Heinrich Haussler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Heinrich Haussler
Heinrich Haussler RVV2009.jpg
Heinrich Haussler al Giro delle Fiandre 2009
Dati biografici
Nazionalità Australia Australia
Altezza 181[1] cm
Peso 74[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Squadra IAM Cycling IAM Cycling
Carriera
Squadre di club
2004 T-Mobile T-Mobile stagista
2005-2008 Gerolsteiner Gerolsteiner
2009-2010 Cervélo Cervélo
2011-2012 Garmin Garmin
2013- IAM Cycling IAM Cycling
Nazionale
2011- Australia Australia
Statistiche aggiornate al gennaio 2013

Heinrich Haussler (Inverell, 25 febbraio 1984) è un ciclista su strada australiano di origine tedesca che corre per il team IAM Cycling. È professionista dal 2005.

Negli anni ha messo gradualmente in mostra le sue caratteristiche di velocista; una buona tenuta sulle salite di media difficoltà gli permette inoltre di essere competitivo anche nelle grandi classiche[1]. È soprannominato Racing Kangaroo[2].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Di famiglia tedesca, Haussler è nato e cresciuto nel Nuovo Galles del Sud australiano. Si trasferì in Germania all'età di 14 anni, nel 1998, per inseguire il sogno di diventare ciclista professionista[2]. Dopo aver gareggiato per molti anni con licenza tedesca, nel luglio del 2010 ha optato per la nazionalità australiana[3][2].

Passò professionista nel 2005, appena ventunenne, con la formazione tedesca Gerolsteiner[4][1], e già al primo anno riuscì ad aggiudicarsi una tappa alla Vuelta a España. Nelle tre stagioni seguenti ottenne altre vittorie, tra cui quella in una frazione al Critérium du Dauphiné Libéré 2007; fece inoltre il suo debutto al Tour de France, nel 2007.

All'inizio del 2009, dopo la dismissione della Gerolsteiner, si accasò alla Cervélo TestTeam, formazione Professional Continental svizzera. Nella primavera di quell'anno ottenne importanti risultati: si classificò secondo alla Milano-Sanremo – battuto al fotofinish da Mark Cavendish – e al Giro delle Fiandre, e settimo alla Parigi-Roubaix. Considerati questi piazzamenti, il 12 aprile divenne numero uno della classifica mondiale dell'UCI, difendendo la posizione fino a fine maggio. In luglio si aggiudicò, dopo una lunga fuga, la tappa di Colmar al Tour de France[2], e nel settembre dello stesso anno rinnovò fino al 2012 il contratto che lo legava alla Cervélo[5].

Nel 2010 vinse una frazione al Tour de Suisse; dovette poi ritirarsi dalla corsa, causa caduta, e sottoporsi ad un intervento chirurgico al ginocchio, restando a lungo lontano dalle gare[2]. Al termine della stagione, complice la fusione della Cervélo con il team Garmin, venne messo sotto contratto dal nuovo Team Garmin-Cervélo. Nel 2011 ottenne tre successi, tutti in Asia – si aggiudicò infatti una tappa al Tour of Beijing, gara del calendario World Tour, e due tappe al Tour of Qatar. L'anno dopo, sempre tra le file della Garmin, non colse invece alcuna vittoria, pur classificandosi secondo in ben quattro tappe del Tour of California, battuto in tutte e quattro le occasioni da Peter Sagan[6].

Dal 2013 gareggia per il team Professional Continental svizzero IAM Cycling.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

  • 2009 (Cervélo TestTeam, sei vittorie)
1ª tappa Volta ao Algarve (Albufeira > Olhão)
5ª tappa Volta ao Algarve (Vila do Bispo > Portimão)
2ª tappa Parigi-Nizza (Saint-Brisson-sur-Loire > La Chapelle-Saint-Ursin)
Grand-Prix Triberg-Schwarzwald
13ª tappa Tour de France (Vittel > Colmar)
5ª tappa Tour du Poitou-Charentes et de la Vienne (La Crèche > Poitiers)
  • 2010 (Cervélo TestTeam, una vittoria)
2ª tappa Tour de Suisse (Ascona > Sierre)
  • 2011 (Team Garmin-Cervélo, tre vittorie)
2ª tappa Tour of Qatar (Camel Race Track > Doha Golf Club)
3ª tappa Tour of Qatar (Al Wakrah > Mesaieed)
2ª tappa Tour of Beijing (Stadio nazionale di Pechino > Mentougou)
  • 2013 (IAM Cycling, una vittoria)
5ª tappa Bayern Rundfahrt (Kelheim > Nürnberg)

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

  • 2006 (Gerolsteiner)
Classifica punti Vuelta a Murcia
  • 2009 (Cervélo TestTeam)
Classifica giovani Tour of Qatar
Classifica punti Tour of Qatar
Classifica punti Volta ao Algarve
Neus (Criterium)
Wolwerten (Criterium)
Nacht von Hannover (Criterium)
  • 2010 (Cervélo TestTeam)
Classifica punti Tour of Qatar
  • 2011 (Team Garmin-Cervélo)
Classifica punti Tour of Qatar
Classifica punti Paris-Nice
Noosa International Criterium

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

2007: 129º
2008: 126º
2009: 97º
2005: 53º
2006: 92º
2008: ritirato (19ª tappa)
2011: 103º

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

2006: 35º
2007: ritirato
2008: 131º
2009: 2º
2011: 18º
2012: 68º
2013: 13º
2014: 68º
2005: 89º
2006: ritirato
2007: 107º
2008: 91º
2009: 2º
2011: 61º
2012: 30º
2013: 6º
2005: 25º
2006: 73º
2007: ritirato
2008: 58º
2009: 7º
2011: ritirato
2012: 32º
2013: 11º
2014: 91º

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Hamilton 2003 - In linea Under-23: 88º
Verona 2004 - In linea Under-23: 58º
Copenaghen 2011 - In linea Elite: 42º
Limburgo 2012 - In linea Elite: 73º

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Heinrich Haussler – Team Garmin-Barracuda, www.slipstreamsports.com. URL consultato il 29 gennaio 2012.
  2. ^ a b c d e (EN) Heinrich Haussler to ride for Australia in www.inverelltimes.com.au, 23 settembre 2011. URL consultato il 29 gennaio 2011.
  3. ^ Simon Mari, Cervélo, Haussler sceglie l'Australia in www.spaziociclismo.it, 7 luglio 2010. URL consultato l'8 luglio 2010.
  4. ^ La Gerolsteiner ferma a 26 corridori in www.tuttobiciweb.it, 20 ottobre 2004. URL consultato il 4 agosto 2010.
  5. ^ Haussler resterà fino al 2012 con la Cervelo in www.tuttobiciweb.it, 2 settembre 2009. URL consultato il 4 agosto 2010.
  6. ^ (EN) Peter Sagan wins Tour stage in espn.go.com, 16 maggio 2012. URL consultato il 27 gennaio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]