Luis del Sol

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luis del Sol
Luis del Sol.JPG
del Sol nel 1962 con la divisa della nazionale spagnola
Dati biografici
Nome Luis del Sol Cascajares
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 169 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Carriera
Squadre di club1
1954-1959 Betis Betis 40 (6)
1959-1962 Real Madrid Real Madrid 55 (22)
1962-1970 Juventus Juventus 228 (20)
1970-1972 Roma Roma 50 (4)
1972-1973 Betis Betis 17 (0)
Nazionale
1960-1966 Spagna Spagna 16 (3)
Carriera da allenatore
1985-1986 Betis Betis
2000-2001 Betis Betis
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Spagna 1964
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 dicembre 2008

Luis del Sol Cascajares (Arcos de Jalón, 6 aprile 1935) è un ex calciatore e allenatore di calcio spagnolo, di ruolo centrocampista. Campione d'Europa con la Nazionale spagnola nel 1964.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Era un centrocampista che soleva svariare il suo gioco in tutte le parti del campo, sempre col pallone tra i piedi, motivo per cui si guadagnò l'appellativo di "Postino".[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

del Sol in azione con la maglia della Juventus negli anni sessanta

Nacque a Soria, ma crebbe a Siviglia. Si formò come calciatore nel Ferroviarios e da lì passo nelle giovanili del Real Betis Balompié. Arrivò al Betis nel 1953 e, dopo un breve periodo nell'Utrera, sbarcò in prima squadra nella stagione 1955-1956. Rimase nella squadra biancoverde sette stagioni, contribuento alla promozione in Segunda División nel 1954 ed alla seguente promozione in Primera División nel 1958. Le sue qualità attirarono l'attenzione dei tecnici del Real Madrid, squadra in cui si trasferì nel 1960.

Nel Real Madrid rimase due anni, dove ebbe l'opportunità di giocare al fianco dei grandi miti del calcio, contribuendo alla vittoria della Coppa dei Campioni e della Coppa Intercontinentale, i due titoli più importanti della sua carriera.

Iniziò quindi una lunga parentesi nel calcio italiano, firmando per la Juventus per la stagione 1962-1963. Debuttò in Serie A il 16 settembre 1962 contro il Genoa e rimase a Torino per otto stagioni, conquistando uno Scudetto ed una Coppa Italia. Nel 1970 passò alla Roma per due stagioni, per poi tornare nel suo Betis Siviglia, ritirandosi nel 1973 a 38 anni.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Conta 16 presenze nella Nazionale spagnola, con 3 reti realizzate. Esordì il 15 maggio 1960 in Spagna-Inghilterra 3-0 e, durante la sua permanenza tra le Furie rosse vinse il Campionato Europeo del 1964. Giocò l'ultima gara il 15 luglio 1966, Spagna-Svizzera terminata 2-1.

Dopo il ritiro[modifica | modifica sorgente]

Dopo il ritiro da calciatore ha ricoperto la posizione di allenatore nel Betis; attualmente fa parte dell'organigramma tecnico del club verdiblanco. La Juventus nel 2011 gli ha dedicato una stella nella sua Walk of Fame come uno dei 50 giocatori più importanti della propria storia.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Real Madrid: 1960-1961, 1961-1962
Real Madrid: 1961-1962
Juventus: 1964-1965
Juventus: 1966-1967
Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]
Real Madrid: 1959-1960
Real Madrid: 1960

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

1964

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Del Sol allo Juventus Museum in juventus.com, 12 giugno 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]