Freddy Krueger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Freddy Krueger
Freddy in Nightmare 4 - Il non risveglio
Freddy in Nightmare 4 - Il non risveglio
Universo Nightmare
Saga Nightmare
Epiteto
  • lo Squartatore di Springwood (da vivo)
  • l' Uomo dalle unghie d'acciaio
  • l' Uomo Nero
  • il Demone dei sogni
Autore Wes Craven
1ª app. in Nightmare - Dal profondo della notte
Ultima app. in Nightmare
Interpretato da
Voce italiana
Specie Caucasica/demone
Sesso maschile
Data di nascita 22 maggio 1933
Professione Pedofilo e assassino
Abilità
  • Creazione e uso dei guanti assassini
  • Maestro nel combattimento
  • Telepatia
  • Immortalità
  • Controllo totale sul mondo dei sogni, da cui:
  • Invulnerabilità (solo nei sogni)
  • Mutaforma (solo nei sogni)
  • Telecinesi (solo nei sogni)
  • Teletrasporto (solo nei sogni)
  • Onnipotenza (solo nei sogni)
  • può impadronirsi dei corpi altrui (solo nei sogni) (dimostrato solo nei film: Nightmare 2 - La rivincita e Freddy vs. Jason)
  • Onnipresenza (solo nei sogni)
Affiliazione Famiglia Krueger
Parenti
  • Amanda Krueger (madre, deceduta)
  • Mr. Underwood (padre adottivo, deceduto)
  • Loretta Krueger (moglie, deceduta)
  • Maggie Burroughs/Katherine Krueger (figlia)
  • Christina Young (figlia; appare in un episodio della serie TV)
(EN)
« One, Two, Freddy's coming for you,

Three, Four, Better lock your door,

Five, Six, Grab your crucifix,

Seven, Eight, Gonna stay up late,

Nine, Ten, Never sleep again! »

(IT)
« Uno, due, tre Freddy viene per te,

quattro, cinque, sei al sicuro non sei,

sette, otto il crocifisso tieni stretto,

otto, nove se t'addormenti vai non sai dove,

nove, dieci, apri gli occhi e accendi le luci. »

(La filastrocca infantile che si sente spesso negli incubi di Freddy)

Freddy Krueger è un personaggio cinematografico immaginario, assoluto protagonista della saga di film horror Nightmare. In vita era un assassino seriale, specializzato soprattutto nell'infanticidio, ucciso per vendetta dai suoi stessi concittadini e che ha ottenuto, dopo la morte, il potere di viaggiare nei sogni, e che sfrutta per tormentare il sonno dei figli dei responsabili della sua morte.

Viene interpretato da Robert Englund in tutte le pellicole della saga originale, ed è così noto che l'attore è di solito associato al personaggio (come è mostrato in Nightmare - Nuovo incubo). Nel remake del 2010, il personaggio è interpretato da Jackie Earle Haley. Freddy Krueger compare al 39º posto nella lista AFI's 100 Years... 100 Heroes and Villains, stilata dalla American Film Institute nel 2003.

Dati fisici[modifica | modifica sorgente]

Altezza: 1,75 cm nella serie originale e 1,80 cm nella nuova serie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Freddy (il cui vero nome è Frederick Charles Krueger), è figlio di Amanda Krueger, chiamata Suor Mary Helena, una monaca che restò accidentalmente chiusa durante le vacanze natalizie nel manicomio Westin Hills e venne stuprata dai numerosi reclusi della clinica: la donna sopravvisse, ma rimase incinta e Freddy nacque da una di queste violenze carnali nel maggio del 1933. Amanda preferì non abortire, poiché considerava quella vita che cresceva dentro di lei un dono di Dio. Alla nascita il bambino fu affidato da sua madre ad un uomo che si rivela essere in seguito un pazzo alcolizzato, che rese la sua infanzia un inferno, picchiandolo ripetutamente. Oltre a ciò, Freddy venne tormentato da bambino dai suoi compagni di classe per le modalità della sua nascita.

Il piccolo Freddy, a causa delle percosse e dei vari maltrattamenti subiti dal padre adottivo e dai compagni di classe, comincia a dare segni di squilibrio mentale, torturando ed uccidendo vari animaletti, come criceti e scarafaggi, oltre a cimentarsi in atti di masochismo (ferendosi ripetutamente, in modo da abituare il suo corpo a sopportare il dolore fisico). A 19 anni, stanco delle continue umiliazioni, assassina il padre adottivo (che aveva anche cercato più volte di abusare di lui) con un rasoio, dando definitivamente inizio al suo regno di terrore a Springwood, la sua città natale. Raggiunta l'età adulta, Freddy inizia a lavorare in una fornace; qui impara a costruire svariate armi di tortura e inizia a meditare la sua vendetta nei confronti della città. Tormentato dai ricordi della sua infanzia infelice, Fred comincia a rapire i bambini, figli dei suoi ex compagni di scuola, che poi sevizia e uccide nella fornace, nonostante egli stesso abbia una figlia, Katherine, avuta dalla moglie Loretta. Il maniaco, per compiere le sue nefandezze, adopera un furgoncino di gelati. In casa Freddy possiede un inventario di armi impressionante: oltre al suo tipico guanto con i rasoi (che indossa per ammazzare i bambini) ne ha alcuni con viti, uncini ed altri macchinari. Tutto va avanti fino a quando Loretta, curiosa di sapere cosa nasconde il marito, scende nella cantina e nota i suoi attrezzi del mestiere e l’album con le foto dei bambini uccisi da lui, scoprendo la terribile doppia vita dell’uomo che ha sposato. Lui, accecato dall’ira la strangola a morte davanti agli occhi piangenti della piccola Katherine, obbligando poi la figlia a non raccontare a nessuno quello che ha visto.

Nel 1974 Freddy, ora conosciuto come lo "Squartatore di Springwood", viene arrestato e processato per l'omicidio di più di 20 bambini, mentre Katherine è affidata ad un orfanotrofio ed il suo nome viene cambiato in Maggie, per far sì che non conosca la vera identità del padre. Tuttavia, per un errore di procedura, il giudice non firma la condanna, così Freddy viene rilasciato in poco tempo. Amanda Krueger, diventata pazza dopo il processo, si suicida ma il suo corpo non viene più trovato. Freddy ritorna così nella sua fornace per continuare la sua opera di sterminio ma i genitori delle sue piccole vittime, delusi e infuriati per la sentenza, decidono di irrompere nel suo nascondiglio e farsi giustizia da soli, cospargendolo di benzina e bruciandolo vivo (nel primo episodio della serie televisiva questi eventi sono descritti in maniera abbastanza dettagliata, e si scopre che a uccidere Freddy non furono i genitori delle sue vittime - nonostante fossero giunti sul posto per giustiziarlo - bensì l'agente Tim Blocker, il poliziotto che lo arrestò e che, ritenendosi in parte responsabile del suo rilascio, lo uccise convinto di rimediare al danno compiuto).

Nei suoi ultimi istanti di vita, tuttavia, Freddy non da alcun segno di spavento, anzi ride in faccia ai suoi giustizieri, promettendo loro che sarebbe tornato. Prima di morire, infatti, Freddy, desideroso di un potere superiore alla natura umana, fa un patto con tre entità maligne: gli antichi Demoni dei Sogni. Essi, fondendosi con lui, gli danno la possibilità di vendicarsi sui figli dei suoi assassini laddove questi non li avrebbero potuti proteggere: nei loro sogni. Da allora Freddy si tramuta in una specie di fantasma ed ottiene il totale controllo della dimensione onirica, da cui può liberamente tormentare ed uccidere le sue vittime. In seguito, il detective Donald Thompson raccoglie le sue ossa e le nasconde in un deposito sfasciacarrozze, in modo che nessuno possa mai trovarle. Qualche tempo dopo la sua morte, Freddy inizia ad utilizzare i suoi poteri e attende il momento propizio per iniziare la sua opera; la sua forza è data anche dalla paura e il modo più efficace per sconfiggerlo è dimenticarsi completamente di lui.

Nightmare - Dal profondo della notte[modifica | modifica sorgente]

La sua nuova scia di omicidi comincia nel 1984. Per gli abitanti di Springwood dell'epoca, Freddy Krueger non era mai esistito, in quanto i genitori non avevano mai raccontato ai figli della sua morte e i media avevano nascosto in archivio le informazioni su di lui. Ma dopo che Freddy avrà cominciato a mietere vittime, la madre di Nancy, protagonista del film, sarà costretta ad ammettere la verità su di lui. Nancy riuscirà apparentemente a sconfiggere Krueger comportandosi come se non esistesse e scoprendo che, se non alimentato dalla paura, Freddy può essere sconfitto.

Nightmare 2 - La rivincita[modifica | modifica sorgente]

Il mostro dei sogni, tuttavia, è lungi dall'essere sconfitto. Impossessandosi del corpo del ragazzo nuovo residente a Elm Street, Jesse, tornerà a spargere terrore e morte, prima di essere costretto ad abbandonare il corpo del ragazzo dall'amore della fidanzata di quest'ultimo.

Nightmare 3 - I guerrieri del sogno[modifica | modifica sorgente]

La stessa Nancy che lo aveva sconfitto la prima volta, nel terzo film, comincia a preparare i ragazzi di Springwood alla lotta contro Freddy, allenandoli fino a fargli manifestare poteri soprannaturali legati a sogni per combatterlo. Ma il maniaco sembra inizialmente inarrestabile e i "guerrieri del sogno" falliscono. Nancy cade sotto gli artigli di Krueger; sarà il dottor Neil Goldman, consigliato dall'apparizione di Suor Mary Helena, a ucciderlo gettando dell'acqua benedetta sulle sue ossa, fatto che distruggerà lo spirito di Freddy. È in questo film che si scoprono le origini di Freddy e di sua madre.

Nightmare 4 - Il non risveglio[modifica | modifica sorgente]

Per tornare dall'Inferno, Freddy sfrutta il potere soprannaturale di una ragazza, Kristen (una dei pochi guerrieri del sogno sopravvissuti del terzo film). Ella ha infatti il potere di trascinare con sé nel proprio sogno altri individui dormienti semplicemente pensandoli. Sfruttando dunque il potere di Kristen, l'omicida mieterà una nuova serie di vittime, appunto tra gli amici della ragazza e anche tra gli altri protagonisti del terzo film. Kristen ha inoltre un'amica di nome Alice e Freddy, dopo aver ucciso la stessa Kristen, prende di mira anche lei. Ma Alice sopravviverà, e, attirandolo in una chiesa, si scontra all'ultimo sangue con il serial killer. La ragazza riuscirà a sopravvivere grazie alle indicazioni di alcune bambine morte che intonano la classica filastrocca che accompagna la venuta di Freddy, le quali le consigliano di farlo riflettere in uno specchio; lei, preso alla mano un vetro, fa specchiare il mostro, liberando tutte le anime prigioniere e facendogli patire tutto il dolore delle stesse.

Nightmare 5 - Il mito[modifica | modifica sorgente]

Bramoso di vendetta e desideroso di tornare in vita, Freddy colpirà di nuovo la protagonista del capitolo precedente Alice Johnson. Dopo averle ucciso il ragazzo e una miriade di amici, egli cerca di reincarnarsi nel bambino che porta in grembo. Per questo, nella dimensione onirica, il maniaco cerca di mettere l'anima del figlio contro la madre, ma sarà sconfitto grazie all'aiuto di Amanda Krueger, madre di Freddy, ora libera di andare in Paradiso.

Nightmare 6 - La fine[modifica | modifica sorgente]

A sconfiggere definitivamente Freddy sarà infine la figlia "Maggie Borroughs", vero nome Katherine Krueger, che, dopo averlo trasportato nella realtà, lo fa esplodere con la dinamite e disperde i Demoni dei sogni, mettendo fine alla saga di Nightmare.

Freddy vs. Jason[modifica | modifica sorgente]

Nonostante la sconfitta, Freddy tornerà ancora una volta in Freddy vs. Jason, ambientato dopo gli eventi di Nightmare 6. Qui si serve di Jason Voorhees, protagonista della saga di Venerdì 13. In questa pellicola si assiste a un epico scontro tra i due serial killer; nel finale, piuttosto ambiguo, la vittoria non appartiene a nessuno dei due, per non scontentare i fan dei due personaggi.

Nightmare - Nuovo Incubo[modifica | modifica sorgente]

Freddy è anche l'unico serial killer cinematografico che abbia mai "invaso" la realtà. In questo nuovo capitolo, - non facente parte della saga originale ma pellicola a parte - infatti, una malefica entità demoniaca prende la forma di Freddy Krueger e colpisce nella nostra dimensione, abitata dagli spettatori e dagli attori dei film. Il demone, nel corso dei secoli, ha assunto le forme che più spaventano l'umanità con l'intento di uccidere l'innocenza. A fermarlo è la stessa persona che sconfisse il mostro nel primo film, l'attrice che interpretò Nancy.

Nightmare[modifica | modifica sorgente]

Nel remake del 2010 Freddy viene descritto come il giardiniere dell'asilo di Springwood. All'apparenza gentile ed affettuoso con i bambini, si scoprirà essere un pedofilo che compie numerose sevizie su di loro (sua abitudine è portarli in una stanza nascosta nel seminterrato dell'asilo, stanza chiamata dalle sue piccole vittime "la sua caverna oscura"), motivo per cui viene inseguito e ucciso dai genitori dei bambini che ha insidiato. In questo film Freddy presenta un abbigliamento pressoché identico a quello della saga classica, mentre le ustioni al viso si presentano decisamente più realistiche. Caratterialmente è diverso dalle precedenti incarnazioni: laddove il Freddy di Englund era più ironico, spigliato e spesso tendente al comico, quello di Haley è invece più freddo, cupo, viscido e, se possibile, più spietato e brutale.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

L'aspetto di Freddy è caratteristico per le terribili ustioni che lo deturpano e per il guanto da lui fabbricato con lame fissate alle estremità delle dita. Altre caratteristiche sono il cappello borsalino marrone e il maglione a strisce orizzontali verde scuro e rosso sfilettato ai margini (nel primo episodio della serie il maglione si presentava con le maniche interamente rosse; inoltre in Nightmare - Nuovo incubo indossa un cappotto nero, degli stivali neri e anche il pollice del guanto scheletrico presenta un artiglio).

Freddy, inoltre, possiede poteri, che può utilizzare solo nel suo mondo (I sogni): può usare la telecinesi, sfruttata anche contro Jason Voorhees; può ricomporre il suo corpo e teletrasportarsi da un posto all'altro; è in grado cambiare a suo piacimento il sogno (luogo, caratteristiche e personaggi) e anche trasformarsi: generalmente assume l'aspetto delle persone vicino alle sue vittime, in modo da terrorizzarle di più; ma è anche capace di trasformare, anche radicalmente, la propria struttura fisica (in Freddy vs. Jason e nel terzo episodio assume l'aspetto di un grosso scorpione e sempre in Freddy vs. Jason si trasforma nella madre di Jason; nel quinto è arrivato ad assumere le sembianze, per prendere in giro un ragazzo appassionato di fumetti, di "Super Freddy".

Entro certi limiti, può agire anche nella realtà: nel quarto film uccide una ragazza dandole fuoco, e nella realtà scoppia un incendio (stessa cosa accade in Freddy vs. Jason, quando uccide Mark); oppure quando, in modo macabro, sfrutta un ragazzo con un problema di sonnambulismo come una marionetta, nella realtà quest'ultimo passa addirittura attraverso i muri; nel secondo film, dopo aver preso il controllo del corpo di Jesse, dimostra di poter apparire e sparire a suo piacimento e di influire sull'ambiente circostante (durante il massacro nella villa di Lisa Webber, difatti, riesce a far scatenare incendi, a rendere incandescente l'acqua della piscina ed elettrificare i recinti di metallo con la sola forza del pensiero); può anche far apparire accidentali i suoi omicidi (quando uccide una ragazza succhiandole tutta l'aria, nella realtà ella sembra morire per un attacco d'asma).

Freddy, inoltre, può anche controllare, seppur in maniera molto macchinosa, il proprio scheletro, ossia ciò che è rimasto di lui. Ha anche la capacità di impadronirsi dei corpi altrui, potere che inizialmente ha manifestato nel secondo capitolo di Nightmare per uccidere le sue vittime, ma che poi utilizzerà anche in Freddy vs. Jason per distruggere l'Hypnocyl e far addormentare il suo avversario, iniettandogli nel corpo un potentissimo sonnifero.

Saga[modifica | modifica sorgente]

La saga è divisa in otto film:

  1. Nightmare - Dal profondo della notte (A Nightmare on Elm Street).
  2. Nightmare 2 - La rivincita (A Nightmare on Elm Street 2: Freddy's revenge).
  3. Nightmare 3 - I guerrieri del sogno (A Nightmare on Elm Street 3:Th e dream warriors).
  4. Nightmare 4 - Il non risveglio (A Nightmare on Elm Street 4: The dream masters).
  5. Nightmare 5 - Il mito (A Nightmare on Elm Street 5: The dream child).
  6. Nightmare 6 - La fine (Freddy's dead: The final Nightmare).
  7. Nightmare - Nuovo incubo (New Nightmare)
  8. Nightmare (A Nightmare on Elm Street)

Spin-Off[modifica | modifica sorgente]

  1. Jason va all'inferno
  2. Freddy vs. Jason
  3. La sposa di Chucky
  4. La casa 2
  5. Behind the Mask - Vita di un serial killer

Un ulteriore film in cui compare Freddy Krueger come protagonista principale è Nightmare - Nuovo incubo (A Nightmare on Elm Street - New Nightmare), che non fa però parte della saga ed è un film a parte.

In La casa 2, nel capanno degli attrezzi, si può scorgere sopra la porta il guanto tipico del serial killer. Fonti non confermate asseriscono che sia lo stesso guanto rubato durante le riprese del secondo film.

Oltre che nella serie Nightmare, Freddy è comparso brevemente anche nel penultimo episodio della saga Venerdì 13 (Jason va all'inferno) del 1993 e nel film Freddy vs. Jason del 2003.

Freddy ha debuttato anche in televisione con la mini-serie televisiva dedicata a lui Freddy's Nightmares (1988-1990), di 44 episodi.

Nel 2010 è uscito il remake del primo film, ma a interpretare Freddy stavolta non è Robert Englund: il testimone, con questo film, passa infatti a Jackie Earle Haley, che subentra a Englund nel ruolo che questi ha interpretato per tanti anni.

Fumetti[modifica | modifica sorgente]

La popolarità di Freddy gli ha consentito di apparire anche in numerose opere a fumetti. Tra le più significative, il crossover Freddy vs. Jason vs. Ash, sorta di sequel cartaceo del film Freddy vs. Jason, nel quale Freddy intende servirsi del Necronomicon per amplificare il suo potere di agire nei sogni e si scontrerà per la seconda volta con Jason e con Ash Williams. Tale fumetto ha avuto un seguito dal titolo Nightmare Warriors, che vede il ritorno sulla scena di alcuni personaggi apparsi nei franchise di Nightmare e di Venerdì 13, come Nancy Thompson, Maggie Burroughs/Katherine Krueger (la figlia di Freddy), Stephen Kimble o Tommy Jarvis.

Citazioni e omaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Il secondo segmento dello speciale di Halloween La paura fa novanta VI, de I Simpson (intitolato Incubo in Evergreen Terrace), è una parodia della saga di Nightmare: qui il giardiniere Willie, dopo essere morto bruciato dalla caldaia della scuola durante una riunione tra genitori e insegnanti senza che nessuno lo aiutasse, decide di vendicarsi uccidendo i figli dei presenti alla riunione nei loro sogni. Nella scena iniziale di questo episodio Willie è vestito come Freddy Krueger e impugna un rastrello con quattro denti (in riferimento al guanto artigliato di Freddy).
  • Il personaggio di Von Kreist, protagonista del fumetto Vampirella, sembrerebbe essere ispirato a Freddy Krueger sia per quanto riguarda l'aspetto fisico (sfigurato, con un cappello Borsalino sulla testa), sia per quanto riguarda la personalità (infanticida, sadico e dotato di un perverso senso dell'umorismo), oltre ad essere immortale e pressoché impossibile da uccidere.
  • In Scream di Wes Craven, quando il preside della scuola, interpretato da Henry Winkler, viene attirato fuori dal suo ufficio, apre la porta di un'aula dove c'è un bidello intento a pulire che è vestito come Freddy Krueger e porta il suo stesso nome.
  • Freddy compare inoltre nella puntata Insheeption della serie South Park.
  • In una pubblicità delle Fonzies, Freddy interrompe una festa mettendo in fuga tutti i partecipanti, rimanendo solo con una ciotola piena di Fonzies. Dopo averne mangiato uno, si lecca le dita (seguendo ciò che dice lo slogan), dimenticando che al posto delle dita lui ha delle lame.
  • In un episodio della sit-com britannica My Spy Family, il killer viene citato da Marcy nella frase "Sembra che il mio estetista sia Freddy Krueger!".
  • Nella storia "Tv Mania" in Cattivik numero 62 quest'ultimo, vedendo un non identificato film della serie, afferma di essere dispiaciuto per Freddy (mostrato nello schermo in una versione parodistica rappresentato da Gino Solitomino) dato che è odiato da tutti e costretto a vivere negli incubi anziché nella realtà.
  • A Colorado i Gemboy hanno eseguito una parodia di Mama Lover dal titolo Freddy Krueger e che parla di Freddy dentro la casa di riposo.
  • Nella storia "Topolino ed il tenebroso canzonatore", in Topolino numero 2622, lo scrittore Simon Lebook, per fuggire dal Canzonatore, si rifugia dentro un cinema dove si vede la versione fumetto di Freddy
  • Il regista Wes Craven ha dichiarato che ad ispirarlo per il personaggio di Freddy Krueger sono state due persone: un suo compagno di classe che lo infastidiva da ragazzino (il cui nome era proprio Fred Krueger) ed un barbone incontrato per la strada che lo terrorizzò.
  • Il 12 settembre 1991, a Los Angeles, è stato organizzato il "Freddy Krueger Day", il giorno prima dell'uscita nelle sale del film Nightmare - La fine.
  • Viene citato nella canzone del 2011 del rapper sardo Salmo "Street drive in"

Mortal Kombat[modifica | modifica sorgente]

Freddy Krueger, dal 9 agosto 2011, è un personaggio giocabile tramite DLC del videogioco Mortal Kombat (2011).

Nel videogioco, Freddy è uno spirito malevolo del Regno dei Sogni, che si appropria delle anime dei mortali durante il sonno. Quando Shao Kahn invade la Terra per impossessarsi delle anime dei suoi abitanti, Freddy lo sfida a combattere nel Regno dei Sogni. Shao Khan però lo trasporta fuori dal suo mondo e lo rende mortale, permettendogli tuttavia di conservare i suoi poteri. Freddy cerca quindi di sconfiggere Shao Khan per tornare nel Regno dei Sogni e continuare a svolgere la sua vera passione: distruggere la gioventù e l'innocenza di Elm Street. L'aspetto di Freddy nel videogioco è quello del remake del 2010 e per la prima volta usa 2 guanti artigliati.

Finishing Movers[modifica | modifica sorgente]

  • Tell Freddy I'm sent ya: Freddy si teletrasporta dietro l'avversario e lo afferra con gli artigli per i fianchi, per poi generare un geyser, all'interno del quale si immerge portando con sé l'avversario spaventato. Il geyser si chiude, e dopo qualche secondo Freddy esplode, distruggendo se stesso e l'avversario, di cui uscirà dal cratere un'immensa fontana di sangue. Questa Fatality non è altro che una citazione al primo film: il geyser di sangue è infatti il modo in cui Freddy uccide Glen (il ragazzo di Nancy Thompson, interpretato nel primo film da Johnny Depp),
  • Welcome to my hell : Freddy fa apparire dal nulla una fornace, afferra l'avversario con gli artigli e lo scaraventa dentro. L'avversario cerca quindi di uscire riuscendo a mettere fuori dalla fornace un braccio ma Freddy, dopo averlo salutato beffardamente, chiude di scatto la porta della fornace, mozzando tutto il braccio dell'avversario.

Libri[modifica | modifica sorgente]

Nel 2013, la collana Horror Project (UniversItalia editrice), diretta da Daniele Francardi, ha pubblicato Freddy Krueger - Il mito, un libro scritto da Daniele Francardi, Roberto Giacomelli, Marco Saraga, Francesco Massaccesi, Luca Ruocco, Giacomo Ferigioni e con la prefazione di Luigi Boccia; un omaggio all’Uomo nero per eccellenza protagonista della gloriosa saga cinematografica "A Nightmare on Elm Street". All'interno del libro, è presente un'intervista inedita a Robert Englund.

Note[modifica | modifica sorgente]


Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema