96 Regno Unito Virgo Motorsport LMGT2 4:10.664
54 81 Italia Team Advanced Engineering LMGT2 4:13.920
55 68 Giappone JLOC Isao Noritake LMGT1 4:21.812

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Sin dall'inizio la gara è molto combattuta, non priva di errori e problemi tecnici, viene condotta dalle Peugeot a ritmi molto sostenuti, costantemente più veloci delle Audi R15, al traguardo la 908 di Marc Gené, David Brabham e Alexander Wurz vince la gara, mentre seconda arriva un'altra Peugeot, quella dell'equipaggio Stephane Sarrazin, Franck Montagny e Sebastien Bourdais; completa il podio l'Audi R15 di Tom Kristensen, Allan McNish e Rinaldo Capello.
Le restanti Peugeot concludono: al sesto posto con Klien-Minassian-Lamy attardata per uno scontro ai box con la 908 del team Pescarolo di Pegenaud-Boullion-Treluyer durante la prima sosta ai box, quest'ultima vettura si ritira durante la notte per incidente dovuto ad un fuoripista.
Le altre due Audi R15 concludono una 17a assoluta a causa di problemi meccanici ed uscite di pista, mentre la R15 #3 guidata da Lucas Luhr esce di pista andando a sbattere addosso alle barriere ed è costretta al ritiro.
Buone le prestazioni delle Aston Martin, la migliore piazzata è la vettura #007, che ottiene un convincente 4º posto finale. Al 5º posto finale arriva l'Oreca 01 del team Oreca, la migliore piazzata tra le squadre private.

Nella classe minore dei prototipi, la LMP2, netta vittoria della Porsche RS Spyder del Team Essex, in classe GT1 vittoria della Chevrolet Corvette C6.R ufficiale, in classe GT2 netto dominio delle Ferrari F430 tutte giunte al traguardo: vince l'esemplare del team Risi Competizione; disfatta invece per la Porsche, con nemmeno una delle Porsche 997 GT3 RSR in grado di terminare la gara, nonostante la pole ed il secondo posto in qualifica, rispettivamente con le vetture dei team Felbermayr-Proton e Flying Lizard.

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

I vincitori di Classe sono marcati in grassetto e ombreggiati in giallo. Le vetture che hanno terminato la gara ma non hanno coperto il 70% della distanza del vincitore sono considerate non classificate (NC).[5]

Posizione Classe Squadra Piloti Vettura Pneumatici Giri
Motore
1 LMP1 9 Francia Peugeot Sport Total Australia David Brabham
Spagna Marc Gené
Austria Alexander Wurz
Peugeot 908 HDi FAP M 382
Peugeot HDi 5.5 L Turbo V12
(Diesel)
2 LMP1 8 Francia Team Peugeot Total Francia Franck Montagny
Francia Sébastien Bourdais
Francia Stéphane Sarrazin
Peugeot 908 HDi FAP M 381
Peugeot HDi 5.5 L Turbo V12
(Diesel)
3 LMP1 1 Germania Audi Sport Team Joest Danimarca Tom Kristensen
Regno Unito Allan McNish
Italia Rinaldo Capello
Audi R15 TDI M 376
Audi TDI 5.5 L Turbo V10
(Diesel)
4 LMP1 007 Rep. Ceca AMR Eastern Europe Rep. Ceca Jan Charouz
Rep. Ceca Tomáš Enge
Germania Stefan Mücke
Lola-Aston Martin B09/60 M 373
Aston Martin 6.0 L V12
5 LMP1 11 Francia Team Oreca Matmut AIM Francia Olivier Panis
Francia Nicolas Lapierre
Francia Soheil Ayari
Oreca 01 M 370
AIM YS5.5 5.5 L V10
6 LMP1 7 Francia Team Peugeot Total Francia Nicolas Minassian
Portogallo Pedro Lamy
Austria Christian Klien
Peugeot 908 HDi FAP M 369
Peugeot HDi 5.5 L Turbo V12
(Diesel)
7 LMP1 14 Germania Kolles Paesi Bassi Charles Zwolsman
India Narain Karthikeyan
Germania André Lotterer
Audi R10 TDI M 369
Audi TDI 5.5 L Turbo V12
(Diesel)
8 LMP1 16 Francia Pescarolo Sport Francia Christophe Tinseau
Francia Bruce Jouanny
Portogallo João Barbosa
Pescarolo 01 M 368
Judd GV5.5 S2 5.5 L V10
9 LMP1 15 Germania Kolles Danimarca Christian Bakkerud
Paesi Bassi Christijan Albers
Svizzera Giorgio Mondini
Audi R10 TDI M 360
Audi TDI 5.5 L Turbo V12
(Diesel)
10 LMP2 31 Danimarca Team Essex
Danimarca Poulsen Motorsport
Danimarca Casper Elgaard
Danimarca Kristian Poulsen
Francia Emmanuel Collard
Porsche RS Spyder Evo M 357
Porsche MR6 3.4 L V8
11 LMP1 12 Francia Signature Plus Francia Pierre Ragues
Francia Franck Mailleux
Francia Didier André
Courage-Oreca LC70E M 344
Judd GV5.5 S2 5.5 L V10
12 LMP2 33 Svizzera Speedy Racing Team
Regno Unito Sebah Automotive
Svizzera Benjamin Leuenberger
Francia Xavier Pompidou
Regno Unito Jonny Kane
Lola B08/80 M 343
Judd DB 3.4 L V8
13 LMP1 008 Regno Unito Aston Martin Racing Regno Unito Anthony Davidson
Regno Unito Darren Turner
Paesi Bassi Jos Verstappen
Lola-Aston Martin B09/60 M 342
Aston Martin 6.0 L V12
14 LMP1 13 Svizzera Speedy Racing Team
Regno Unito Sebah Automotive
Italia Andrea Belicchi
Francia Nicolas Prost
Svizzera Neel Jani
Lola B08/60 M 342
Aston Martin 6.0 L V12
15 GT1 63 Stati Uniti Corvette Racing Stati Uniti Johnny O'Connell
Danimarca Jan Magnussen
Spagna Antonio García
Chevrolet Corvette C6.R M 342
Chevrolet LS7.R 7.0 L V8
16 GT1 73 Francia Luc Alphand Aventures Paesi Bassi Xavier Maassen
Francia Yann Clairay
Francia Julien Jousse
Chevrolet Corvette C6.R D 336
Chevrolet LS7.R 7.0 L V8
17 LMP1 3 Germania Audi Sport Team Joest Germania Timo Bernhard
Francia Romain Dumas
Francia Alexandre Prémat
Audi R15 TDI M 333
Audi TDI 5.5 L Turbo V10
(Diesel)
18 GT2 82 Stati Uniti Risi Competizione Brasile Jaime Melo
Germania Pierre Kaffer
Finlandia Mika Salo
Ferrari F430 GT2 M 329
Ferrari 4.0 L V8
19 GT2 97 Italia BMS Scuderia Italia Italia Fabio Babini
Italia Matteo Malucelli
Italia Paolo Ruberti
Ferrari F430 GT2 P 327
Ferrari 4.0 L V8
20 LMP2 24 Francia OAK Racing
Francia Team Mazda France
Francia Jacques Nicolet
Monaco Richard Hein
Francia Jean-François Yvon
Pescarolo 01 D 325
Mazda MZR-R 2.0 L Turbo I4
21 LMP1 23 Regno Unito Strakka Racing Regno Unito Nick Leventis
Regno Unito Peter Hardman
Regno Unito Danny Watts
Ginetta-Zytek GZ09S M 325
Zytek ZJ458 4.5 L V8
22 GT2 83 Stati Uniti Risi Competizione
Stati Uniti Krohn Racing
Stati Uniti Tracy Krohn
Belgio Eric van de Poele
Svezia Nic Jönsson
Ferrari F430 GT2 M 323
Ferrari 4.0 L V8
23 GT2 92 Regno Unito JMW Motorsport Regno Unito Rob Bell
Regno Unito Andrew Kirkaldy
Regno Unito Tim Sugden
Ferrari F430 GT2 D 320
Ferrari 4.0 L V8
24 LMP1 4 Stati Uniti Creation Autosportif Regno Unito Jamie Campbell-Walter
Belgio Vanina Ickx
Francia Romain Ianetta
Creation CA07 M 319
Judd GV5.5 S2 5.5 L V10
25 GT2 85 Paesi Bassi Snoras Spyker Squadron Paesi Bassi Tom Coronel
Paesi Bassi Jeroen Bleekemolen
Rep. Ceca Jaroslav Janiš
Spyker C8 Laviolette GT2-R M 319
Audi 3.8 L V8
26 GT2 78 Italia AF Corse Italia Gianmaria Bruni
Argentina Luis Pérez Companc
Argentina Matías Russo
Ferrari F430 GT2 M 317
Ferrari 4.0 L V8
27 GT2 84 Regno Unito Team Modena Regno Unito Leo Mansell
Germania Pierre Ehret
Russia Roman Rusinov
Ferrari F430 GT2 M 314
Ferrari 4.0 L V8
28 LMP2 32 Francia Barazi-Epsilon Danimarca Juan Barazi
Regno Unito Phil Bennett
Regno Unito Stuart Moseley
Zytek 07S/2 D 306
Zytek 2ZG348 3.4 L V8
29 GT2 99 Monaco JMB Racing Francia Manuel Rodrigues
Francia Yvan Lebon
Francia Christophe Bouchut
Ferrari F430 GT2 M 304
Ferrari 4.0 L V8
30 GT2 81 Italia Advanced Engineering
Stati Uniti Team Seattle
Stati Uniti Patrick Dempsey
Stati Uniti Don Kitch, Jr.
Stati Uniti Joe Foster
Ferrari F430 GT2 M 301
Ferrari 4.0 L V8
31 GT1 66 Austria Jetalliance Racing Austria Lukas Lichtner-Hoyer
Austria Thomas Gruber
Germania Alex Müller
Aston Martin DBR9 M 294
Aston Martin 6.0 L V12
32 GT2 96 Regno Unito Virgo Motorsport Regno Unito Sean McInerney
Regno Unito Michael McInerney
Paesi Bassi Michael Vergers
Ferrari F430 GT2 D 280
Ferrari 4.0 L V8
Non classificate
33 GT2 75 Cina Endurance Asia Team
Francia Perspective Racing
Hong Kong Darryl O'Young
Francia Philippe Hesnault
Bulgaria Plamen Kralev
Porsche 997 GT3-RSR D 186
Porsche 3.8 L Flat-6
Non concluso
34 LMP2 5 Giappone Navi Team Goh Giappone Seiji Ara
Giappone Keisuke Kunimoto
Germania Sascha Maassen
Porsche RS Spyder Evo M 339
Porsche MR6 3.4 L V8
35 GT1 64 Stati Uniti Corvette Racing Regno Unito Oliver Gavin
Monaco Olivier Beretta
Svizzera Marcel Fässler
Chevrolet Corvette C6.R M 311
Chevrolet LS7.R 7.0 L V8
36 LMP2 25 Regno Unito RML Brasile Thomas Erdos
Regno Unito Mike Newton
Stati Uniti Chris Dyson
Lola B08/86 M 273
Mazda MZR-R 2.0 L Turbo I4
37 GT2 87 Regno Unito Drayson Racing Regno Unito Paul Drayson
Regno Unito Jonny Cocker
Regno Unito Marino Franchitti
Aston Martin V8 Vantage GT2 M 272
Aston Martin 4.5 L V8
38 GT2 76 Francia IMSA Performance Matmut Francia Patrick Pilet
Francia Raymond Narac
Stati Uniti Patrick Long
Porsche 997 GT3-RSR M 265
Porsche 4.0 L Flat-6
39 LMP2 39 Germania KSM Giappone Hideki Noda
Francia Jean de Pourtales
Hong Kong Matthew Marsh
Lola B07/46 D 261
Mazda MZR-R 2.0 L Turbo I4
40 LMP1 009 Regno Unito Aston Martin Racing Regno Unito Stuart Hall
Svizzera Harold Primat
Paesi Bassi Peter Kox
Lola-Aston Martin B09/60 M 252
Aston Martin 6.0 L V12
41 LMP1 10 Francia Team Oreca Matmut AIM Monaco Stéphane Ortelli
Brasile Bruno Senna
Portogallo Tiago Monteiro
Oreca 01 M 219
AIM YS5.5 5.5 L V10
42 LMP1 17 Francia Pescarolo Sport Francia Simon Pagenaud
Francia Jean-Christophe Boullion
Francia Benoît Tréluyer
Peugeot 908 HDi FAP M 210
Peugeot HDi 5.5 L Turbo V12
(Diesel)
43 LMP2 35 Francia OAK Racing
Francia Team Mazda France
Francia Matthieu Laheye
Francia Guillaume Moreau
Svizzera Karim Ajlani
Pescarolo 01 D 208
Mazda MZR-R 2.0 L I4
44 LMP2 30 Italia Racing Box Italia Andrea Piccini
Italia Thomas Biagi
Italia Matteo Bobbi
Lola B08/80 M 203
Judd DB 3.4 L V8
45 GT2 80 Stati Uniti Flying Lizard Motorsports Germania Jörg Bergmeister
Stati Uniti Darren Law
Stati Uniti Seth Neiman
Porsche 997 GT3-RSR M 194
Porsche 4.0 L Flat-6
46 GT2 89 Germania Hankook Team Farnbacher Germania Dominik Farnbacher
Danimarca Allan Simonsen
San Marino Christian Montanari
Ferrari F430 GT2 H 183
Ferrari 4.0 L V8
47 LMP1 6 Regno Unito Team LNT Regno Unito Lawrence Tomlinson
Regno Unito Richard Dean
Regno Unito Nigel Moore
Ginetta-Zytek GZ09S M 178
Zytek ZG408 4.0 L V8
48 LMP1 2 Germania Audi Sport North America Germania Marco Werner
Germania Lucas Luhr
Germania Mike Rockenfeller
Audi R15 TDI M 104
Audi TDI 5.5 L Turbo V10
(Diesel)
49 LMP2 41 Svizzera GAC Racing Team Arabia Saudita Karim Ojjeh
Francia Claude-Yves Gosselin
Austria Philipp Peter
Zytek 07S/2 M 102
Zytek ZG348 3.4 L V8
50 GT2 70 Francia IMSA Performance Matmut
Germania Team Felbermayr-Proton
Francia Michel Lecourt
Austria Horst Felbermayr, Sr.
Austria Horst Felbermayr, Jr.
Porsche 997 GT3-RSR M 102
Porsche 4.0 L Flat-6
51 GT1 72 Francia Luc Alphand Aventures Francia Luc Alphand
Francia Stéphan Grégoire
Francia Patrice Goueslard
Chevrolet Corvette C6.R D 99
Chevrolet LS7.R 7.0 L V8
52 LMP2 26 Regno Unito Bruichladdich-Bruneau Team Francia Pierre Bruneau
Francia Marc Rostan
Regno Unito Tim Greaves
Radical SR9 D 91
AER P07 2.0 L Turbo I4
53 LMP2 40 Portogallo Quifel ASM Team Portogallo Miguel Amaral
Francia Olivier Pla
Regno Unito Guy Smith
Ginetta-Zytek GZ09S/2 D 46
Zytek ZG348 3.4 L V8
54 GT2 77 Germania Team Felbermayr-Proton Germania Marc Lieb
Germania Wolf Henzler
Austria Richard Lietz
Porsche 997 GT3-RSR M 24
Porsche 4.0 L Flat-6
55 GT1 68 Giappone JLOC Giappone Atsushi Yogo
Giappone Yutaka Yamagishi
Italia Marco Apicella
Lamborghini Murciélago R-GT Y 1
Lamborghini 6.0 L V12

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.paddock.it
  2. ^ www.italiaracing.net
  3. ^ (EN) www.mulsannescorner.com
  4. ^ Qualifying Practice 1 - Automobile Club de l'Ouest
  5. ^ La gara dopo 24 ore - (PDF), Automobile Club de l'Ouest, 14 giugno 2009. URL consultato il 14 giugno 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport