Balmain

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Balmain
Logo
Stato Francia Francia
Fondazione 1946 a Parigi
Persone chiave Pierre Balmain (fondatore)
Settore Moda
Prodotti
Sito web www.balmain.com/

Balmain è una casa di moda fondata nel 1946 da Pierre Balmain.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel periodo immediatamente successivo alla seconda guerra mondiale, lo stilista francese Pierre Balmain era considerato uno dei più influenti nella moda dell'epoca, ed aveva realizzato abiti per celebrità come Ava Gardner e Brigitte Bardot.[1] Dopo la morte di Pierre Balmain nel 1982, la casa di moda passò nelle mani di Erik Mortensen, descritto da Vogue come il "braccio destro" di Pierre Balmain.[1] Oscar de la Renta prese le redini del marchio fra il 1993 ed il 2001.[1] Sotto la direzione di Pierre Balmain, di Mortensen, e di de la Renta, il marchio ottenne riconoscibilità per il suo stile classico e lussuoso[1] Fino a poche collezioni fa, la casa di moda è stata guidata dallo stilista Christophe Decarnin, che ha dato al marchio Balmain un taglio più moderno e spigoloso.[1] Oggi è direttore creativo il giovanissimo Olivier Rousteing, il cui stile si distingue per forme semplici ed aderenti e ricami e decorazioni vistose.

Il marchio Balmain viene citato nel brano musicale Where Do You Go To My Lovely di Peter Sarstedt, che nel testo del brano dice "Your clothes are all made by Balmain" (in italiano: I tuoi abiti sono tutti fatti da Balmain).

Fra le più celebri clienti Balmain si possono citare Angelina Jolie, Penelope Cruz, Alexandra Kerry, Tatiana Sorokko, Kate Moss e Kristin Davis, fra le altre.[2][3][4][5][6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e Yaeger, Lynn. "Balmain Nouveau." Vogue (Ottobre 2007), p254-56.
  2. ^ Lauren Sherman, Inside Hollywood's Closets, Forbes, 31 agosto 2007. URL consultato il 26 marzo 2011.
  3. ^ Priya Rao, Botanical Garden's Gall, The Wall Street Journal, 13 dicembre 2010. URL consultato il 26 marzo 2011.
  4. ^ Join Glenda Bailey & Tatiana Sorokko for Exclusive Couture Symposium, Harper's Bazaar, 20 ottobre 2010. URL consultato il 26 marzo 2011.
  5. ^ Best Dressed Of The Week – Jennifer Lopez In Zuhair Murad Couture & Kristin Davis In Vintage Balmain, Redcarpet-fashionawards.com, 10 maggio 2010. URL consultato il 26 marzo 2011.
  6. ^ Hilary Alexander, Oscars 2009: Stars disappoint in the fashion stakes, The Telegraph, 23 febbraio 2009. URL consultato il 26 marzo 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]