Halloween - The Beginning

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Halloween - The Beginning
HalloweenBegginingTitolo.png
Una scena del film
Titolo originale Halloween
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2007
Durata 105 min
121 min (Unrated Version)
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.35 : 1 / 1.85 : 1
Genere orrore, drammatico
Regia Rob Zombie
Soggetto Rob Zombie, John Carpenter, Debra Hill
Sceneggiatura Rob Zombie, John Carpenter, Debra Hill
Produttore Rob Zombie, Malek Akkad, Andy Gould
Produttore esecutivo Bob Weinstein, Harvey Weinstein, Andrew G. La Marca
Casa di produzione Dimension Films, Nightfall Productions
Distribuzione (Italia) MGM
Fotografia Phil Parmet
Montaggio Glenn Garland
Effetti speciali Mark Byers, Wayne Toth
Musiche Tyler Bates
Tema musicale Halloween 2007 (Tyler Bates)
Scenografia Anthony Tremblay
Costumi Mary E. McLeod
Trucco Douglas Noe
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Questo è un nuovo Halloween. Chiamatelo remake, aggiornamento, rivisitazione o come vi pare, ma una cosa sicura è che è un nuovo inizio completamente avulso dalla serie. Questo è quello che mi ha interessato del progetto[1] »
(Rob Zombie)

Halloween - The Beginning è un film del 2007, diretto da Rob Zombie, newquel del celebre Halloween - La notte delle streghe di John Carpenter, con Malcolm McDowell, Sheri Moon Zombie, Tyler Mane, Brad Dourif e Scout Taylor-Compton nel ruolo di Laurie Strode, interpretata nell'originale da Jamie Lee Curtis.

La pellicola è uscita negli Stati Uniti il 31 agosto 2007,[2] nonostante Zombie si sia opposto alla scelta.[2] In Italia è uscita il 4 gennaio 2008.[3] Il film è un mix tra prequel e remake, ma lo scopo principale di Zombie è quello di rendere Michael Myers un personaggio nuovamente temibile.[1]

Zombie ha infatti detto che ha evitato di girare una nuova saga di Halloween, ma ha cercato di prendere gli elementi migliori degli otto capitoli e unirli creando una cronologia molto importante per il nuovo Michael Myers.[1] John Carpenter stesso, regista dell'originale, ha asserito, a proposito del film: "Vai Rob, fai il tuo film!".[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il piccolo Michael Myers viviseziona il suo topo e inizia a girovagare per casa con la sua maschera da clown che indosserà quella sera per la festa di Halloween. Quello stesso giorno Deborah, la madre di Michael, viene chiamata dalla scuola del bambino dato che questi ha ingaggiato una rissa contro alcuni bulli e inveito contro il preside. Inoltre la donna viene informata del fatto che Michael è stato sorpreso con un gatto morto nello zaino e diverse fotografie Polaroid di animali seviziati.

Al colloquio è presente anche il dottor Sam Loomis, uno psicologo per bambini, che informa Deborah che Michael mostra tutti i sintomi che portano alla psicopatia e occorre sottoporlo ad accertamenti e probabilmente a sedute psichiatriche. Michael, tornando da scuola, prima bastona a morte uno dei bulli che lo avevano prima preso in giro e poi torna a casa e uccide brutalmente prima il fidanzato della madre, violento e alcolizzato, poi la sorella Judith e il suo ragazzo.

Deborah torna a casa dal lavoro e trova Michael sorridente, imbrattato di sangue, seduto sul vialetto di casa, con la sorella neonata tra le braccia, unica risparmiata. Il bambino viene accusato di omicidio e rinchiuso allo Smith's Grove, una casa di cura dove viene seguito dal dottor Loomis. Per i primi undici mesi, Michael collabora ma non ricorda di aver ucciso alcuno. Deborah lo visita regolarmente e Michael indossa sempre le maschere che costruisce.

Col tempo, il ragazzo conquista l'affetto di Ismael Cruz, un ex-carcerato che lavora come inserviente e che gli insegna ad alleviare la reclusione estraniandosi da ciò che lo circonda e scavalcando le mura con la mente, la quale non può essere rinchiusa. Michael segue forse quel consiglio e si rinchiude in sé stesso senza più parlare. Qualche giorno dopo, sgozza una infermiera con una forchetta perché questa, guardando una fotografia che Deborah gli aveva portato, gli dice "Com'eri bello" facendo dunque credere a Michael che ora tutti lo vedono come un mostro. Sua madre Deborah, vedendo le crudeli gesta del figlio, va a casa e si spara in testa mentre guarda alcuni filmati di Michael piccolo.

Per i quindici anni successivi, Michael continua a fare maschere e non parlare con nessuno; diventa un uomo robusto con una forza fisica straordinaria che deve essere tenuta sotto controllo; solo Ismael Cruz, con il quale Michael condivide una strana amicizia, è capace di trascorrere una giornata intera con Michael senza suscitare la sua ira. Il dottor Loomis, incapace di aiutare Michael, decide di abbandonare il caso e ne fa un libro di successo.

Quindici anni dopo il massacro della sua famiglia, Michael deve essere trasferito in una struttura più sicura. Si libera però dalle catene e uccide a mani nude le guardie incaricate del trasferimento. Mentre cerca di evadere, incontra casualmente Cruz, che cerca invano di riportarlo alla sua stanza ma viene quasi affogato e poi ucciso con un televisore. Michael torna allora ad Haddonfield, uccidendo un camionista per rubare i suoi vestiti e mette piede nuovamente nella sua casa, dove ritrova il famigerato coltello da macellaio e una maschera da Halloween che indossava il ragazzo della sorella, nascosti la notte dell'omicidio.

La storia passa alla giovane Laurie Strode e le sue amiche Annie Brackett e Lynda Van Der Klok. Lungo la giornata di Halloween, Laurie nota che Michael la sta spiando. Quella notte, lei farà da babysitter a Tommy Doyle, un bambino quasi ossessionato dalla figura dell'uomo nero. Nel frattempo, Lynda si incontra con il suo ragazzo Bob alla vecchia casa dei Myers, dove - dopo aver bevuto birra - copulano. Bob - poco dopo - va a cercare altra birra nel suo furgone e viene ucciso da Michael, che ruba il costume da Halloween che indossava e si reca così vestito a uccidere anche Lynda, strozzandola. Quindi si reca a casa di Laurie dove uccide suo padre e sua madre.

Il dott. Loomis viene avvertito della fuga di Michael e si reca ad Haddonfield per trovarlo; i suoi sospetti vengono confermati quando, visitando il cimitero dove la famiglia dell'uomo è stata sepolta, egli rinviene le lapidi distrutte e una di esse estratta e rimpiazzata con un coyote crocifisso. Loomis compra una revolver .357 Magnum e convince il padre di Annie, lo sceriffo locale, che Michael è tornato a casa e che le vite dei cittadini sono gravemente in pericolo. Nonostante qualche titubanza, lo sceriffo Brackett accetta la situazione e chiama a casa di Laurie, dove nessuno risponde. Lo sceriffo e Loomis si dirigono lì, mentre Brackett spiega allo psicologo che Laurie è la sorella minore di Michael.

Egli era l'agente di servizio la sera in cui Deborah Myers si suicidò e, non volendo che la piccola crescesse con la consapevolezza di essere imparentata con Michael, fece finta che fosse scomparsa, lasciandola in un ospedale nei dintorni; scoprì in seguito che era stata adottata dal suo amico Mason Strode e dalla moglie. Mentre Laurie sta facendo da babysitter a Tommy riceve una telefonata da Annie, che invece fa da babysitter a Lindsay Wallace che abita dall'altra parte della strada. Annie chiede a Laurie di badare a Lindsay per poter andare all'appuntamento con Paul.

Laurie accetta ed Annie e Paul ritornano a casa; dopo che i due finiscono di copulare, Paul viene ucciso da Michael ed Annie viene ferita gravemente ma riesce a sopravvivere. Laurie, allarmata dalle urla di Annie, corre a casa dei Wallace e trova Annie ricoperta di sangue. Laurie chiama il 911 poco prima di essere attaccata da Michael, che la pedina sino a casa Doyle. Lo sceriffo Brackett capisce che la chiamata è stata fatta dalla casa dei Wallace, dove Annie sta guardando i bambini, e si precipita lì. Laurie si nasconde con Tommy e Lindsay in bagno sino all'arrivo della polizia; non appena Laurie va ad aprire la porta compare Michael, che uccide l'agente e rapisce Laurie. Tommy e Lindsay corrono fuori dalla casa.

Loomis e Brackett arrivano a casa Wallace e, mentre lo sceriffo chiama un'ambulanza per sua figlia, Loomis prende i bambini e li mette al sicuro. A casa Myers, Laurie si sveglia in cantina, accanto al corpo nudo di Lynda ed una lapide proveniente dal cimitero dei Myers. Michael le si avvicina lasciando cadere il coltello, e le porge una foto che li ritrae da bambini; si inginocchia e si toglie la maschera. Incapace di capire il fratello, Laurie raccoglie il coltello e lo ferisce prima di scappare dalla dimora; Michael la insegue, ma viene fermato con tre colpi di pistola sparati da Loomis. Quest'ultimo, insieme alla ragazza, sta per andare via, ma Michael si alza e attacca Laurie; Loomis attira la sua attenzione assumendosi la responsabilità di averlo abbandonato.

Michael attacca quindi lo psicologo e gli rompe il cranio. Laurie ruba l'arma di Loomis ed entra nella casa; viene inseguita da Michael, che le si butta addosso e cadono entrambi da una finestra del primo piano. Laurie si sveglia tra le braccia di Michael, con le sirene della polizia che lentamente si vanno avvicinando. Urlando, Laurie punta la pistola sulla faccia di Michael; cerca di sparargli ripetutamente, ma a vuoto. Improvvisamente Michael si aggrappa al polso di Laurie. La ragazza preme il grilletto per un'ultima volta, riuscendo a colpire il volto dell'uomo; il volto di Laurie viene schizzato di sangue; la sua faccia e le sue urla vengono sovrapposte ad alcuni fotogrammi di Laurie che piange nei vecchi filmati, insieme al fratello Michael.

Finale alternativo[modifica | modifica wikitesto]

Zombie ha girato anche un finale alternativo del film, presente nei contenuti speciali del DVD. In questo finale alternativo, Michael risparmia Loomis e non viene ucciso da Laurie, come accade nel finale effettivo, bensì, dai poliziotti di Haddonfield, che arrivati alla vecchia casa dei Myers, dopo numerosi avvertimenti, scaricano i loro caricatori addosso all'assassino, come succedeva in Halloween IV.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il regista Rob Zombie presenta il film al Comic Con 2006

Il 4 giugno 2006, la Dimension Films annunciò che Rob Zombie, regista di La casa dei 1000 corpi e La casa del diavolo, avrebbe diretto il capitolo successivo della saga di Halloween.[4] Zombie avrebbe scritto, diretto, prodotto e figurato come supervisore al sonoro.[4] Bob Weinstein aveva solo proposto a Zombie di fare il film e il regista, che era un grande fan dell'Halloween e di John Carpenter fu entusiasta di dirigere un nuovo capitolo per la Dimension.[4] Prima che la Dimension rendesse pubbliche le notizie, Zombie si sentiva obbligato ad informare John Carpenter dei piani che aveva per questo remake.[5]

La risposta di Carpenter fu: "Vai Rob, fai il tuo film!".[1][6] Durante un'intervista risalente al 16 giugno 2006, Zombie annunciò che il suo film avrebbe combinato gli elementi dei prequel e dei remake con il concetto originale. Zombie ha insistito sul fatto che in questa nuova pellicola vi è un nuovo concetto del tutto avulso dal resto della serie, e non «un puro riciclo di vecchi materiali».[1][7]

La sua intenzione era quella di reinventare Michael Myers, perché, a parer suo, il personaggio, insieme a Freddy Krueger, Jason Voorhees e Pinhead, è diventato ormai noto al pubblico, e di conseguenza, meno temuto.[8] L'idea dietro la nuova pellicola è di focalizzare più a fondo sul passato di Myers. «Se un personaggio ha un nuovo passato, ha anche un nuovo presente e dunque un nuovo futuro: una 'nuova vita'» - dice Zombie.[7] «Tutto ha una spiegazione: anche la maschera di Michael, che non è solo il risultato di un furto ad un negozio di generi alimentari, come accadeva in "Halloween, la notte delle streghe"».[9]

Zombie ha spiegato che voleva che Michael fosse più simile ad uno psicopatico reale e voleva che la maschera fosse un modo per Michael di nascondersi. Voleva che il Michael giovane avesse più carisma, che fosse poi proiettato nel Michael adulto. Zombie ha inoltre deciso di rendere il ritorno ad Haddonfield più ambiguo: «Sta provando a uccidere Laurie o sta solo cercando la ragazza perché l'ama?».[5] Inoltre, Michael non sarebbe stato in grado di guidare nella nuova pellicola, come invece faceva la sua controparte del 1978, che rubava l'auto di Loomis per tornare ad Haddonfield.[9] Zombie voleva anche il personaggio del dottor Loomis fosse più correlato con quello di Michael Myers, al contrario di quanto accadeva nell'originale, cosicché potesse anche dire qualcosa di drammatico.[8]

Il 22 dicembre 2006, Malcolm McDowell venne chiamato per interpretare lo psicologo.[10] McDowell disse che voleva infondere un ego molto profondo in Loomis, che addirittura sta scrivendo un nuovo libro su quello che è successo con Michael.[9] Nonostante Zombie abbia aggiunto molti più particolari al personaggio di Myers, creando quindi una storia più profonda, ha scelto di mantenere la maschera del personaggio (ormai un marchio di fabbrica) e la colonna sonora di Carpenter (nonostante in un'intervista fosse stato compreso il contrario).[7] Le riprese sono ufficialmente iniziate il 29 gennaio 2007.[11]

Poco prima dell'inizio delle riprese, Zombie disse di aver visto la maschera che il personaggio avrebbe dovuto indossare. Zombie ha dunque aggiunto: «È perfetta, proprio come l'originale. Michael non era così perfetto dal 1978».[12] Le riprese sono state effettuate nello stesso quartiere che Carpenter ha usato per la pellicola originale.[9] La produzione ha terminato i lavori il 22 marzo 2007.[11] Il film è costato circa 20 milioni di dollari. Il film doveva essere distribuito nelle sale USA il weekend di Halloween ma per evitare un testa a testa con Saw IV si anticipò l'uscita all'agosto 2007[13].

William Forsythe si ruppe la gamba prima di iniziare le riprese, motivo per cui nel film lo si vede ingessato[13]. La morte di Danny Trejo fu inizialmente tagliata dalla produzione ma il regista s'impuntò, facendo notare come la sequenza mostrasse quanto Myers fosse brutale e senza compassione. Rob Zombie la ebbe vinta[13]. Il body count del film è di sedici vittime. La felpa indossata da Laurie Strode è un capo d'abbigliamento della linea Total Skull, di proprietà di Sheri Moon Zombie, attrice e moglie del regista. La Dimension aveva intenzione di creare una sorta di "Halloween vs Hellraiser", così come c'era stato Freddy vs Jason nel 2003.

Fu fatto un sondaggio pubblico sul sito ufficiale e i votanti rigettarono la proposta che quindi fu scartata dalla casa di produzione[13]. Prima di accettare la "visione" di Rob Zombie, la Dimension stava per approvare un prequel che si sarebbe intitolato "Halloween: the Missing Years", che trattava principalmente degli anni passati in manicomio da Michael[13]. La produzione del film fu ritardata a causa della morte di Moustapha Akkad, il produttore degli 8 film precedenti. Akkad è morto in un attentato terroristico in Giordania nel 2005. In oltre, in questo film i fatti vengono spostati dal 1978 ai primi anni 90', mentre l'infanzia di Michael, dal 1963 agli ultimi anni 70'.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Tyler Mane interpreta Michael Myers
  • Scout Taylor-Compton nel ruolo di Laurie Strode: Laurie è un'adolescente responsabile, che cerca di evitare i guai.[11] Le sue amiche cercano sempre di starle vicino e di farla uscire di casa.[14]
  • Malcolm McDowell nel ruolo del Dott. Samuel Loomis: il dottor Loomis è il medico che ha curato Michael per diciassette anni. Ha provato a tenere Michael rinchiuso. Sembra essere più cupo della controparte originale, interpretata da Donald Pleasence.
  • Brad Dourif nel ruolo dello Sceriffo Lee Brackett: il padre di Annie Brackett e lo sceriffo locale di Haddonfield.
  • Danielle Harris nel ruolo di Annie Brackett: una delle migliori amiche di Laurie, figlia dello sceriffo locale di Haddonfield, Brackett. L'attrice ha inoltre interpretato il ruolo della piccola Jamie Lloyd in Halloween 4 e in Halloween 5.
  • Tyler Mane nel ruolo di Michael Myers: Michael esce dall'ospedale psichiatrico per trovare la sua sorella minore. Da adulto, Michael è forte e veloce. Si traveste con una vecchia maschera che indossava durante l'infanzia. Uccide tutti quelli che si trovano sulla sua strada.
  • Sheri Moon Zombie nel ruolo di Deborah Myers: la madre di Judith, Michael e Laurie. Si suicida sparandosi mentre Michael è in manicomio.
  • Daeg Faerch nel ruolo di Michael Myers a 10 anni: Michael è "molto instabile, mentalmente" e gode nel torturare e uccidere animali. Odia tutti i membri della sua famiglia, eccetto sua sorella minore, che chiama Boo, e sua madre.[11]
  • Hanna R. Hall nel ruolo di Judith Myers: Judith è la sorella maggiore di Michael. Viene uccisa dal fratello tramite diciassette coltellate.[11] Gioca un ruolo molto importante nella vita di Michael.[15]
  • William Forsythe nel ruolo di Ronnie White: Ronnie è il compagno di Deborah Myers. Viene ucciso da Michael, che lo lega ad una sedia mentre dorme e gli taglia la gola.
  • Skyler Gisondo nel ruolo di Tommy Doyle: Tommy è il bambino per cui Laurie fa' da babysitter. È spaventato dai mostri.[11]
  • Sid Haig nel ruolo di Chester Chesterfield: Chester è il guardiano del cimitero di Haddonfield.
  • Udo Kier nel ruolo di Morgan Walker: Morgan è il capo delle attività del manicomio dove viene mandato Michael. È il principale responsabile della fuga di Michael.[11]
  • Kristina Klebe nel ruolo di Linda Van Der Klok: è la migliore amica di Laurie. È tuttavia una cheerleader opportunista.[11]
  • Jenny Gregg Stewart nel ruolo di Lindsey Wallace: Lindsey è la bambina per cui Annie fa' da babysitter.
  • Nick Mennell nel ruolo di Bob Simms: il fidanzato di Lynda.
  • Max Van Ville nel ruolo di Paul: il fidanzato di Annie.
  • Dee Wallace-Stone nel ruolo di Cynthia Strode: Cynthia è la madre adottiva di Laurie.
  • Pat Skipper nel ruolo di Mason Strode: Mason è il padre adottivo di Laurie. Per Laurie, egli è la figura del vero padre, che mira unicamente alla salvezza della figlia.[11]
  • Clint Howard nel ruolo del Dott. Koplenson: il dottore di Michael.
  • Ken Foree nel ruolo di Big Joe Grizzley: un camionista che Michael uccide dopo la sua fuga. Zombie l'ha fortemente voluto dato che ammira il suo lavoro più noto, Zombi di George A. Romero.[11]
  • Danny Trejo nel ruolo di Ismael Cruz: è una guardia di sicurezza allo Smith's Grove.
  • Lew Temple nel ruolo di Noel Kluggs: è una guardia di sicurezza allo Smith's Grove.
  • Daryl Sabara nel ruolo di Wesley Rhoades: il bullo che picchia il piccolo Myers dicendo che sua madre è una spogliarellista al Rabbit in Red. Viene ucciso da Michael con un tronco di albero mentre questi torna a casa attraverso un boschetto.
  • Adam Weisman nel ruolo di Steven "Steve" Haley: il fidanzato di Judith, ucciso da Michael con una mazza da baseball in alluminio.
  • Micky Dolenz nel ruolo di Derek Allan: il proprietario dell'armeria dove Loomis compra la revolver .357 Magnum.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Le critiche al film sono state molto poche e il 2 settembre 2007 su Rotten Tomatoes il 22% dei critici ha votato positivamente sul film.[16] Su Metacritic, il film ha una media di 47 punti su 100, basandosi su 18 critiche, tutte positive.[17] Bill Gibron di PopMatters ha dato al film un voto di 9 su 10 e lo ha definito "brillante" e "un esempio di arguzia e genio tattico".[18] James Berardinelli di ReelViews ha dato al film 2 stelle su 4, dicendo che «[...] nonostante non dica molto, questo è il miglior lavoro del Rob Zombie regista».[19] Il film è uscito il 31 agosto e ha guadagnato circa 10.950.000$ nel primo giorno di programmazione[20]: le stime dunque prevedono che questo nuovo capitolo guadagni 26.503.000 dollari nel suo week-end d'apertura.[21] Ad oggi, questo capitolo è il quarto più grosso incasso di tutta la serie.[22] Il 2 settembre 2007, il film detiene il record per aver avuto il più grosso incasso durante il fine settimana del Labor Day.[21]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora ufficiale è stata composta da Rob Zombie, che ha mostrato la tracklist in anteprima sul suo MySpace. La colonna sonora è uscita negli Stati Uniti il 21 agosto 2007. Zombie ha detto che ci sarà una colonna sonora con pezzi non originali ed una con pezzi originali, composti da Tyler Bates. Al momento contiene 12 tracce musicali e 12 dialoghi estratti dalla pellicola. L'album è stato distribuito su etichetta UMG.

  1. These are the Eyes *
  2. Halloween Theme 2007 (Tyler Bates - basata sulla colonna sonora originale di John Carpenter)
  3. Is the Boogieman Real? *
  4. (Don't Fear) The Reaper (Blue Öyster Cult)
  5. Are You Saying Michael Did This? *
  6. Love Hurts (Nazareth)
  7. I Hope She Likes Cripples *
  8. Baby, I Love Your Way (Peter Frampton)
  9. A Taco Deluxe Supreme *
  10. Tom Sawyer (Rush)
  11. Driven by Pure Animal Instinct *
  12. Let It Ride (Bachman Turner Overdrive)
  13. Trick or Treat, Baby *
  14. God of Thunder (Kiss)
  15. Satan's Mother *
  16. 1969 (Iggy Pop)
  17. Talking About the Anti-Christ *
  18. Only Women Bleed (Alice Cooper)
  19. Needs to Get Laid *
  20. Halloween II (The Misfits)
  21. Was that the Boogieman? *
  22. The Shape Stalks Laurie (Tyler Bates - basata sulla colonna sonora originale di John Carpenter)
  23. The Scream *
  24. Mr. Sandman (Nan Vernon)

* : dialogo

Collegamenti ad altre pellicole[modifica | modifica wikitesto]

Slogan promozionali[modifica | modifica wikitesto]

  • «Inside everyone of us there exists a dark side. Most people raise above it, but some are consumed by it...until there's nothing left!»
    «Dentro ognuno di noi c'è un lato oscuro. La maggior parte della gente lo sopisce, ma alcuni vengono da questo divorati...sino a quando non c'è più niente da fare!».

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Halloween II (film 2009).

Halloween II è il sequel diretto e sceneggiato da Rob Zombie, uscito nelle sale cinematografiche statunitensi il 28 agosto 2009.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f HALLOWEEN di Rob Zombie… con la benedizione di Carpenter. URL consultato il 6 gennaio 2008.
  2. ^ a b Halloween di Rob Zombie in anticipo?. URL consultato il 6 gennaio 2008.
  3. ^ Date di uscita for Halloween (2007). URL consultato il 6 gennaio 2008.
  4. ^ a b c Rob Zombie to write and direct "Halloween 9". URL consultato il 6 gennaio 2008.
  5. ^ a b Halloween: On Set With Director Rob Zombie!. URL consultato il 6 gennaio 2008.
  6. ^ Rob Zombie to Re-Make "Halloween". URL consultato il 6 gennaio 2008.
  7. ^ a b c Interview with Rob. URL consultato il 6 gennaio 2008.
  8. ^ a b Evil Reborn: Zombie resurrects a horror classic. URL consultato il 9 gennaio 2008.
  9. ^ a b c d Zombie Kills 'Halloween' Theme Song, Revokes Myers' Driver's License. URL consultato il 9 gennaio 2008.
  10. ^ Rob Zombie's My Space. URL consultato il 9 gennaio 2008.
  11. ^ a b c d e f g h i j Official "Halloween" Casting Breakdown, Synopsis. URL consultato il 9 gennaio 2008.
  12. ^ The Big Question Answered "Halloween". URL consultato il 9 gennaio 2008.
  13. ^ a b c d e Imdb
  14. ^ Halloween: On Set with Scout Taylor-Compton (Laurie Strode). URL consultato il 9 gennaio 2008.
  15. ^ Halloween: On Set With Hanna Hall (Judith Myers). URL consultato il 9 gennaio 2008.
  16. ^ Rotten Tomatoes: Halloween (2007). URL consultato il 9 gennaio 2008.
  17. ^ Metacritic: Halloween (2007). URL consultato il 9 gennaio 2008.
  18. ^ Short Cuts - In Theatres: Halloween (2007). URL consultato il 9 gennaio 2008.
  19. ^ Reelviews: Halloween (2007). URL consultato il 9 gennaio 2008.
  20. ^ The Top Movies of Friday, 31 August, 2007. URL consultato il 9 gennaio 2008.
  21. ^ a b "Halloween" slashes holiday box office record. URL consultato il 9 gennaio 2008.
  22. ^ Box Office History for Halloween Movies. URL consultato il 9 gennaio 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema