Anna Sui

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anna Sui

Anna Sui (Detroit, 1964[1]) è una stilista statunitense, di origini cinesi[2].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Dopo essersi diplomata alla Parson's School of Design, Anna Sui comincia a lavorare per diverse aziende di abbigliamento sportivo, fino al 1991, anno in cui presenta la sua prima collezione[3]. In seguito a questa esperienza la stilista apre la sua prima boutique a New York. Negli anni successivi l'attività della stilista si è espansa in tutta l'America, in Europa ed in Asia, ed attualmente si contano boutique Anna Sui in oltre 50 nazioni[3]. Il New York Times arriva a nominarla nella lista delle maggiori icone della moda.

Nel 2007 ha lanciato una linea di abbigliamento per adolescenti chiamata Dolly Girl by Anna Sui e nel 2009 una per bambine chiamata Anna Sui Mini. Alla creazione di abbigliamento, la stilista ha anche affiancato la produzione di scarpe e di profumi. Nel 2008 è stata una della maggiori sostenitrici della campagna Save the Garment Center, per preservare il distretto della moda di Manhattan[4].

Un modello di Anna Sui indossato da Agyness Deyn.

Fra le clienti più famosi di Anna Sui si possono citare Paris Hilton, Patricia Arquette, Mischa Barton, Christina Ricci, Cher, Naomi Campbell, Sofia Coppola (per cui tra l'altro, ha disegnato i vestiti per il film Lost in Translation[5]), Lindsay Lohan, Hilary Duff, Marija Šarapova, Nicole Richie, Liv Tyler, Courtney Love, e James Iha. Ha inoltre disegnato i costumi presenti nell'anime giapponese Il conte di Monte Cristo, ed alcune linee di cellulari della Samsung.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Encyclopedia Britannica
  2. ^ Osmoz.it Sui Love da Anna Sui
  3. ^ a b ANNA SUI|Fashion Vue Magazine
  4. ^ Laurel Pinson, Save the Garment District? in The L Magazine, 24-12-2008. URL consultato il 29-12-2008.
  5. ^ (EN) Anna Sui in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 86242057 LCCN: n/2009/21303