Isabella Ferrari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isabella Ferrari nel 2008

Isabella Ferrari, pseudonimo di Isabella Fogliazza (Ponte dell'Olio, 31 marzo 1964), è un'attrice cinematografica e attrice teatrale italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata in provincia di Piacenza, trascorre l'infanzia tra il borgo di famiglia e Gropparello. Ha una sorella di due anni più grande, Fausta, e un fratello minore, Alessandro. Nel 1974 con la famiglia si trasferisce a Piacenza.[1] A 15 anni vince il concorso Miss Teenager tra i giochi serali alla farnesiana di Piacenza, e in premio ottiene un contratto discografico con la WEA Italiana che le fa incidere un 45 giri. Ben presto però intraprenderà un'altra strada.

Cinema e televisione[modifica | modifica sorgente]

Nel 1980 esordisce in televisione con una piccola parte nel programma Sotto le stelle di Gianni Boncompagni. Durante la trasmissione viene notata dal regista Carlo Vanzina, e nel 1981 recita nel ruolo di Selvaggia in Sapore di mare, il suo primo film. All'età di 18 anni si stabilisce a Roma e intraprende definitivamente la carriera di attrice, alternando apparizioni cinematografiche a spettacoli teatrali. Nel 1988 viene scelta da Marco Tullio Giordana per Appuntamento a Liverpool, in cui interpreta una ragazza disperata pronta ad ammazzare l'hooligan che ha ucciso suo padre. Nel 1989 recita in Willy Signori e vengo da lontano; mentre nel 1994 è la volta di Cronaca di un amore violato di Giacomo Battiato.

Nel 1995, alla Mostra del Cinema di Venezia, vince la Coppa Volpi per la miglior attrice non protagonista per la sua interpretazione in Romanzo di un giovane povero di Ettore Scola con Alberto Sordi.

Nel 2000 e nel 2001 interpreta la parte del commissario Giovanna Scalise nelle prime due serie televisive di Distretto di polizia (Mediaset), dirette la prima da Renato De Maria (che diventerà suo marito) e la seconda da Antonello Grimaldi.

Nel 2005 è la protagonista dei film Amatemi di Renato De Maria e Arrivederci amore, ciao di Michele Soavi. Tra gli altri film italiani in cui ha recitato vi sono: Vite sospese di Marco Turco; La lingua del santo di Carlo Mazzacurati; Il seme della discordia di Pappi Corsicato; Saturno contro e Un giorno perfetto di Ferzan Özpetek; Caos calmo di Antonello Grimaldi (con Nanni Moretti); Due partite di Enzo Monteleone. Ha preso parte anche al film di Woody Allen To Rome with Love, con un piccolo cammeo.

Nel 2010 è nuovamente in televisione nella fiction di Canale 5 Nel bianco. Nel 2009 recita nel film TV Storia di Laura (Rai 1) di Andrea Porporati, che viene stato trasmesso nel 2011.

Nel periodo 2011-2012 è stata testimonial dello spot televisivo di Yamamay diretto da Paolo Sorrentino sulle note di Per un'ora d'amore dei Matia Bazar riarrangiata dai Subsonica.

Ha partecipato al Festival Internazionale del Film di Roma 2012 con E la chiamano estate, regia di Paolo Franchi vincendo il premio Marc'Aurelio d'Argento per la miglior attrice. Nel 2013 è diretta nuovamente da Paolo Sorrentino ne La grande bellezza.

Teatro[modifica | modifica sorgente]

In teatro ha avuto il primo successo nel 2006 con Due partite di Cristina Comencini. Ha poi portato in scena con Ennio Fantastichini Il catalogo di Jean-Claude Carrière, per la regia di Valerio Binasco e ha partecipato al recital di impegno civile Anestesia totale di e con Marco Travaglio, per la regia di Stefania De Santis.

Da gennaio 2013, insieme a Marco Travaglio, va in scena nei teatri italiani con lo spettacolo È stato la Mafia, incentrato sulle vicende della trattativa che coinvolse corleonesi e uomini dello Stato.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Nell'aprile 2002 si è sposata con il regista Renato De Maria. Ha tre figli: Teresa, Nina e Giovanni[1].

È ambasciatrice di Save the Children[2].

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Teatro[modifica | modifica sorgente]

  • È stato la Mafia (2013)
  • Anestesia totale (2011)
  • Il catalogo (2010)
  • Due partite (2006)
  • I tre alberghi (1999)
  • Ondine (1994)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

David di Donatello
Anno Titolo Categoria Risultato
2006 Arrivederci amore, ciao Migliore attrice non protagonista Nomination
2008 Caos calmo Migliore attrice non protagonista Nomination
Nastro d'argento
Anno Titolo Categoria Risultato
1990 Willy Signori e vengo da lontano Migliore attrice protagonista Nomination
2007 Arrivederci amore, ciao Migliore attrice non protagonista Nomination
2009 Un giorno perfetto Migliore attrice protagonista Nomination
Due partite Migliore attrice non protagonista Nomination
Globo d'oro
Anno Titolo Categoria Risultato
1995 Cronaca di un amore violato Miglior attrice Nomination
Ciak d'oro
Anno Titolo Categoria Risultato
2006 Arrivederci amore, ciao Miglior attrice non protagonista Nomination
Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia
Anno Titolo Categoria Risultato
1995 Romanzo di un giovane povero Coppa Volpi per la miglior attrice non protagonista Vinto
2008 Un giorno perfetto Premio Pasinetti alla miglior attrice Vinto
Festival Internazionale del Film di Roma
Anno Titolo Categoria Risultato
2012 E la chiamano estate Marc'Aurelio d'Argento per la miglior attrice Vinto

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Isabella Ferrari comingsoon.it
  2. ^ Isabella Ferrari e i suoi primi splendidi 50 anni in ANSA, 31 marzo 2014. URL consultato il 1 aprile 2014.

Controllo di autorità VIAF: 22053329 SBN: IT\ICCU\UBOV\547028