Karen Elson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Karen Elson
Karen Elson al festival Williamsburg Waterfront, nel giugno del 2010
Karen Elson al festival Williamsburg Waterfront, nel giugno del 2010
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Rock[1]
Folk[1]
Periodo di attività  ? – in attività
Strumento chitarra
Etichetta Third Man Records
Sito web
Karen Elson
Karen Elson at Anna Sui 2011.jpg
Karen Elson a una sfilata per Anna Sui nel 2011
Altezza 178 cm
Misure 84-62-87.5
Taglia 34 (UE) - 4 (US)
Scarpe 41 (UE) - 9 (US)
Occhi Azzurri
Capelli Rossi

Karen Elson (Oldham, 14 gennaio 1979) è una supermodella e cantante britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Moda[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera da indossatrice inizia nel 1995, anno in cui viene scoperta da un talent scout e l'anno successivo ottiene la sua prima copertina importante: quella di Vogue Francia. Dal 1997 in poi la sua carriera da top model internazionale decolla, appare sulle copertine più prestigiose come quella di Vogue Italia e viene fotografata dai più celebri fotografi al mondo tra i quali: Steven Meisel, Bruce Weber, Craig McDean, Mario Testino e molti altri.

Inoltre sfila sulle passerelle delle case di moda più famose al mondo tra New York, Londra, Milano e Parigi. Infatti nel corso della sua carriera la Elson ha sfilato per la maggior parte dei più importanti stilisti internazionali, inclusi Marc Jacobs, Gianfranco Ferrè, Chanel, Dolce & Gabbana, Balenciaga, Missoni, Gucci, Fendi, Alexander McQueen, Versace, Moschino, Dries Van Noten, Bottega Veneta, Zac Posen, Valentino, Hermès, Vivienne Westwood, Paul Smith, Calvin Klein, Donna Karan, Oscar de la Renta, Carolina Herrera, John Galliano, Dior, Balmain, Chloé, Salvatore Ferragamo, Lanvin e moltissimi altri.

Inoltre è stata testimonial per le campagne pubblicitarie di Yves Saint Laurent, Jean Paul Gaultier, Louis Vuitton, Prada, Giorgio Armani, Versace, Christian Dior, Gucci, Escada, Christian Lacroix, Perry Ellis, Clinique, Guerlain, Burberry, Chanel, Celine, Roberto Cavalli, Tiffany, Tom Ford, Dsquared2 e molte altre.

Da molti è ricordata[senza fonte] per essere stata il volto della celebre pubblicità del profumo "Classique" di Jean Paul Gaultier.

È inoltre comparsa sulle copertine di Vogue, W, Dazed & Confused, Numéro, Marie Claire, Elle ed altri.

Nel 1998 ha vinto il premio VH1 Fashion Award ed è stata definita da Karl Lagerfeld "bellezza del millennio" e nel 2005 ha vinto il British Fashion Award come migliore modella dell'anno.

Tra i numerosi traguardi professionali della Elson vanno ricordate anche la partecipazione alle sfilate di Victoria's Secret nel 2001 e nel 2002 e la presenza in ben due edizioni del calendario Pirelli: quella del 2001 e quella del 2006.

Musica[modifica | modifica wikitesto]

La Elson ha lavorato nel 2003 come corista per Robert Plant[2], con cui ha registrato alcuni duetti nel 2004, che tuttavia non sono mai stati pubblicati.[3][4]

Nel 2005 un suo singolo intitolato Coming Down è stato pubblicato come allegato della rivista Uncut.[5]

Nel 2006 ha registrato una cover di Je t'aime moi non plus insieme a Cat Power, nell'album tributo a artista Serge Gainsbourg Monsieur Gainsbourg Revisited (Virgin Records/Verve).[6] Nel 2007 ha poi duettato con Melissa Auf Der Maur nel Chelsea Hotel a New York, filmate da Craig McDean, cantando Devil's Plaything, una cover dei Danzig.

Il 25 maggio 2010 esce il suo primo album, intitolato The Ghost Who Walks, che vede alla batteria il compagno Jack White.

La Elson appare inoltre nel video musicale dei The White Stripes Blue Orchid[7].

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 ha aperto una boutique vintage a Nashville.[8] Ha partecipato ad alcuni filmati dedicati al mondo della moda, come Tom Ford Is Missing, War Opera e molti altri.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

La Elson è stata spesso portavoce di come l'industria della moda possa danneggiare le giovani donne, dando un ideale fisico sbagliato e malsano[9][10], ammettendo ella stessa di soffrire di disordini alimentari sin da quando aveva sette anni.[11]

Nel 2005 sposa il cantante Jack White del gruppo statunitense The White Stripes. Il luogo del matrimonio, officiato da uno sciamano, è una canoa sul Rio delle Amazzoni. Il rito comunque viene convalidato più tardi da un pastore cattolico.

La coppia ha avuto due figli: Scarlett Teresa (2 maggio 2006) ed Henry Lee (7 agosto 2007).[12] La coppia risiedeva a Nashville, in Tennessee, con i loro figli. Nel giugno del 2011, la coppia divorzia. Nonostante ciò, il divorzio è amichevole: viene dato un party per celebrare 'la creazione e la rottura del sacramento matrimoniale' insieme agli amici.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Agenzie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Karen Elson in Discogs, Zink Media, Inc.
  2. ^ "Karen Elson" by Sara Templeton
  3. ^ "Karen Elson: The English Singing Rose" in Spur (2004)
  4. ^ Elson's blurb in "Divine Madness," Vogue (2004)
  5. ^ Elson's "Coming Down" on The R.E.M. Collection Disc 2: Michael Stipe Presents...
  6. ^ Elson's duet with Cat Power, "I Love You (Me Either)" on Monsieur Gainsbourg Revisited
  7. ^ "Blue Orchid," directed by Floria Sigismondi
  8. ^ "Karen Elson's Otherworldly Boutique Opens In Nashville," Black Book magazine (2008)
  9. ^ "Designer Maria Grachvogel Says Models Too Skinny For Her Clothes," Telegraph (2008)
  10. ^ "The Skinny On Thin," The National Newspaper (2008)
  11. ^ "Elson Wins Battle With Anorexia," Vogue (2002)
  12. ^ Jack White and Wife Welcome Baby Boy - The White Stripes, Jack White, Karen Elson : People.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 121767827